Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2010

Chiuso per ferie

English

Il Blog va in ferie. E’ stata una stagione intensa, questa. Sono successe tante cose, nel nostro paese come all’estero. La mia speranza maggiore è che le mie storie vi abbiano ulteriormente stimolato a chiedervi cosa c’è di vero dietro le notizie sui giornali. Tuttavia, mi accontenterei alla grande anche solo di sapere che vi hanno strappato un sorriso.
In ogni caso, grazie di cuore di essere stati qui. Vi lascio con la classifica dei dieci post più letti da un anno a questa parte. Buona estate!
1. Lista Anemone costruzioni e i nomi che non vedrete sui giornali.
2. Per Romani Tg1 di Minzolini è il migliore? Ecco perché.
3. Berlusconi, legittimo impedimento spiegato a mio figlio.
4. No Berlusconi Day in una foto…
5. Berlusconi, il vecchio porco e la ballerina di lap dance.
6. Vera foto shock di Michael Jackson: il sedere.
7. Crocifisso in classe: la vera storia.
8. La vida loca di Christian Poveda, un vero intellettuale.
9. Berlusconi no protezione civile in Abruzzo: risposta di una mente fr…

Berlusconi è Cesare, ecco le prove

English

Storie e Notizie N. 225
Leggo oggi che i giornali riportano una notizia la quale oscura ancora una volta il nome di Silvio Berlusconi. A quanto affermano alcuni di questi quotidiani, una nota informativa dei carabinieri associa lo pseudonimo Cesare, individuato nelle intercettazioni sulla nuova loggia segreta P3, al nostro presidente del consiglio. D’altronde, se Berlusconi è implicato, chi avrebbe potuto essere se non Cesare? Er cotica? O’ zozzo? Er cipolla? Andiamo, su. Se non è Silvio, chi potrebbe essere il Cesare che nelle intercettazioni viene citato come il capo? D’altronde, io ho pure le prove che Berlusconi sia Cesare...
La Storia:
Berlusconi è Cesare. Nel De bello Gallico Cesare in persona ha scritto: “Gli uomini credono volentieri ciò che desiderano sia vero.” Cavolo, è lui, dai! Un milione di posti di lavoro, meno tasse per tutti, città più sicure… è lui senza ombra di dubbio. “I nemici avrebbero avuto la vittoria se avessero avuto chi sa vincere”, ha affermato sempre Cesare…

I tumori di Radio Vaticana

English

Storie Notizie N. 224
Lo studio suggerisce che vi sia stata un'associazione importante, coerente e significativa tra esposizione residenziale alle strutture di Radio Vaticana ed eccesso di rischio di malattia per leucemia e linfomi nei bambini. Questa dichiarazione è tratta dalla perizia richiesta dal Giudice per le indagini preliminari di Roma Zaira Secchi, riguardo alle morti causate da elettrosmog tra il 1990 e il 2003 a nord della capitale, in seguito alla successiva inchiesta. Il direttore generale della radio cattolica, Federico Lombardi, commenta così: La Radio Vaticana apprende con stupore notizie circa le risultanze della perizia disposta dal GIP del Tribunale di Roma in sede di incidente probatorio nell’ambito del procedimento a suo carico per presunti danni alla salute della popolazione… La Radio Vaticana presenterà al più presto le proprie considerazioni e le controdeduzioni dei propri consulenti tecnici, il prof. Umberto Veronesi e la dott.sa Susanna Lagorio. E’ b…

PdL cade a pezzi e il Pd si fa sentire: in Italia troppi immigrati!

English

Storie e Notizie N. 223
Credo che l’immagine del Popolo della Libertà di questi ultimi giorni sia divenuta squallida e vergognosa perfino per il più incallito dei suoi sostenitori. Costui non lo ammetterà mai in pubblico e, nello stile dell’adorato cavaliere, additerà il tutto come il solito complotto della magistratura comunista. Tuttavia, sono persuaso che dentro di sé, magari la sera quando spegnerà la luce prima di addormentarsi, avrà ormai nitida la percezione di che razza di gente ha votato. Leggo stamani di diecimila pagine di atti depositati in cui si parla di una vera e propria loggia, un comitato d’affari segreto creato apposta per condizionare lo Stato, la cosiddetta P3. Grazie a queste indagini, al nome ormai scontato di Denis Verdini, si sono aggiunti quello - anch’esso una garanzia - di Marcello Dell’Utri e del sottosegretario all’Economia Nicola Cosentino. Mentre la notizia che Berlusconi avrebbe chiesto agli ambasciatori stranieri da lui incontrati di portare belle ra…

Berlusconi e Mandela a confronto

English

Storie e Notizie N. 222
A detta di molti giornali, l’attimo più emozionante della cerimonia che ieri ha preceduto la finale del campionato del mondo di calcio è stato il breve giro di campo di Nelson Mandela. Non appena la piccola auto elettrica è apparsa tutto lo stadio è balzato in piedi. Solo cinque minuti. Cinque minuti per salutare e sorridere alle persone presenti e le miliardi collegate via etere. Nessun discorso, nessun bisogno di lanciare messaggi illuminanti o toccanti. E’ un privilegio di quegli uomini la cui storia parla per loro e ottiene un oceano di rispetto e ammirazione da chiunque. Basta un cenno di saluto con la mano, un sorriso e la standing ovation è totale.
La realtà è che la gente si alzerebbe in piedi anche senza di essi, innanzi a uomini come Mandela. Uomini che la storia del mondo, tra le altre cose, definisce leaders. Si dice che ogni paese ha il governo che si merita. Ebbene, allo stesso modo, ciascun popolo (della libertà) ha il proprio leader. E vale il viceve…

Sciopero contro legge bavaglio occasione per mettersi in discussione

English

Storie e Notizie N. 221
Oggi è indubbiamente una giornata particolare per i giornalisti nostrani. Come tutti saprete, la Federazione Nazionale Stampa Italiana ha indetto per questo giorno uno sciopero per protestare contro il ddl intercettazioni. Ecco come inizia il comunicato sul sito: “I giornalisti italiani sono chiamati ad una forma di protesta straordinaria che si esprimerà in un “rumoroso” silenzio dell’informazione nella giornata di venerdì 9 luglio, contro le norme del ddl intercettazioni che limitano pesantemente il diritto dei cittadini a sapere come procedono le inchieste giudiziarie, infliggendo gravi interruzioni al libero circuito delle notizie. L’iniziativa ha ricevuto un’adesione massiccia, quasi totale. Non voglio entrare nella diatriba sciopero sì e sciopero no. Oltretutto, se dico no rischio di trovarmi d’accordo con Feltri, sebbene anche con Travaglio, e mi viene l’orticaria solo al pensarlo. D’altronde io non sono un giornalista. Scrivo e racconto storie. Eppure, c…

Aquilani terremotati manganellati e le bugie del Giornale

English

Storie e Notizie N. 220
Ieri a Roma abbiamo avuto l’ennesima dimostrazione di che razza di paese siamo diventati. Il comitato 3e32, rete di coordinamento L’Aquila, aveva indetto una manifestazione per il 7 luglio 2010, per portare in piazza le seguenti richieste: Si chiede innanzitutto la sospensione per tutti di tasse e tributi, il congelamento dei mutui e una serie di misure di sostegno all’occupazione e all’economia. Leggo sempre sul sito dei promotori che c’è stata grande e trasversale adesione a livello locale e nazionale. Associazioni, partiti, comitati, organizzazioni, aziende, comuni e province e varie istituzioni come l’Università de L’Aquila e la Curia Arcivescovile. Come la maggior parte di voi saprà, il corteo diretto a Montecitorio è stato fermato dalla polizia a via del Corso. Ne è venuto fuori l’ennesimo scontro tra agenti e manifestanti, con ben tre feriti. La notizia è ovviamente sulle prime pagine di tutti i media. Come sempre, però, ogni testata tende a dare una ve…

Berlusconi, PdL è nato per amalgamare centro destra: ecco la ricetta

English

Storie e Notizie N. 219
Il PdL è nato per amalgamare tutte le tradizioni politiche del centrodestra e per battere la vecchia partitocrazia. Parole di Silvio Berlusconi, presenti nella nota a margine dell’incontro da lui avuto ieri con i fedeli forzaitalioti del Popolo delle Libertà (non) vigilate. Adesso, mettendo da parte le ormai scontate critiche all’operato del premier, c’è da dire che questa dell’amalgama non è stata un’operazione da poco. Certo, fare un amalgama delle tradizioni del centro sinistra è molto più difficile. E’ come cercare di mettere insieme il pollo con la marmellata di ciliegie, Prodi e Veltroni lo sanno bene. D’altronde, qualcuno potrebbe far notare loro: ma perché cazzo vi incaponite con la marmellata? Accontentatevi del pollo, no?! Ah… voi siete quelli della marmellata? Ecco, è questo il problema: non si capisce chi è il pollo e chi la marmellata, da quella parte. Il che vorrebbe dire che l’amalgama funziona. Invece, sul più bello, salta fuori, che so, la sals…

Pioggia di euro in autostrada e la crisi è finita

English

Storie e Notizie N. 218
Ieri pomeriggio un tir portavalori si è ribaltato sull’autostrada A14 tra Cerignola e Foggia. Ne sono fuoriusciti due milioni in monete da 1 e 2 euro. Ma la notizia non è questa. E’ quello che di prevedibile pare sia accaduto subito dopo. A quanto sembra, gli automobilisti presenti si sono gettati sulla pioggia benedetta di denaro letteralmente a mani basse. Leggo che sono spariti almeno diecimila euro. Mettiamo che i fortunati – perché, diciamola tutta, in molti consideriamo l’avvenimento come un dono del destino… - siano stati una trentina, diciamo cinquanta, a dire tanto. Be’, si sono beccati in media 200 euro a testa. E’ un furto, siamo d’accordo, ma in tempi di crisi, tutto è relativo. Un incidente e una famiglia come tante in Italia, magari una tra quel 30% che è costretto a risparmiare sul cibo, si ritrova 200 euro in tasca. Magari per portare un giorno in più al mare i bambini. Ce ne vorrebbero di più di questi incidenti…
La Storia:
Tutto si svolse nell’arco d…

Berlusconi, il vecchio porco e la ballerina di lap dance

English

Storie e Notizie N. 217
Sta girando in questi giorni la notiziasecondo la quale, durante la sua visita brasiliana, Silvio Berlusconi abbia trovato il tempo di intrattenersi con ben sei ballerine di lap dance. Secondo il Daily Mail Alexandra Valença ha dichiarato di aver ricevuto circa 1000 euro per ballare per il nostro premier. Ecco l’intervista alla ballerina. Nello stesso tempo, i recenti dati Istat sull’occupazione sono inquietanti: quasi un giovane su tre è privo di un lavoro, aumento del 71% di cassa integrati negli ultimi sei mesi e diminuzione dell’occupazione di quasi un punto percentuale rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Fan del Berlusca, ce l’ho con voi. Non può essere vero, no? Certamente questa Alexandra e le altre si saranno inventate tutto per avere un po’ di notorietà, non è così? Le solite calunnie sul vostro amato premier, giusto? D’altronde, pure se fosse vero, la maggior parte di voi diranno: Ma che c’è di male? Gli piacciono le donne, e allora? Meglio c…

In Finlandia banda larga è un diritto. Perché in Italia no?

English

Storie e Notizie N. 216
Da ieri, primo luglio, la Finlandia è il primo paese al mondo a rendere la connessione ad internet a banda larga un diritto legale per tutti gli abitanti. “Abbiamo tenuto conto del ruolo di Internet nella vita quotidiana dei cittadini”, ha spiegato il ministro delle comunicazioni Suvi Linden. “Non è più solo uno svago". Già, non è più solo uno svago. A mio modesto parere, non è mai stato solo uno svago. Se si pensa che Arpanet, il precursore della rete come la conosciamo oggi, era nato da un progetto di difesa e controspionaggio al servizio del governo statunitense. Comunque internet ad alta velocità per tutti è una decisione estremamente importante per una nazione. Significa garantire a tutti i cittadini uno strumento fondamentale di informazione e soprattutto libera condivisione di quest’ultima. Il segno di una democrazia sana. Perché nel mio paese non è possibile?
La Storia:
C’era una volta un paese che possiamo chiamare anche Italia. Anzi, è l’Italia. Stavol…