Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2008

“Orientamenti… devianti”

In data odierna il cardinaleZenon Grocholewski, prefetto della Congregazione per l'Educazione cattolica, ha formulato nel corso della conferenza stampa di presentazione del nuovo documento vaticano sugli “Orientamenti per l'utilizzo delle competenze psicologiche nell'ammissione e nella formazione dei candidati al sacerdozio”, il seguente pensiero: “Non si può ammettere al seminario un candidato che ha una tendenza omosessuale radicale. Non perchè commette peccato, ma perchè l'eterosessualità è la normalità, l'omosessualità è una deviazione, una ferita per poter esercitare il sacerdozio, che consiste anche nell'essere un padre spirituale e nel sapersi relazionare con gli altri.”Cardinale…Ma che cosa dice, cardinale?!Cardinale!!!Prima di entrare nel merito della sua incredibile affermazione…Come si diventa cardinale? Questo mi sono chiesto. In rete ho trovato questo link. Indica cosa dice il codice di diritto canonico a riguardo. Una cosa mi ha colpito: non vi so…

"Discriminazione transitoria positiva"???!!!

Ieri, 14 ottobre 2008, la Camera ha approvato una mozione (cliccare su Resoconti, Allegato contenente i documenti di seduta n.64, mozione 133) dell’onorevole Cota, Lega Nord, che può essere sintetizzata nel punto 5: 5) La scuola italiana deve quindi essere in grado di supportare una politica di «discriminazione transitoria positiva», a favore dei minori immigrati, avente come obiettivo la riduzione dei rischi di esclusione. Direttamente dal testo di un mio spettacolo (il voi è dovuto al contesto storico di quest'ultimo), ecco la mia sentita risposta: Dalla nostra Costituzione: 1) Art. 2.:La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale. Diritti dell’uomo, ovvero, di una bambina come Fatima, dal Marocco, la cui madre lava pavimenti sui quali Italiani di nascita, come voi ed io, lasciano …