Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2011

Stupro correttivo per lesbiche in Sud Africa

La storia di Noxolo Nkosana
Storie e Notizie N. 402
Noxolo Nkosana è una ragazza di 23 anni che vive in Sud Africa. Noxolo è lesbica. E per questa ragione è stata pugnalata più volte alla schiena, sfiorando di molto poco la morte. Lo stupro correttivo, al fine di riportare le vittime sul 'giusto' orientamento sessuale, è un’ignobile e disumana pratica che si è diffusa negli ultimi dieci anni nel suo paese, l’unico del continente africano ad aver legalizzato il matrimonio omosessuale. La precedente aggressione saltata agli onori della cronaca – tra quelle riportate… - risale allo scorso aprile e riguarda l'omonima Noxolo Nogwaza, attivista per i diritti LGBT, violentata da otto uomini e poi uccisa vicino Johannesburg. Quando una donna afferma di essere lesbica”, ha dichiarato alla BBC Thulani Bhengu, 35 anni, “è come se dicesse agli uomini che non sono buoni abbastanza.” Be’, tali uomini definirli non abbastanza buoni è eccezionalmente riduttivo…
La Storia:
Ci sono donne. Ci sono do…

Aung San Suu Kyi: Birmania espelle Michelle Yeoh The Lady

E dell’ottusità del potere…
Storie e Notizie N. 401
Da Freedom from fear (in Italia tradotto con liberi dalla paura), discorso del premio Nobel per la pace Aung San Suu Kyi in occasione del Sakharov Prize for Freedom of Thought (Premio Sakharov per la libertà di pensiero) assegnatole nel 1990: “Non è il potere che corrompe, ma la paura. Il timore di perdere il potere corrompe chi lo detiene e la paura del castigo del potere corrompe chi ne è soggetto.” La paura di perderlo corrompe chi detiene il potere... Anche da noi lo sappiamo bene, non è così? Tra le altre cose – e pure di questo abbiamo anche noi copiose dimostrazioni – tale corruzione comporta una crescente ottusità. Difatti, leggo che lo scorso 22 giugno il governo della Birmania ha fermato l’attrice malese Michelle Yeoh appena giunta a Rangoon e dopo poche ore l’ha espulsa dal paese. Per quale motivo? A tutt’oggi, l’unica spiegazione ufficiale è che la Yeoh è presente nella blacklist (la lista nera) delle persone non gradite al gover…

I popoli hanno il potere e non si arrenderanno mai: no tav

The peoples have the power and never surrender
Storie e Notizie N. 400
La frase del titolo è presa da un enorme striscione apparso oggi ad Atene, sulla collina dalla quale il Partenone sovrasta la città. L’iniziativa è opera di un gruppo di sindacalisti del Pame, che in Grecia protesta contro i tagli decisi del governo all’interno del piano cosiddetto di austerità. Questo messaggio segue il già noto Popoli d’Europa sollevatevi (Peoples of Europe rise up) ma ha un significato molto diverso, a mio modesto parere. Non rappresenta una rivoluzionaria esortazione, come il precedente. E’ piuttosto una categorica affermazione. Non incita il popolo a ribellarsi e a prendere il potere. Bensì sostiene che quel potere i popoli ce l’hanno già. E che non si arrenderanno mai, ovvero, lotteranno senza fine contro chi cercherà di privarli di esso…
La Storia:
Da uno scritto apocrifo del noto filosofo greco Peismatári̱s del 500 a.C.:
“Siamo in democrazia!” esclamò Kyriakos nel mezzo della piazza. “Democrazia, dici?”…

Freedom Flotilla 2: bandiera di Alice Walker

Storie e Notizie N. 399
Alice Walker è una scrittrice americana e attivista dei diritti civili. Ha vinto il premio Pulitzer con il romanzo Il colore viola. Ed è una donna che ha conosciuto fin da bambina l’ingiustizia e la violenza della discriminazione razziale negli Stati Uniti. In una lettera inviata lo scorso 21 giugno alla CNN, la cui versione completa potete leggere sul suo blog, dopo aver annunciato di essersi unita all’equipaggio della nave The Audacity of Hope (Il Coraggio della Speranza, come il titolo del noto libro di Barack Obama...), parte della Freedom Flotilla 2 (qui info sulla spedizione italiana), ha raccontato le ragioni della sua scelta. E’ stato un piacere tradurla. Sono parole che conserverò dentro di me.
La Storia:
Dalla lettera inviata da Alice Walker alla CNN:
Perché sto per salire sulla Freedom Flotilla II verso Gaza? Questo mi sono domandata, anche se la risposta è: cos’altro potrei fare? Sono nel mio sessantasettesimo anno, avendo già vissuto una lunga e fruttuosa v…

Geert Wilders assolto: cattolicesimo al posto di Islam è uguale?

Storie e Notizie N. 398
Il politico olandese Geert Wilders, autore del discusso cortometraggio sull’Islam dal titolo Fitna, è stato assolto dai cinque capi d’accusa che gli erano stati rivolti: 1. Insulto di gruppo 2. Incitamento all’odio verso i musulmani a causa della loro religione 3. Incitamento alla discriminazione verso i musulmani a causa della loro religione 4. Incitamento all'odio verso gli immigrati non-occidentali e marocchini per motivi di razza 5. Incitamento alla discriminazione verso gli immigrati non-occidentali e marocchini per motivi di razza Per chi non lo conoscesse, Geert Wilders è il leader del Partito per la Libertà. Come dire, ogni paese ha il suo difensore della stessa. Quale libertà? Quella di essere anti-islamico e anti-immigrati, per dirne due. La libertà di essere anti qualcosa, di essere contro qualcuno. Se poi quel qualcuno risulta innocente o si scopre che non è mai stato un problema, be’… tanto ormai lo hai eletto e te la prendi nel… come si dice in ola…

Storie di animali: la vera storia del pinguino

Storie e Notizie N. 397



La Storia:
C’era una volta Peka Peka Beach, una spiaggia nell’Isola del Nord, in Nuova Zelanda. Non so se il protagonista di questo racconto fosse un maschio o una femmina. Stavolta, per buona sorte, non è importante. Quello che so è che si trattava di una creatura degna di riverenza e rispetto. Tutto quello che si deve ad un imperatore



Era tempo che non se ne vedevano da quelle parti, liberi e fieri. Almeno 44 anni. Cioè, di buffoni travestiti da imperatori se ne vedono tutti i giorni, in ogni parte del mondo, ma è indispensabile conservare la capacità di riconoscerne uno vero, quando lo si incontra. Altrimenti, si finisce per obbedire al buffone e allora sono… guai, per essere educato. No, il nostro era un vero imperatore…


Ma non esclusivamente per diritto di nascita. Se non altro, egli si era guadagnato quella riverenza e quel rispetto di cui parlavo poc’anzi perché era stato capace di partire dai ghiacciai dell’Antartide e nuotare per 3.300 chilometri fino alla spiaggi…

Danni fumo sigarette in immagini shock: campagna americana

Storie e Notizie N. 396
Leggo sul New York Times che i funzionari federali della sanità hanno pubblicato la selezione finale di nove immagini di avvertimento per coprire la metà superiore dei pacchetti di sigarette a partire dal prossimo anno, quale primo cambiamento importante in questo tipo di campagna da più di un quarto di secolo di opposizione ai produttori di tabacco. Mio padre è morto per un tumore ai polmoni a causa del fumo. Per questa ragione considero la lotta contro chi fabbrica e vende sigarette una questione personale. Ed è per lo stesso motivo che mi sono permesso di prelevare le suddette foto e, traducendo il testo delle avvertenze, dare vita a…
La Storia:



























Lo dico da sempre che gli americani sono i più bravi al mondo nel terrorizzare il prossimo. Per coerenza, non posso che appoggiarli quando lo fanno a fin di bene…
La Notizia: Dal New York Times, Il Governo statunitense ha scelto le foto per dissuadere i fumatori.
Storie e Notizie: storie, frutto della mia fantasia, ispiratemi…

UNHCR World Refugee Day: menzogne dei paesi ricchi

Storie e Notizie N. 395
Oggi è la Giornata mondiale del rifugiato. Rifugiato, altra parola sfruttata e abusata da politici e media, soprattutto nostrani. Come afferma giustamente Wikipedia, giuridicamente indica chi scappa o viene espulso a causa di discriminazioni politiche, religiose o razziali dal proprio paese e trova ospitalità in terra straniera. Sempre giuridicamente, più generico è il termine e quindi la condizione di profugo, che permette al primo di richiedere il cosiddetto asilo politico. Tuttavia, nel nostro mondo esiste un altro strumento per trovare il senso delle parole, al di là delle convenzioni legali: il dizionario. Si da il caso che rifugiato sia anche il participio passato del verbo riflessivo rifugiarsi, ovvero cercare rifugio, mettersi al riparo, al sicuro. Un verbo, anzi bisogno, che ognuno di noi può aver provato nella propria vita. Un verbo, anzi bisogno, che tutti potremmo vivere un giorno. Un verbo che è un bisogno il quale risiede in uno degli istinti umani più leg…