Clement Meric morto: solo il corpo

Storie e Notizie N. 943

Clement Meric è morto.
Un giovane militante antifascista è stato ucciso.
E la vita di un ragazzo di diciotto anni è stata strappata ai suoi cari.
Ma questo è tutto quello che il suo assassino avrà.
Quando odi qualcuno perché ti offendono, inquietano o spaventano le sue idee, sappi che quelle medesime idee non possono morire, essere uccise e strappate a chi siano care, nemmeno se essi stessi lo desiderassero.
Non otterrai in cambio una vittoria sul tuo avversario.
Non ci sono medaglie per questo tipo di imprese, perché imprese non sono.
Non ci saranno premiazioni sul campo, foto ricordo e targhe da sfoggiare sul comodino che conta.
Non avrai altresì ulteriori ragioni per credere che la tua versione delle cose del mondo sia migliore di quella della tua vittima.
Perché il suo sangue non travaserà nelle tue vene, bensì in quelle della terra sulla quale hai lasciato il suo corpo sconfitto.
Intendi bene, solo il corpo.
Magari ti hanno raccontato che rubare la vita al tuo nemico vuol dire vincere la guerra e di sicuro in tanti hanno scritto storie e costruito intere nazioni con queste ultime come fondamenta.
Tuttavia, laddove alla fine del giorno spegnerai la luce artificiale che illumina la tua coscienza e le permetterai di parlare senza censura saprai meglio di ogni altro che la realtà è una sola.
Un assassino e un cadavere.
Ecco cosa resta al mondo.
Il tuo.
Il resto sono chiacchiere e bugie.
Chiacchiere e bugie che puoi sentir gridare e inneggiare, ma tali sono e altrettanto resteranno nei secoli a venire.
Clement se n’è andato.
Un giovane antifascista è stato ammazzato.
E la vita di un diciottenne è stata portata via a chi lo amava.
Ma questo è tutto quello che il suo omicida avrà.
Uno di meno sul campo avverso è solo una questione di cifre.
Le cifre non avranno mai a che fare con sogni e speranze.
Per i sogni e le speranze la gente vive.
E muore.
Per tua mano o per quella del fato non fa molta differenza.
Perché per quella stessa gente, che vive e muore, i sogni e le speranze sono eterni.
E nonostante il dolore, oggi lo sono anche di più.
 



Altre da leggere:

Nessun commento:

Posta un commento