Oscurare i siti violenti: ecco quali

English version

Oggi il ministro dell’interno Roberto Maroni dovrebbe parlare alle Camere riguardo ad alcuni provvedimenti per rispondere all’aggressione di Silvio Berlusconi.
Tra di essi vi è l’oscuramento di siti internet colpevoli di fomentare la violenza.
Lodevole iniziativa.
Vorrei indicargliene alcuni:

C’è chi non perde mai l’occasione di tirare in ballo il cosiddetto terrorismo islamico



C’è chi manca sistematicamente di rispetto verso chi la pensa in maniera diversa…



C’è chi ne ha fatto una missione quella di alimentare la paura…



C’è chi senza un nemico da odiare non avrebbe ragione di esistere…



E c’è chi dovrebbe provare vergogna di accusare qualcun altro di istigare alla violenza…





Condividi questo articolo:
Condividi su Facebook

Loving contro Virginia, 5 Gennaio 2010 a Trieste.

Commenti

  1. Hai perfettamente ragione, in questo clima, mi sembrano un po' troppi i falchi che si sono trasformati in colombe.
    Ho l'impressione che si tenti di sfruttare l'episodio (assolutamente da condannare) per delegittimare il diritto di critica o quello che ne è rimasto.

    RispondiElimina
  2. Ma per caso quelli che quotidianamente si prendono manganellate in faccia dalla polizia, siano studenti, operai, manifestanti, ecc.. per caso, non provano dolore? per caso, non sanguinano lo stesso sangue dell'unto del Signore? per caso, valgono meno di Mr. B.?

    RispondiElimina
  3. Chissà se per gente come Gentilini o Borghezio faranno un 'Lodo' a parte... :-S

    RispondiElimina

Posta un commento