Muro del pianto guardia uccide ebreo: se Dio non esistesse

Storie e Notizie N. 953

A Gerusalemme, presso il Muro del pianto, un agente di sicurezza ha sparato a un israeliano e lo ha ucciso, dopo averlo probabilmente scambiato per un possibile attentatore palestinese.
La causa dell’errore? La vittima, prima di essere colpito a morte, aveva gridato Allah akbar, ovvero Dio è il più grande.

Se Dio non esistesse.
Se Dio non esistesse, ora non ci sarebbe un cadavere reo di aver gridato le parole sbagliate nel luogo giusto.
Sì, giusto, infinitamente giusto, perché se non puoi gridare Dio è il più grande dove da tempo immemore la gente arriva da ogni parte del mondo per pregare, ditemi voi in quale altro luogo è più adatto.
Giusto.

D’altra parte, se Dio non esistesse non ci sarebbe alcun luogo in cui pregare.
Di certo non per pregare Dio.
Ma allora a chi invieremmo le nostre suppliche?
Quale entità superiore invocheremmo nei momenti difficili?
E contro chi imprecheremmo nei medesimi attimi bui?
Probabilmente potremo affidarci solo a noi stessi.
E al resto dei nostri simili.

Perché se Dio non esistesse non avremmo molto che oggi ci divide.
Non ci sarebbero religioni diverse.
Dogmi differenti.
Riti sacri da rispettare.
Tabù da profanare.
Altari da onorare e profeti da ascoltare, simboli da difendere e comandamenti a cui sottostare.

Di conseguenza, se non esistesse Dio, non ci sarebbe bisogno di laicità dello stato.
L’ateismo sarebbe il contrario di qualcosa che non c’è.
La sessualità avrebbe un gigantesco nemico in meno.
E non sto parlando di Dio, è ovvio.
I politici di buona volontà e l’intero popolo dell’amore avrebbero un gigantesco amico in meno.
E, soprattutto ora, non sto parlando di Dio.
Tutte le coppie sarebbero di fatto, ma non tutte si ameranno davvero.
Ma questo è vero anche oggi, no?

Ora, prendete il mondo se Dio non esistesse.
E metteteci pure il Dio che volete, del colore che preferite, alto, basso, con la barba bianca o con il pizzetto, biondo con i capelli lunghi o del tutto calvo.
Sistematelo in cielo, tra di noi, dentro di noi, ovunque.
Immaginiamo che esista davvero o createlo voi stessi, se non c’è.

Se quel Dio esistesse il mondo sarebbe identico.
Dico sul serio, credetemi sulla parola.
Alberi da frutta, sole al mattino, pioggia battente, tramonti da favola o anche banali conclusioni di giornate semplici, ma sempre ognuna diversa da quella precedente.
Tutto ciò non muterebbe affatto.
Siamo noi, i cosiddetti umani, che se Dio esistesse, ci arrogheremmo il diritto di uccidere e morire, giudicare e condannare, ma anche salvare e proteggere.
Vivere e celebrare, lodare e inneggiare.

Tuttavia, qualunque sia il Dio in cui avete scelto di credere, vi prego con tutto il cuore.
Non rovinate il resto del mondo che sarebbe meraviglioso anche senza.
Per quanto indifferente ai misteri dell’universo.
E soprattutto, non date la colpa a lui se avete scelto di coltivare la morte al posto della vita.
Per voi e per il vostro prossimo.
Altrimenti, vorrei proprio sapere il vostro Dio cosa ne pensa, a riguardo.
Ma lo vorrei sapere da lui, non da voi.
Ovviamente, non ho fretta.
 



Altre da leggere:

Nessun commento:

Posta un commento

Sharethis