Vaccino influenza pericoloso: consigli medico

Storie e Notizie N. 733

E’ notizia di oggi quella del ritiro da parte del Ministero della salute di un milione di dosi del vaccino anti influenza prodotto dalla Crucell.
E’ una decisione dell’azienda, avverte il ministero.
Quest’ultimo difatti ribadisce: “I vaccini sono estremamente controllati. I controlli sono ferrei e quando si rileva un problema, che può accadere, perché comunque si tratta di prodotti biologici, le aziende ritirano non solo i lotti sospetti, ma l'intera produzione. È una misura precauzionale che viene sempre adottata, quando si individua anche solo un minimo rischio. Assicuriamo che non vi sono rischi per la salute.”

Il blog però non si accontenta e chiede il parere del dottor Eriberto Forlanini, specialista in vaccini anti influenzali della clinica Sant’Assunta liberata e consulente delle maggiori case farmaceutiche nostrane:

Eriberto Forlanini
Non c’è da allarmarsi. E’ tutto a posto, siamo nella norma. Un batterio ci scappa sempre ma è roba innocua. Si tratta di piccoli vermicelli che non riusciamo a vedere al microscopio, sono infidi, che volete farci. In particolare il Bacillo Formigonus, diffuso in particolare nella pianura padana, quello fai di tutto per inchiodarlo e riesce sempre a trovare un modo per sgusciare via. Ma non c’è alcun pericolo, i vostri bambini sono al sicuro, al massimo avranno un quindici, venti giorni di diarrea, con una decina di vomitate ogni otto ore, tosse convulsa con catarro e pianto incessante ogni tre, ma niente di più. Non allarmatevi e fidatevi. Qui vi vogliamo tutti bene. Vi amiamo e ci teniamo alla vostra salute. Ci vuole fiducia nella vita.”

Altre da leggere:
Ddl anticorruzione testo fiducia: inciuci
Compagnia delle Opere Bergamo: Amianto discarica benedetto
Terremoto 91 milioni tagli partiti: fiducia cittadini prova
Bersani D'Alema botta e risposta in rime
Video islamofobo Muslim Demographic: sequel satira


Condividi questo articolo:
Condividi su FacebookCondividi su OKNotizieCondividi su TwitterCondividi su Friendfeed





Nessun commento:

Posta un commento