Antipolitica definizione e significato: Alfabeto completo

Storie e Notizie N. 584

Antipolitica: Termine usato dai partiti e dai giornali a questi asserviti per identificare chi metta a repentaglio i loro privilegi (sinonimo: anticasta)
Bipartisan: Quando i partiti si mettono d’accordo per fregare i cittadini (sinonimo: inciucio)
Casa dei politici: Appartamento che qualcuno gli compra a loro insaputa ma che non ci sono stati mai.
Democratici: Sono al centro, ma si fanno chiamare sinistra (vedi Sinistra antagonista)
Esodati: Cittadini raggirati dai governi precedenti e umiliati da quelli attuali.
Federalismo: lo nominano tutti in campagna elettorale, ma nessuno lo vuole veramente, compresi i leghisti.
Governo tecnico: Governo che tecnicamente fa il lavoro sporco dei partiti che lo sostengono.
Hollande: nuovo incubo per Bersani, prova indiscutibile che un centro sinistra può addirittura vincere le elezioni.
Imu: Manovra cresci Italia rivelata.
Leader politico: persona il cui nome vedi scritto grosso sui manifesti elettorali e a cui i giornalisti reggono il microfono in tv.
Moderati: aggettivo usato dai politici per ottenere i voti dei cattolici.
Negazione: Posizione invariabile del politico colpevole di fronte alle rare domande che lo inchiodino.
Orgoglio nazionale: sentimento saltuario risvegliato in occasione di vittorie sportive e parate militari.
Peculato: sottrazione indebita di denaro di politici ai danni dei cittadini (in caso di persone normali, dicesi semplicemente furto).
Qualunquista: Ogni cittadino che osi sottolineare l’assoluta mancanza di credibilità della propria classe politica.
Rimborso elettorale: trasferimento legalizzato di quantità indefinite di denaro dalle tasche dei cittadini a quelle dei partiti.
Sinistra antagonista (o radicale): E’ la vera sinistra e l'aggettivo serve per distinguerla da quella finta (vedi i Democratici).
Tesoriere: Colui che ruba i soldi per tutti gli amici ma se si fa beccare il colpevole è solo lui.
Unione Europa: il vero capo del paese, insieme alle banche.
Verdetto: Esito che comporta una condanna vera e propria a meno che l’imputato non sia un politico o che, come tale, abbia perso tutti gli amici che contano.
Zero: Valore approssimato per eccesso degli interessi dei cittadini nella mente del politico medio.

La Notizia: (Corriere della sera): I partiti alla sfida dell'antipolitica


Condividi questo articolo:
Condividi su FacebookCondividi su OKNotizieCondividi su TwitterCondividi su Friendfeed

Commenti