Dio è gay

Storie e Notizie N. 604

Ben lungi dal voler risultare blasfemo e con il solo intento di riflettere sul tema da un altro punto di vista, mi accingo con estrema cautela a raccontare questa storia.
Mettiamo caso che le cose siano andate in modo diverso, su questa terra e soprattutto in cielo.
In altre parole, supponiamo che in questo mondo alternativo la religione cattolica sia differente.
Non tanto, solo di poco.
Immaginiamo che il Dio dei cristiani sia omosessuale, che suo figlio Gesù sia anch’egli omosessuale e così anche la vergine Maria.
Tutti gay, i santi, i profeti e gli apostoli.
Mettiamo caso, altresì, che la chiesa cattolica e tutti coloro che ad essa si affidano con devozione ritengano il matrimonio e il rapporto omosessuale come l’unico vero atto naturale.
Aggiungiamo quindi, facendo un ulteriore sforzo di fantasia, che costoro considerino l’adozione omosessuale come la sola retta modalità procreativa, definendo la nascita quale frutto dell’unione di individui di sesso differente come uno sgradevole incidente.
In sintesi, capovolgiamo la realtà in maniera radicale.
Ecco, adesso facciamo due esperimenti.
Primo, immaginiamo di vivere in questa particolare società come omosessuali e cattolici.
Come reagiremmo ad un uomo e una donna che si baciano in strada? Come valuteremmo il loro eventuale intento di sposarsi? E come giudicheremmo il loro desiderio di mettere al mondo un figlio?
Secondo, supponiamo di nascere in questo alieno mondo come etero.
Uomini o donne, saremmo fisicamente attratti dalle persone del sesso opposto.
Prima o poi potremmo innamorarci di una ragazza o di un ragazzo.
E magari ci potrebbe anche cogliere il desiderio di dare un ulteriore senso al nostro amore facendo nascere un’altra vita.
Quindi immaginatevi infine che ciò che più rappresenta il nostro essere umani, ovvero l’amore per la persona cara e il desiderio di accompagnare con lei l’esistenza di un cucciolo d’uomo, venisse condannato da una gigantesca massa a noi ostile, formata da governanti, istituzioni, politici, ministri del culto, ferventi fedeli e tante persone comuni.
Non so voi, tuttavia, calandomi in questa storia, in quanto etero mi sento estremamente fortunato sapendo che è solo frutto della mia invenzione…



Condividi questo articolo:
Condividi su FacebookCondividi su OKNotizieCondividi su TwitterCondividi su Friendfeed

Commenti

  1. Non avrei idee chiare riguardo a Dio. Come potrebbe essere altrimenti?
    Per quanto riguarda lo Spirito Santo vorrei ricordare che si è...innamorato di Maria, in barba al povero e... perdente Giuseppe!

    Gesù, invece, potrebbe essere configurato come tale, circondato unicamente dai suoi Apostoli e molto vicino a Giovanni che era il più bello!

    La Maddalena? Una copertura!

    Prendiamo il tutto come uno scherzo, qualcuno dirà essere di pessimo gusto, ma penso che qualche volta, una certa ironia ci obblighi a stanare in noi pensieri veramente nostri e non sempre quelli piovuti dall'alto con il crisma dell'intoccabilità!:-)
    eldo41.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Eldo, la tua conclusione mi trova pienamente d'accordo. ;)

      Elimina
  2. Temo che i canoni morali, come quelli estetici, siano frutto di una convenzione: valgono quelli approvati dalla stragrande maggioranza delle persone e quelli che ne sono fuori non possono che venir discriminati. Inoltre, se uno fosse il padrone del mondo e fosse un mostro, non ci sarebbe nessuno che non desidererebbe assomigliargli e mostri diventerebbero quelli che noi consideriamo belli (una volta ho visto un telefilm sull'argomento). Infine, Dio non può essere gay, perché è purissimo spirito e, come tale, non è soggetto a pulsioni di nessun tipo.

    RispondiElimina

Posta un commento