Agenda

Sabato 13 Gennaio 2018, Spettacolo teatrale e musicale in occasione dell'uscita del romanzo Carla senza di Noi, Graphofeel Edizioni, Libreria Ubik – Via Adige 2, Monterotondo (RM) - Ingresso libero

Obama, Massachusetts ai Repubblicani

English

E Martin Luther King scrive ad Obama...

Storie e Notizie N. 99


La Storia:

Caro Barack,
ti scrivo per una sola ragione.
Non perché il tuo partito ha perso il Massachusetts, mettendo a serio rischio la riforma della Sanità.
Questo ne è solo il pretesto.
Il 18 gennaio del 2010, in occasione della giornata dedicata al sottoscritto, tu hai detto le seguenti parole: “Questa sera ricordiamo il coraggio di un uomo che ha avuto quel sogno. Ricordiamoci la perseveranza di tutti coloro che hanno lavorato per realizzare quel sogno. Impegniamoci a fare la nostra parte, nelle nostre singole vite e come nazione, per rendere quel sogno reale nel ventunesimo secolo”.
Il 9 ottobre del 2009 sei stato insignito del Premio Nobel per la pace, esattamente come me, che fui premiato quattro anni prima della mia morte.
Hai riflettuto abbastanza su cosa questo comporti?
Il mio sogno
Presidente, l’hai veramente compreso il mio sogno?
Nel mio sogno non c’è posto per le armi, sia per la guerra preventiva che per le cosiddette missioni di pace...



Nel mio sogno il presidente del mio paese avrebbe firmato senza pensarci nemmeno il trattato contro le mine antiuomo...



Nel mio sogno il rispetto per la natura sarebbe un fatto scontato e il mio paese avrebbe fatto di tutto non solo per sottoscrivere il protocollo di Kyoto, ma per esserne il primo promotore nel mondo...



Nel mio sogno è ovvio che sarebbe stata chiusa Guantanamo, perché non sarebbe proprio esistita, ma sarebbe stato fatto rendendo giustizia a chi è stata tolta...



Nel mio sogno l’embargo contro Cuba, in vigore ancora oggi, sarebbe un incubo...



Nel mio sogno il nobel per la pace non stringerebbe la mano a chi non merita la carica che ricopre...



Sì, immagino cosa stai pensando ora.
In fondo si tratta solo di un sogno, la vita vera è tutta un’altra cosa, in politica le parole devono fare i conti con la realtà di tutti i giorni.
Eppure c’è un piccolo aspetto che dovresti tenere a mente ogni attimo in cui prendi una decisione dalla quale non solo gli Stati Uniti, ma tutto il mondo dipende: per quelli come me, un presidente nero sarebbe stato solo un sogno…



Martin Luther King



Storie e Notizie: storie, frutto della mia fantasia, ispiratemi da notizie dei media.

Condividi questo articolo:

Condividi su FacebookCondividi su OKNotizieCondividi su TwitterCondividi su Friendfeed

Commenti

  1. Caro alessandro, meraviglioso sogno di M.L.King.
    Sicuramente lui comparte questo che hai scrito.
    un bacio
    mimita - susy

    RispondiElimina

Posta un commento