Spread significato economico: storia della vecchia

Storie e Notizie N. 468

C’era una volta un’anziana signora di nome Italia.
Quel giorno, come faceva quotidianamente, Italia prese la BORSA e uscì di casa per andare a fare la spesa ai MERCATI.
In quel periodo, i MERCATI erano molto affollati, dovevi fare letteralmente a BOT per camminare tra la gente, anch'essa giunta nella PIAZZA per fare buoni AFFARI.
Italia era vecchia, ormai ci vedeva poco e ci sentiva anche meno. Inoltre con gli anni era diventata molto POOR, rimpiangendo i tempi in cui la spesa la faceva nei negozi sotto casa o al massimo alla STANDARD, dove i prezzi erano stampati perfettamente sulle etichette invece che scritti a mano sui cartoncini delle bancarelle.
“Signora Italia”, le disse il fruttivendolo, “guardi che splendide mele DOW JONES che ho stamani, se ne prenda uno STOCK.”
Italia, essendo come già detto di vista debole, non aveva altra OPTION che fidarsi dell’uomo, sperando che questi non la volesse TRADING.
Inoltre, il tipo continuava ad INSIDER: “Signora Italia, senza OBBLIGAZIONE, eh? Decida con calma, se vuole può pagare anche a RATING, le offro ottimi INTERESSI.”
Ciò che seguì fu rapido e per questo fatale per la vecchia Italia.
BTPBTPBTP…” fece la suoneria del cellulare del venditore.
MIB!” esclamò quest’ultimo rivelando una chiara origine siciliana, “scusi, signora, devo rispondere, mia moglie l’hanno licenziata e ha bisogno che la CONSOB…”
Nello stesso tempo, un’auto dei carabinieri dei NASDAQ transitante alle spalle della vecchina forò una gomma: “BUND!”
Italia si voltò di scatto spaventata dall’esplosione e SPREAD!
La sua BORSA, impigliatasi in un chiodino sporgente dal bancone, si lacerò senza che lei se ne accorgesse, facendo cadere tutti i soldini, i quali divennero preda di occhi più giovani e svelti.
Fu così che Italia, per evitare di finire sul lastrico, si ritrovò a dover andare al MONTI di pietà.

La Notizia (RAI News24): Mercati scettici, lo spread risale.

Storie e Notizie: storie, frutto della mia fantasia, ispiratemi da notizie dei media.




Commenti

Posta un commento