Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2011

Felice estate

Non sono un pessimista. E neppure un ottimista. Per quanto posso, mi sforzo di usare tutta l’immaginazione che ho per comprendere meglio la realtà che mi circonda. Lo so, può sembrare un paradosso, ma è l’unico modo che ho trovato per partecipare a questo mondo. Ovvero, il solo che riesce a farmi sentire parte di esso in maniera attiva, senza subire gli eventi. Perché? Semplice: se sono capace di trovare almeno una storia che sia migliore – a mio modesto parere, ovviamente… - di quelle orribili che i miei occhi vedono quotidianamente, allora vale la pena esserci. Laddove poi ho anche la fortuna e l’onore di vederla letta e ascoltata, allora, forse c’è qualche possibilità che un giorno non sia più solo una storia…
Augurandovi una felice estate e ringraziandovi di cuore di esser passate/i di qui, anche solo per errore, vi lascio con i post più letti da un anno a questa parte:
Settembre 2010: Discorso Berlusconi al voto: testo e video in anteprima
Ottobre 2010: Wikileaks file segreti Iraq: telegram…

Africa: fame e siccità e Beyoncé compra le scarpe…

Storie e Notizie N. 412
La Storia:
Un’ora e mezza. Ovvero, novanta minuti. 90 minuti e 9.000 sterline. Questo era il valore di Beyoncé ieri, in Oxford Street, a Londra. Non è facile spendere 9.000 sterline in 90 minuti. Cioè, non lo sarebbe per me… Ma io non sono Beyoncé. Non sono una rockstar, ricca e famosa. Ieri, lei aveva ben chiaro come spendere ciascuna di quelle 9.000 sterline: scarpe. 9.000 sterline in scarpe. Quante scarpe potrei comprare con 9.000 sterline? In euro sono circa 10.200. Non riesco neppure ad immaginare quante… Di quelle che comprerei io, nei negozi in cui andrei, 90 minuti non sarebbero sufficienti. Ma Beyoncé, in quei negozi, non entrerà neanche per errore. Ieri sapeva perfettamente dove fosse. Nel posto dove in 90 minuti puoi gettare al vento 9.000 sterline e portare a casa le tue scarpe nuove. Quante paia? Non è importante. Come non è importante il prezzo, quanto c’era nel borsello prima di uscire di casa e quanto dopo novanta minuti. Beyoncé aveva ieri il diritto di decidere com…

Renzo Bossi video: ho sbagliato tutto?

Storie e Notizie N. 411

D’estate, si sa, girano le notizie più strane.
Come quella di un cittadino austriaco, Niko Alm, che riesce dopo anni a farsi accettare sulla patente la foto con lo scolapasta in testa, rivendicando il diritto di esprimere con quest’ultima la sua appartenenza alla religione detta pastafarianesimo.
Ma il top dei top è il video di Renzo Bossi - battezzato trotadal padre Umberto - che spiega le innovazioni di internet, i social network e il web 2.0...

La Storia:

Questi nuovi media in fondo sono un fenomeno che entrano inesorabilmente nella nostra vita.
E di fatto, la generazione di cui faccio parte, li ha proprio presi.
Io stesso uso questi nuovi media.
I social network come Facebook e Twitter quotidianamente, sempre improntandoli a quello che è l’ambito lavorativo.
Quindi sono convinto del fatto che i social network cambieranno anche l’evoluzione della televisione.
Di fatto, in futuro le televisioni e i media dovranno ritornare ad essere interpreti di valori locali, riavv…

Bambini schiavi più felici: Michele Bachmann candidata presidenza USA

Storie e Notizie N. 410
La schiavitù ha avuto un impatto disastroso sulle famiglie afro-americane, ma purtroppo un bambino nato schiavo nel 1860 aveva più probabilità di essere allevato da un padre ed una madre in una famiglia con due genitori che uno nato dopo l'elezione del primo presidente afro-americano degli Stati Uniti”. Prima di essere tempestivamente cancellata, tale vergognosa frase era contenuta in un documento redatto dal delirante – me ne prendo tutta la responsabilità – gruppo ‘cristiano’ conservatore The Family Leader, dal titolo The Marriage Vow (Il voto o meglio vincolo del matrimonio) Tuttavia, la notizia che ha fatto scalpore non è questa. Di folli ce ne sono tanti al mondo, soprattutto dove fermenta il fanatismo religioso. Si da il caso che la probabile prossima candidata repubblicana alle elezioni presidenziali americane del 2012 e sfidante di Obama, Michele Bachmann, abbia sottoscritto tale vaneggiante testo. Nella versione originale, prima dell’auto censura, inten…

Borsa Italiana in crisi: Merkel richiama o loda Berlusconi?

Storie e Notizie N. 409
Ecco perché non mi fido dei giornali. Ragion per cui da circa tre anni esiste questo blog. Cercando di comprendere meglio la forte crisi dei mercati nostrani, leggo or ora sull’autorevole Corriere della sera che per la Germania 'la manovra Italiana è ok', che ci appoggia e che il ministro delle finanze tedesco la definisce convincente. Non contento, trovo la conferma su La Repubblica, che titola: “Merkel fiduciosa su conti pubblici italiani”. Tale è più o meno il tenore delle notizie che ho visto su molti altri quotidiani. E non stiamo mica parlando de Il Giornale o Libero, notoriamente e sfacciatamente vicini al governo Berlusconi. Tuttavia, siccome ormai sono diventato un dubitatore professionista, sono andato a dare un’occhiata a cosa ne dice la stampa in Germania. Ecco, ammetto di non parlare il tedesco, ma con l’ausilio di Google translate, senza andare nello specifico degli articoli, solo i titoli raccontano qualcosa di radicalmente diverso…
La Storia:
Merk…

Ombrellone del viandante di colore: civiltà o razzismo velato?

Storie e Notizie N. 408
Dal Tirreno: “Gratis sotto l’ombrellone per trenta minuti. È la possibilità offerta a tutti - compresi i venditoridi colore che ogni giorno macinano chilometri sulle spiagge - dallo stabilimento balneare Vittoria a Marina di Pisa.” Alessandro Cordoni, titolare dello stabilimento e ideatore dell’iniziativa, l’ha battezzato ombrellone del viandante, con un cartello in varie lingue e i colori della pace. “Stanchi di camminare sotto il sole”, afferma il Cordoni, “i venditori di colore sono soliti sedersi sulle sdraio dei bagni, con inevitabili proteste da parte dei clienti. Ora al Vittoria il problema è superato.” Ecco, sono perplesso. Il fatto è che non so dire se la cosa sia un sintomo di civiltà oppure un’ennesima dimostrazione della nostra arretratezza nei confronti dei diritti umani. Come spiega lo stesso Cordoni nell’articolo, la legge dice che l’accesso al mare è libero per tutti, di colore o solo abbronzati. D’altra parte, però, l’idea dell’ombrellone per i vianda…

Esecuzione sedia elettrica per moglie che vuole divorziare

Storie e Notizie N. 407
La Storia:
Mi chiamo Andrew Castle e sono stato condannato a dieci anni di prigione. Ma andiamo per ordine. E il miglior modo, fino a prova contraria, è ancora cominciare dall’inizio. Ho 61 anni e sono un pensionato. Sono stato contento di smettere di lavorare. Provate voi a fare il commesso per tutta la vita e poi riparliamone. Mi capite, vero? E poi, la mia felicità io l’ho sempre trovata a casa. Se ho una bella villa? No, ma quale villa, intendevo dentro casa… Sto parlando di mia moglie. La mia adorata moglie. Mi capite, giusto? Un’adorata moglie, che dopo diciotto anni insieme, lo scorso autunno viene da me e mi fa: “Voglio il divorzio.” Così, senza preamboli, nemmeno dopo essersi schiarita la voce. Era lì, ferma in piedi sulla soglia del soggiorno, mentre di spalle cercavo di recuperare il telecomando finito sotto il cuscino del divano. “Perché?” ho chiesto basito. “Perché sei troppo controllante e prepotente!” E se n’è andata dalla sua amica, quella Gladys. Che botta. Mi capit…

Massacro Srebrenica: Olanda colpevole

Storie e Notizie N. 406
Ieri una notizia ha cambiato la storia. Presente e soprattutto passata. Ovvero, ad essere precisi, ha mutato il giudizio su di essa.
Non era mai accaduto prima e pare sia solo l'inizio... La Corte d’appello dell’Aja ha riconosciuto l’Olanda responsabile della morte di tre musulmani, trucidati insieme ad altri ottomila in quello che viene ricordato come il massacro di Srebrenica, avvenuto nel luglio del 1995, tre giorni dopo la partenza dei caschi blu olandesi. Caschi blu. I custodi della pace, i peacekeepers
La Storia:
Dal sito delle Nazioni Unite, cos’è il Peacekeeping? Ce lo dice George Clooney...

"La pace non è solo un nastro colorato. E’ più che un polsino o una T-shirt.
Non è solo una donazione o una maratona benefica. Non è solo una canzone popolare o una colomba bianca. E la pace è certamente qualcosa di più che il testimonial di una celebrità. La pace è un lavoro a tempo pieno. E’ proteggere i civili. Supervisionare le elezioni. E disarmare gli ex combatt…

Storie sulla fame nel mondo: i bambini più piccoli

Storie e Notizie N. 405

La Storia:
C’era una volta il paese dei record. Si chiama Africa. No, perché l’Africa è il paese dei record, mica l’America. Quelli sono i film in 3D o peggio quella marea di insulsi serial su detective che sminuzzano cadaveri e scannerizzano impronte. Prendete Dadaab. Conoscete Dadaab? Lì c’è il campo profughipiù grande del mondo. Sì, lo so che la definizione più giusta sarebbe campo per rifugiati, ma se dico profughi qui in Italia si capisce meglio. Che volete farci, nel mio paese c’è una grande confusione sulle parole e soprattutto il loro significato. Nel campo di Dadaab ci sono almeno 370.000 rifugiati. Che poi vuol dire persone, ovvero esseri umani. Uomini e donne. E bambini. Pensate che secondo Save the Children, in tutto il Corno d’Africa 4 milioni e mezzo di questi ultimi non hanno abbastanza da mangiare e da bere. Ma i record non finiscono qui. Jane Cocking, direttore dell’organizzazione umanitaria Oxfam, afferma che anche per colpa della siccità siamo…

Perché no Tav? G8 Genova 2001 docet

Storie e Notizie N. 404
No Tav info”, ho appena verificato, è attualmente tra le combinazioni di termini più ricercate su Google sul tema della tanto discussa linea ferroviaria Torino Lione. È comprensibile, poiché nasce da una domanda fondamentale: perché no Tav? Quali sono le ragioni della protesta? Una mia idea me la sono fatta, ma non sono qui per convincere nessuno. Di solito mi sforzo di non farlo mai. Quel che mi preme di più è invece offrire stimoli alla riflessione. Per far ciò, cerco di basarmi sui fatti. Mettiamo che io sia qualcuno che non sa nulla di questa vicenda. Che so, qualcuno che osserva il nostro paese dall’estero. Una persona che non sia favorevole alla Tav ma neppure contraria. Un individuo al di sopra delle parti che voglia capire cosa sta accadendo, ovvero quali sono i motivi del contendere e le fazioni in campo. Accendo il mio computerino, apro il mio motorino di ricerca e cerco di farmi un’opinione. Si da il caso che se cerco alle 17.05 di oggi le parole “sì Tav” su Goo…

Povero Strauss-Kahn: violentato da cameriera bugiarda

Storie e Notizie N. 403
I giornali… Ditemi voi se esiste al mondo qualcosa di più lontano dai fatti. Per non parlare dei giornali che riportano notizie prese da altri giornali. E di quei giornali che riportano notizie da altri giornali scritte in una lingua straniera, traducendo a cappero solo ciò che gli interessa? Ah, quelli sono proprio il non plus ultra della manipolazione. Prendete le notizie che or ora si stanno diffondendo in Italia su l’ex direttore del Fondo Monetario Internazionale, Dominique Strauss-Khan. I titoli dicono già tutto: Strauss-Kahn verso la libertà: la cameriera avrebbe mentito (Corriere della sera) Strauss-Kahn verso il rilascio: "La cameriera ha mentito" (La Stampa) Un bluff il caso Strauss-Khan? Le bugie della donna (L’Unità) Caso Strauss Kahn, colpo di scena: forse torna libero, l'accusa vacilla (Il Giornale) Si da il caso, però, che le fonti originali – ovvero i media statunitensi - raccontano la cosa in una maniera leggermente diversa. Se date un’occhiat…