Innocente torturato otto anni



English version


Storie e Notizie N. 83


La Storia:

Otto anni.
Otto motivi per iniziare a ragionare con la testa…

Fouad Mahmoud al-Rabiah ha come secondo nome quello del presidente dell'Iran, ma questo non implica che voglia distruggere Israele…

Fouad ha la carnagione scura, ma questo non vuol dire che desideri abusare delle nostre donne…

Fouad ha anche la barba, ma ciò non basta per credere che abbia degli esplosivi nella valigia…

Fouad può essere colpevole di qualcosa, come tutti noi, ma ciò non giustifica la tortura…

Fouad viene dal medio oriente, ma non è che tutti quelli che arrivano da quelle parti ce l'abbiano con noi…

Fouad magari è pure musulmano, ma non sta scritto da nessuna parte che tu sia più caro a Dio di lui...

Fouad è uno straniero, ma questo non ci autorizza a sentirci meno strani…

Fouad è un uomo solo e noi abbiamo paura, ma questo è un alibi che ha già fatto troppo male al nostro mondo…

Otto anni.
Otto occasioni per chiedere perdono…


Gli Stati Uniti liberano detenuto torturato a Guantanamo, in prigione per errore dall’11 settembre 2001.

PS: Se fossi Obama saprei a chi dedicare il premio Nobel per la pace.

Storie e Notizie: storie, frutto della mia fantasia, ispiratemi da notizie dei media.

Loving contro Virginia, 5 Gennaio 2010 a Trieste.

Condividi questo articolo:
Condividi su Facebook

1 commento: