Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2009

Storie e Notizie n. 9: Obama il socialista?

Le Storie:

“Signor presidente, signori delegati, noi esprimiamo qui la stessa posizione sostenuta dal nostro Presidente e che doveva poi essere fondamento di questa assemblea: la coesistenza pacifica non deve essere limitata soltanto ai potenti, se si vuole garantire la pace del mondo. Bisogna anche chiarire che il concetto di coesistenza pacifica deve essere ben definito, non soltanto per quanto riguarda i rapporti fra stati sovrani. La coesistenza pacifica fra le nazioni non comporta la coesistenza fra sfruttatori e sfruttati, fra oppressori ed oppressi. Deve essere difeso il diritto alla piena indipendenza contro ogni forma di oppressione. Al tempo stesso, bisogna stabilire chiaramente l'obbligo per tutti i paesi di rispettare le attuali frontiere dei diversi stati; di non esercitare alcuna azione aggressiva, neppure con le armi convenzionali. "La Conferenza, considerando che il governo di Cuba si dichiara disposto a risolvere la sua controversia col governo degli Stati Uni…

Storie e Notizie n. 8: Linda la drogata

La Storia:

“Vogliamo fare silenzio, per cortesia?” disse il reverendo Glynn Wolfe, in piedi davanti a tutti.
“Ma Scotty…” fece Freddy Raven, fissandolo con l’unico occhio sano.
“Oh, ma non t’ho detto che non devi chiamarmi Scotty davanti a tutti?”
“Sì, però, quando siamo soli ti piace, eh?”
“Non so di cosa stai parlando!” esclamò stizzito l’altro.
“Hai capito il reverendo…” fece Tom, uno dei baristi seduti in prima fila, dove si trovavano anche Raven e Steven Williams, sette anni con Linda.
“Adesso basta!” esclamò l’interessato. “Non siamo qui per parlare di me! Vi dico che la situazione è seria, molto seria. Non avete letto i giornali?”
“Eminenza”, disse Arthur, parlando anche a nome degli altri idraulici seduti in seconda fila, “è stato lei a dirci di nasconderci ed isolarci dal mondo…”
“Eminenza?! Ma quale eminenza? Quante volte ti devo dire che sono solo un reverendo?!”
“Chiamalo Scotty…” fu il consiglio di Raven.
“Freddy”, sibilò incollerito Wolfe, “se non la smetti ti chiudo anche l’occhio…

Storie e Notizie n. 7: Chi sarà l’Obama Italiano?

La Storia:
Italia, ovunque, dal nord al sud, primavera 2013
E’ mattina.
Ieri sera sono arrivati i risultati delle elezioni…
Ce l’abbiamo fatta!
Tutti, ce l’abbiamo fatta tutti, anche quelli che non l’hanno compreso.
Ma tanto, neanche prima avevano molto chiaro cosa facevano, quando mettevano una croce su quel nome sulla scheda elettorale…
E’ finita!
Basta con la vergogna di vedere l’uomo più potente del mio paese fare figure di merda in giro per il mondo.
Basta con il veder comparire sempre lo stesso nome a capo di ciò che conta in Italia.
Basta con il peggior mito nostrano degli ultimi vent’anni: l’importante è arrivare in cima, non conta come…
E, se tutto ciò non bastasse, basta con quelle barzellette di un’idiozia fenomenale!
Stamani anch’io, come Kevin Spacey quattro anni fa, posso dire ad alta voce: “Sono orgoglioso di chiamarlo il mio presidente!”
Eh sì, perché tutto possono dire quelli che votavano l’altro, tranne che ne fossero orgogliosi.
Tra l’altro, in vita mia non ho mai conosciuto qua…

Storie e Notizie n. 6: Nonostante il Vaticano, avrò un futuro

La Storia:

Pavia, Addì 18 febbraio 2039

Caro papà,
volevo solo dirti grazie…
So che non ci sei stato quando compivo il mio primo anno.
So che non mi hai sentito la prima volta che ho pronunciato una parola di senso compiuto.
So anche che non eri lì, con me, quando ho visto per la prima volta il mare e miei occhi si sono allargati come davanti ad un miracolo.
Non potevi, non è che non volevi.
Non è mai stata una questione di amore la tua assenza.
Lo sono stati ogni attimo della mia vita, ogni mia presenza in quella di mia madre e di tutte le persone che incontro ancora oggi.
E’ per il tuo amore che io ora sono qui, a scriverti questa mia.
E’ per il tuo amore che ora posso guardare mio figlio anche per te.
E’ per il tuo amore che oggi ho l’orgoglio di spiegargli che suo padre è un tuo regalo alla nonna.
Sì, mia madre, tua moglie, che ha trovato la forza più grande per non permettere alla morte di sconfiggere la nostra felicità senza colpo ferire.
La forza della vita.
La mia.

Tuo figlio


La Notizia:

La Rep…

Storie e notizie n. 5: Vigliacche vendette

Le Storie:
Fu una giornata di ordinaria vendetta, in Italia, quel 16 febbraio del 2009.
A Roma, un gruppo di persone armate di mazze e con il volto coperto da passamontagna fece irruzione in un locale ferendo quattro stranieri per vendicare uno stupro compiuto in zona da alcuni romeni. A Catania, in risposta alla notizia dell'abuso di due bambine, una folla di donne scese in strada a caccia di tutti i maschi catanesi sopra i 40 per evirarli sulla pubblica piazza. A Firenze, per vendicare le botte subite da una loro collega per mano di un alunno, gli insegnanti delle scuole della città scelsero in classe lo studente più scostumato e lo picchiarono davanti a tutti i suoi compagni. A Molfetta, in provincia di Bari, non appena udito il commento del 34enne violentatore dopo il suo arresto, le signore locali prelevarono per rappresaglia un uomo e lo spellarono vivo, al grido: "Meglio che lo facciamo noi, tanto non la farà nessuno!" Ad Afragola, Napoli, per rispondere all'abu…

Storie e Notizie n. 4: L’Africa è un’opportunità?!

Storie e Notizie n. 4: L’Africa è un’opportunità?!

La Storia:
C’era una volta un continente chiamato Africa, il quale, fino alla prima metà del XIX secolo era ancora una terra sconosciuta e misteriosa.
Fortunatamente.
La colonizzazione del continente cosiddetto nero si limitava alle fasce costiere e ai delta dei grandi fiumi. A partire da queste aree le potenze coloniali avevano stabilito una fitta rete di insediamenti commerciali, in concorrenza fra di loro per lo sfruttamento delle materie prime e per il commercio degli schiavi. La realtà africana cominciò a cambiare grazie ai viaggi degli esploratori che, attraverso società geografiche trasmettevano informazioni riguardanti le inesauribili ricchezze contenute in quei territori vergini. Fu allora che iniziò la grande colonizzazione del continente africano.
Una straordinaria opportunità per molti paesi ma che non lo è stata e mai lo sarà per gli africani…

La Notizia:
(Ansa.it) - ROMA, 12 FEB - L'Italia fa già molto per l'Africa: “Un…

Storie e Notizie n. 3: Obama e Berlusconi al telefono

La Storia:
C’era una volta due uomini di potere.
Uno eletto grazie a chi l’ha votato e l’altro per colpa di chi non è andato a votare.
Uno è diventato presidente anche grazie ad internet.
L’altro sarà sconfitto proprio grazie alla rete.
Uno è stato il primo afro americano a divenire presidente degli Stati Uniti.
L’altro, alla notizia, non ha trovato di meglio che definire il primo abbronzato…
Un giorno si sentirono al telefono:
“Pronto, Obama? Sono Berlusconi…”
“Ah… tu…”
“Ecco… volevo chiederti scusa… Spesso apro bocca e dico cazzate…”
“D’accordo, scuse accettate.”
“Volevo solo essere spiritoso…”
“Capisco, ma se all’indomani della tua elezione, qualcuno avesse commentato dicendo che sei un tappo, col parrucchino e che hai la pelle tirata come un tamburo, come l’avresti presa?”

La Notizia:
ROMA (Reuters) - Il presidente Usa Obama e il presidente del Consiglio italiano Silvio Berlusconi parleranno oggi in un colloquio telefonico dei prossimi impegni G8, G20, della crisi economica e del tema dell'e…

Storie e notizie n. 2: Bambini traumatizzati

La storia
C’era una volta un’organizzazione chiamata “Agenzia Ebraica per Israele”, la quale aveva istituito un Fondo per i bambini e i giovani.
“E’ arrivato il momento in cui abbiamo la capacità di trasformare la tragedia in opportunità”, questo era uno dei loro motti.
Secondo i loro calcoli, un terzo della popolazione israeliana era stata traumatizzata dai recenti conflitti. Nonostante il ritorno alla vita normale, centinaia di migliaia di giovani soffrivano di shock tornando a scuola. Senza un supporto continuo e immediato, è difficile immaginare come avrebbero potuto reintegrarsi tranquillamente nell’anno scolastico.




La notizia
Reuters - Domenica 8 Febbraio, 2009 (By Nidal al-Mughrabi)
Cinque anni, Mohammed al-Najjar lascia vagare la sua mente mentre con il pennarello tenta di disegnare su un foglio un attacco aereo israeliano all'interno di un campo profughi nella Striscia di Gaza. "Questo è l'aereo e quelli sono i due missili che ha lanciato", racconta con precisione…

Gesù il clandestino

Inauguro oggi una rubrica che spero avrò la perseveranza di seguire con continuità.
Questo neonato spazio sul mio blog si chiamerà Storie e Notizie, due parole che hanno molto in comune, a mio modesto parere:

Storie e Notizie N.1


La Storia:

Circa 2000 anni fa una coppia di sposi di nome Giuseppe e Maria e il loro bambino Gesù, a causa dell’odio del sovrano Erode furono costretti ad emigrare in Egitto. In questa terra straniera i tre divennero a tutti gli effetti dei clandestini, irregolari, senza fissa dimora e senza permesso di soggiorno.

La Notizia:
Dall’Ansa, 5 febbraio 2009: I medici potranno denunciare alle autorità gli stranieri irregolari. Lo prevede un emendamento all'art. 39 del ddl sicurezza approvato in Senato. La modifica è stata proposta dalla Lega. L'Aula di palazzo Madama ha anche approvato una norma in base alla quale i clochard che vivono in Italia dovranno essere iscritti ad un apposito registro che verrà istituito presso il ministero dell'Interno.

P.S.: Sebben…