Laureato sfigato dopo 28 anni: lo dice il figlio dell’avvocato Martone

Il viceministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Michel Martone ha detto: “Chi si laurea dopo i 28 anni è uno sfigato”.
Ha ragione. Se uno si ritrova il papino che fa l’avvocato generale in Cassazione e il presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati ti credo che si laurea in legge prima dei 28 anni.
Altro che sfigato, ha un culo come una casa…


Storie e Notizie: storie, frutto della mia fantasia, ispiratemi da notizie dei media.



Condividi questo articolo:
Condividi su FacebookCondividi su OKNotizieCondividi su TwitterCondividi su Friendfeed

2 commenti:

  1. Gli sfigati spesso hanno seguito dei sogni che non si sono realizzati, spesso si sono mossi a ventaglio su tanti interessi, spesso hanno amato senza trovare un amore, spesso hanno studiato cercando di capire quello che stavano studiando, spesso hanno rifiutato qualche raccomandazione perché gli faceva un po’ schifo, si sono resi conto che non sapevano vendere in un paese di venditori ….

    Certamente chi si è laureato a 23 anni ha sicuramente molte più possibilità di inserirsi nel mondo del lavoro, ha di fronte a se tanti anni di giovane da spendere per successivi corsi e successivi tentativi; chi arriva alla laurea a 30 anni faticosamente, per svariati motivi, ha meno opportunità di fronte a se; ma una società che ti dice che non hai combinato niente per aver studiato è una società di merda … e Martone in qualche modo rappresenta in forma cosciente questa società.

    RispondiElimina
  2. @Francesco: Grazie del tuo bellissimo commento da parte di uno sfigato.

    RispondiElimina