Pistola stampante 3D Liberator: arriva Brain

Storie e Notizie N. 919

E’ notizia calda quella dell’arrivo di Liberator, la pistola stampata in 3D, prototipo della Defense Distributed, in grado, a quanto sembra, di sparare un vero proiettile, come è mostrato anche nel video su Youtube.
La stampante a colori 3D utilizzata è la Stratasys, al prezzo di 8.000 dollari, quindi tutt’altro che economica, ma capace però di permetterci di costruire una pistola.
Ora, si sa come va il mercato.
Non appena ti entusiasmi per un nuovo prodotto, ecco che la concorrenza si fa sotto, con il classico fiato sul collo.
Difatti, per competersi l’attenzione degli armaioli di questo mondo, ecco che vi presento il nuovissimo Brain, già definito dagli esperti l’arma 2.0, anzi, 2.1 o 3.0, fate voi.
La casa produttrice, omonima del prototipo, la introduce spavaldamente sostenendo che farà dimenticare all’istante Liberator, cancellandone ogni ricordo.
Quasi come se non se ne vedesse più l’utilità, reale o presunta.
Come Liberator, anche Brain potrà essere stampato in 3D, a colori o anche in bianco e nero, a seconda dei gusti del cliente.
Naturalmente, le reazioni veementi da parte delle associazioni pacifiste e non violente non si sono fatte attendere, soprattutto data l’attuale azione da parte del presidente Obama negli Stati Uniti contro l’uso delle armi.
Dal canto loro, se da un lato i produttori di Liberator non hanno voluto commentare, quelli della Brain hanno tenuto a precisare che il loro prodotto non ha affatto una valenza intrinsecamente violenta.
Il Brain è un’arma di aggressione come di difesa, hanno spiegato durante la conferenza stampa di presentazione, dipende dalle intenzioni del possessore.
Sempre dal testo della suddetta, ecco alcuni stralci, che sembrano più degli slogan, a dir la verità:  
Con Brain in casa, il cittadino si sentirà più sicuro e avrà un deterrente fenomenale nei confronti della violenza altrui.
Ma anche della propria.
Con Brain a portata di mano, le persone avranno un incredibile strumento con cui difendersi dai ladri.
Ma anche dai propri governi.
Con Brain accanto i giovani sapranno scegliere con coraggio quale strada intraprendere, liberi finalmente da illusorie paure.
Ma anche da quelle reali.
Stampate Brain e vedrete che non potrete più farne a meno.
Sono affermazioni forti, è indubbio, ma si sa, esagerare quando pubblicizzi qualcosa, soprattutto di innovativo, è ormai obbligatorio, altrimenti chi ti fila?
Insomma, pistola Liberator vs Brain, questo pare essere il confronto del terzo millennio, altro che Apple vs Samsung.
E quale tra i due si sceglie differenzia sul serio da che parte stiamo, su questa terra, e soprattutto dove stiamo andando.
Ops, ma non vi ho ancora chiarito con precisione cosa sia Brain.
Eccovi qui di seguito una foto, a voi la scelta.
Ovviamente, chi ce l’ha già e soprattutto lo usa davvero, ha già deciso tra i due.
Il vero problema sono gli altri…

 



Altre da leggere:

Nessun commento:

Posta un commento