11 maggio 2011, Bob Marley: alzatevi e ribellatevi per i vostri diritti

L’11 maggio del 1981 Robert Nesta Marley detto Bob moriva.
Eppure, trent’anni dopo la sua scomparsa, sono qui a dirvi che è ancora vivo.
E’ sufficiente guardarsi intorno e vedere che lo sono più che mai le sue frasi, ogni singola parola delle sue canzoni.
Vi propongo una libera traduzione del testo di Get up, Stand up (1973), che dedico ai popoli in rivolta nel nord Africa e soprattutto a coloro che nel resto del mondo non hanno ancora trovato la forza di ribellarsi:

Alzatevi, ribellatevi: ribellatevi per i vostri diritti.
Predicatore, non dirmi che il paradiso è sotto terra.
So che tu non sai quale vita veramente valga.
Non è tutto oro ciò che luccica.
Metà della storia non è stata mai raccontata.
Così, ora voi vedete la luce, ribellatevi per i vostri diritti, avanti!
La maggior parte della gente pensa che un grande dio giungerà dai cieli, portando tutto via e rendendo tutti felici.
Tuttavia, se voi sapeste quale vita ha valore, cerchereste le vostre adesso, sulla terra: ed ora che vedete la luce, ribellandovi per i vostri diritti, non abbandonate mai la lotta!
Noi siamo stufi e stanchi dei vostri giochi, di morire e andare in paradiso nel nome del signore.
Noi diverremo consapevoli quando capiremo che il potente dio è un essere umano.
Talvolta voi potete ingannare alcune persone, ma non riuscirete ad ingannarci tutti per sempre.
Così, adesso che vediamo la luce, cosa faremo? Ci ribelleremo per i nostri diritti!
Alzatevi, ribellatevi.
E non abbandonate la lotta.
Mai!


Venerdì 20 maggio 2011, vieni ad ascoltarmi a Roma: L'Italia che vorrei.

Storie e Notizie: storie, frutto della mia fantasia, ispiratemi da notizie dei media.



Condividi questo articolo:
Condividi su FacebookCondividi su OKNotizieCondividi su TwitterCondividi su FriendfeedCondividi su Google

Commenti