La Russa Ministro della Difesa di Berlusconi? Pensavo dello Stato

English

Storie e Notizie N. 136

La Storia:

C’era una volta uno Stato.
Lo Stato era una Repubblica, ovvero una forma di governo in cui la sovranità appartiene ad una parte più o meno vasta del Popolo.
Nella Repubblica c’erano i Ministri.
I Ministri - dal Latino minister, che significa servo – erano quindi al servizio dello Stato.
Tuttavia, essendo lo Stato una Repubblica, i Ministri erano i servitori del Popolo.
Tale impegno veniva preso con questo giuramento:
"Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi, e di esercitare le mie funzioni nell’interesse esclusivo della nazione".
Fedele alla Repubblica, ovvero al Popolo, nel solo interesse della nazione.
E la nazione è ancora il Popolo.
Il Ministro della Giustizia, il Ministro dell’Istruzione, il Ministro della Difesa e tutti gli altri avevano quindi promesso di seguire lealmente la Costituzione e soprattutto di esercitare le proprie funzioni nell’interesse esclusivo del Popolo.
Tra gli interessi del Popolo ce n’era uno: conoscere la verità.
Perché un Popolo che non conosce la verità è un Popolo che è stato ingannato.
E a un Popolo che è stato ingannato si può raccontare qualsiasi cosa.
Platone, per bocca di Socrate, disse che la verità nasce dalla ricerca.
Ovvero dalle riflessioni, dai dubbi, dalle domande.
Fare domande per conoscere la verità è quindi un interesse fondamentale del Popolo.
Di conseguenza, chi impedisce al Popolo di fare domande e cercare la verità non fa il suo interesse ma esattamente il contrario.
Un giuramento è un giuramento.
Chi lo tradisce si chiama spergiuro…



Storie e Notizie: storie, frutto della mia fantasia, ispiratemi da notizie dei media.

Il popolo e la tragica storia d'Italia, Sabato 20 marzo 2010 a Roma.

Condividi questo articolo:
Condividi su FacebookCondividi su OKNotizieCondividi su TwitterCondividi su Friendfeed

Commenti