Agenda

Sabato 13 Gennaio 2018, Spettacolo teatrale e musicale in occasione dell'uscita del romanzo Carla senza di Noi, Graphofeel Edizioni, Libreria Ubik – Via Adige 2, Monterotondo (RM) - Ingresso libero

Israele attacca navi ong e uccide attivisti: sono antisemita se disapprovo?

English

Storie e Notizie N. 192

E’ ormai su tutti i giornali del mondo la notizia che tra 10 e 20 persone (forse 16) sono morte sotto i colpi dei soldati israeliani che hanno intercettato una nave, la "Blue Marmara Ship" (Mavi Marmara Gemisi) appartenente alla flottiglia messa su da alcune ong internazionali sotto la guida del Free Gaza Movement.
A bordo di queste imbarcazioni sono partiti attivisti e operatori umanitari da tutto il mondo, parlamentari, funzionari delle Nazioni Unite, giornalisti, ecc.
Questo non è il primo tentativo che il Free Gaza Movement compie (l’esordio c’è stato nell’agosto 2008) per portare medicinali, cibo e ogni tipo di sostentamento alla popolazione vittima, ripeto, vittima di questa occupazione.
Perché di questo si tratta, come sostengono quei facinorosi delle Nazioni Unite definendo l’azione israeliana su Gaza un crimine contro l’umanità.
Cosa succederà ora?
L’ipotesi peggiore è tremenda e non la voglio nemmeno citare.
Il meglio che possiamo concretamente quanto cinicamente aspettarci – giammai corrispondente ad una giusta ed onesta speranza – è che tutto rimanga com’era prima:
Israele dirà che i soldati hanno sparato per legittima difesa, perché a loro volta sono stati attaccati da qualche infiltrato terrorista sulla nave.
Della serie, gli israeliani hanno tutto il diritto di difendersi, eccetera.
Governi, politici e benpensanti di ogni parte del globo appoggeranno per l’ennesima volta questa tesi.
E chi proverà ancora a mettere in discussione anche solo un millesimo di quest’ultima verrà tacciato di essere antisemita

La Storia:

Sono antisemita se penso che sia inumano lasciare 30.000 persone senza acqua?


Sono antisemita se credo sia altrettanto crudele permettere ad altre 100.000 vite di riceverla solo ogni due o tre giorni?


Sono antisemita se definisco un crimine uccidere più di 300 bambini per difendersi?


Sono antisemita se considero un’ingiustizia mettere a rischio la salute di un milione e mezzo di persone?


Be’, allora lo sono anche le Nazioni Unite, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, la Croce Rossa Internazione e molte altre cellule terroristiche…

PS: Ah, dimenticavo che a completare il copione per far rimanere tutto uguale ci saranno i soliti che diranno: “La colpa è di Hamas. Perché Israele ha diritto a difendersi, ecc.”
Ad libitum.

Il video dell'arrembaggio 'difensivo':




Storie e Notizie: storie, frutto della mia fantasia, ispiratemi da notizie dei media.

Nostro figlio è nato, Sabato 5 giugno 2010, lo spettacolo a Roma.

Condividi questo articolo:
Condividi su FacebookCondividi su OKNotizieCondividi su TwitterCondividi su Friendfeed

Commenti

  1. Puoi dire tutto quello che vuoi, ma se tu vieni in casa mia e sei armato, anche di spranga o fionda, io ti sparo! se invece te ne stai a casa tua non ti succede nulla.. poi ci sono milioni di persone in Africa che muoiono di fame ogni giorno e come mai tutto questo accanimento contro Israele?? xchè è filo-americano? è proprio vero che la gente dimentica in fretta..

    RispondiElimina
  2. Saronno...
    Ma l'hai letto il post?
    Il genocidio nella striscia di Gaza lo tralasci?
    Allora sono accaniti contro Israele anche l'Onu, l'OMS e la Croce Rossa? Qui si dimentica il presente, prima del passato...

    RispondiElimina

Posta un commento