Agenda

Novembre 2017, Spettacolo teatrale e musicale in occasione dell'uscita del romanzo
Carla senza di Noi, Graphofeel Edizioni

Berlusconi Forza Gnocca: vagina scrive al premier

Storie e Notizie N. 439

La Storia:

Caro Silvio Berlusconi,
caro unicamente nel senso di costoso, dispendioso e quanto mai oneroso per i cittadini del paese che lei indegnamente governa, sono qui a scriverle questa missiva giammai per inviarle il mio disappunto per la sua ennesima volgare uscita.
Uscita che ha già fatto il giro del mondo, vedendo tradotto quel suo Forza Gnocca in Go Pussy
Non sono qui per farle la morale e nemmeno per ricordarle ancora una volta che, essendo lei un leader di stato, qualsiasi cosa dice, dalla dichiarazione ufficiale alla volgare facezia con gli amici di bevute, diviene automaticamente e ovunque immagine di sessanta milioni di persone.
Non lo farò perché oramai non credo affatto che lei sia in grado di comprendere il significato della maggior parte delle sue azioni, figuriamoci le loro conseguenze.
Forza Gnocca, dice?
Ebbene io sono una gnocca, ovvero una vagina, e sono qui a dirle che lei non avrebbe il coraggio di farlo un partito con il mio nome, questa è la verità.
Lei non ha le palle, letteralmente, di guardarmi dritto nella vulva.
Lei ha bisogno continuamente di camuffarmi, di travestirmi.
Da ragazzina, da ballerina di lap dance, da infermiera, da suora e perfino da consigliera comunale e deputata.
Questo è il Bunga Bunga, lo ammetta una volta per tutte: è la prova della sua totale mancanza di coraggio innanzi a me, la vagina.
Ecco perché lei dice gnocca e non mi chiama col mio nome.
Non è solo il desiderio di far sorridere con una puerile affermazione volgare.
Lei mi chiama così perché anche gnocca è un travestimento.
Lei così confonde i contorni delle mie forme e riesce ad evocarmi placando l’angoscia che le sale dentro al pensiero di trovarsi di fronte a me, da solo, nudo.
Lei sa cosa intendo, vero?
E’ questo il più grande incubo della sua vita.
Solo e nudo, nuda io e nudo lei.
Veramente nudo, senza l'aiuto di tutte le sue maschere. Via il presidente del consiglio, via il capo d’azienda, via il proprietario delle reti televisive e dei giornali, via il padrone della squadra di calcio.
Solo un piccolo vecchio di settantacinque anni, con la prostata malandata, faccia a faccia con una vagina.
Che tristezza.
Se non sapessi che si tratta di lei, proverei compassione...

La Notizia (Daily Mail): 'Go Pussy!' Silvio Berlusconi suggests new offensive name for his Italian political party to boost its popularity.

(Foto da L'origine du monde, Gustave Courbet)

Storie e Notizie: storie, frutto della mia fantasia, ispiratemi da notizie dei media.



Condividi questo articolo:
Condividi su FacebookCondividi su OKNotizieCondividi su TwitterCondividi su FriendfeedCondividi su Google

Commenti