Smog inquinamento dermatite atopica bambini: non ci credo

Storie e Notizie N. 886

Leggo or ora che, secondo i pediatri l’inquinamento sarebbe responsabile della dermatite atopica, molto diffusa nei bambini sino ai 5 anni.
Ma dai.
Stiamo scherzando o cosa?
Non è possibile, su, siamo seri.
Qui basta uno che si svegli al mattino e che spari la prima cosa che gli passa per la mente e tutti i giornali abboccano.
Ho capito, saranno pure pediatri, ma che vuol dire?
Oltretutto non sono certo che i pediatri siano dottori. Veri medici, insomma.
Sono un po’ come i veterinari, giusto? Che uno chiama dottori, così, per cortesia.
Come il commercialista. Dottore commercialista, sì va bene.
Ma il dottore è quello che ti visita, a noi grandi, però, mica i bambini.
E’ come a scuola, che non lo sapete?
La maestra d’asilo è un conto e la professoressa di liceo è un altro, per non parlare dell’università.
E che sono insegnanti allo stesso modo?
Diciamola tutta: ma che ci vuole a far fare ai bambini due pallette con il pongo e quattro scarabocchi sul foglio? Siamo buoni tutti, allora.
Allora anch’io sono un maestro.
E un dottore.
Anzi, un pediatra.
Ma come si fa a inventare tali astrusità? Chi se le beve al giorno d’oggi?
Lo smog farebbe male alla pelle dei bambini?
Davvero?
Allora, se è così, vorreste farmi credere che fumare le sigarette fa venire il cancro?
E che vivere accanto alle antenne radio provoca i tumori?
E come la mettiamo con i cellulari venti ore al giorno incollati all’orecchio? Fanno male al cervello, giusto?
E tenere accesi di continuo tv, radio, pc, forno a microonde e compagnia elettrica altera il sistema nervoso e provoca insonnia e disturbi dell’umore.
E’ vera pure questa balla?
Ma cosa pensano lor signori?
Che noi altri siamo qui per farci prendere in giro con tutte le baggianate che raccontate?
Va tutto bene, stiamo alla grande, il nostro è un paese florido, siamo ormai usciti dalla crisi, siamo una potenza economica di prim’ordine, leader in Europa e nel mondo.
Eh, quando c’era lui…
Adesso, scusate, però me ne torno dentro casa, che comincia Amici.
Non vedo l’ora di ritrovare la mia Maria, perché oggi pomeriggio Barbara d’Urso me la sono persa.


 



Altre da leggere:

Nessun commento:

Posta un commento

Sharethis