Africa: fame e siccità e Beyoncé compra le scarpe…

Storie e Notizie N. 412

La Storia:

Un’ora e mezza.
Ovvero, novanta minuti.
90 minuti e 9.000 sterline.
Questo era il valore di Beyoncé ieri, in Oxford Street, a Londra.
Non è facile spendere 9.000 sterline in 90 minuti.
Cioè, non lo sarebbe per me…
Ma io non sono Beyoncé.
Non sono una rockstar, ricca e famosa.
Ieri, lei aveva ben chiaro come spendere ciascuna di quelle 9.000 sterline: scarpe.
9.000 sterline in scarpe.
Quante scarpe potrei comprare con 9.000 sterline?
In euro sono circa 10.200.
Non riesco neppure ad immaginare quante…
Di quelle che comprerei io, nei negozi in cui andrei, 90 minuti non sarebbero sufficienti.
Ma Beyoncé, in quei negozi, non entrerà neanche per errore.
Ieri sapeva perfettamente dove fosse.
Nel posto dove in 90 minuti puoi gettare al vento 9.000 sterline e portare a casa le tue scarpe nuove.
Quante paia?
Non è importante.
Come non è importante il prezzo, quanto c’era nel borsello prima di uscire di casa e quanto dopo novanta minuti.
Beyoncé aveva ieri il diritto di decidere come spendere le sue 9.000 sterline.
Ma quei 90 minuti…
Ognuno di essi è trascorso per altre sei miliardi di persone.
Il tempo, per buona o cattiva sorte, è di tutti.
E allora capita che in quei 90 minuti, 5400 secondi, quasi mille bambini sono morti di fame.
E così è stato in tutti i novanta successivi, fino ad ora, in questo preciso attimo in cui sto scrivendo questa storia come in quello in cui voi la leggete.
Andrà avanti così, finché Beyonce e tutti quanti noi non decidiamo di cambiare il nostro tempo e quello degli altri…

Da Agire:
Anche se l’Africa orientale è frequentemente colpita da alti livelli di insicurezza alimentare, la situazione attuale è estremamente problematica. I tassi di malnutrizione registrati sono preoccupanti, con punte del 45% tra i profughi somali giunti in Etiopia. Aggrava ulteriormente la situazione l’aumento dei prezzi delle derrate alimentari, con una stima di circa il 240 per cento di crescita. Inoltre i movimenti di persone in fuga dai paesi maggiormente colpiti indicano un complessivo peggioramento della situazione umanitaria nella regione.

Nove ONG di AGIRE sono presenti nell’area, stanno monitorando costantemente la situazione e sono attive con programmi di medio e lungo periodo (ogni link conduce alla sezione aiuti di ciascuna organizzazione):
ActionAid: Etiopia | Kenya | Sudan
AMREF: Etiopia | Kenya | Sudan
CESVI: Etiopia | Kenya | Sudan
CISP: Etiopia | Kenya | Sudan
COOPI: Etiopia | Kenya | Sudan
COSV: Somalia | Sudan
Intersos: Somalia | Kenya | Sudan
Vis: Etiopia | Sudan

In attesa che anche i mezzi d’informazione italiani incomincino a dar voce a questa grave crisi umanitaria così come sta già avvenendo in altri paese europei, comunicheremo gli aggiornamenti che ci arrivano dal campo.

La Notizia: Dal Daily Mail, ieri Beyoncé ha speso 9.000 sterline in soli 90 minuti facendo shopping in due negozi di scarpe in Oxford Street.

Storie e Notizie: storie, frutto della mia fantasia, ispiratemi da notizie dei media.



Condividi questo articolo:
Condividi su FacebookCondividi su OKNotizieCondividi su TwitterCondividi su FriendfeedCondividi su Google

Commenti

  1. La Beyoncé, da rockstar, non può stare attaccata alle miserie della vita. Se li avesse spesi per quelle povere vittime, avrebbe fatto la notizia, ma si sarebbe impoverita. Così, invece, la notizia è che le scarpe non se le può mangiare in caso di carestia. Ciao.

    RispondiElimina

Posta un commento