Agenda

Sabato 13 Gennaio 2018, Spettacolo teatrale e musicale in occasione dell'uscita del romanzo Carla senza di Noi, Graphofeel Edizioni, Libreria Ubik – Via Adige 2, Monterotondo (RM) - Ingresso libero

Ebola in Europa: perché il cane dell’infermiera spagnola deve morire

Storie e Notizie N. 1143 

Leggo che in Spagna, Excalibur, il cane di proprietà dell’infermiera Teresa Romero Ramos, primo caso di Ebola accertato in Europa, rischia di essere soppresso.
Potrebbe essere infetto.
La denuncia è del marito, che ora si trova in quarantena.
Perché anch'egli potrebbe essere infetto…

A morte.
A morte il virus.
E a morte l’ammalato.
Perché potrebbe essere affetto.
Dallo stesso medesimo male.
Il virus.

Noi vogliamo vivere.
Non è cattiveria, signori miei.
E’ una questione di mera sopravvivenza, quella che solleviamo.
Mors tua, vita mea, dice la nota locuzione.
Così dice, così è scritto.
Ma non è detto in maniera assoluta.
Ovvero, è condizione necessaria ma non sufficiente che la morte della bestiola ci garantisca vita lunga e prospera.
Ma la sua vita è un rischio.
E noi aborriamo ogni periglio.
Certo o meno.

Vili noi?
No.
Noi vogliamo solo vivere.
Al sicuro.
Per questo gridiamo a morte.
A morte il virus e l’appestato.
Perché egli è più che mai il nostro peggior incubo.
Leggi pure come il portatore sano di quotidiani imbarazzi.
Per esteso, l’immonda creatura liberata sulla civile piazza, slegata per le tranquille vie della tranquilla cittadina, addirittura capace di affacciarsi sulla soglia delle abitazioni moderate.
Noi, civili, tranquilli e moderati, non possumus.
Non possiamo mettere su un piatto della bilancia alcunché in grado di eguagliare il tesoro che grava sull’altro.
Figuriamoci superarlo.
Perché trattasi di un gioiello inestimabile.
La nostra paura.
Una ricchezza di valore eccelso, ecco la sua quotazione.
Se avessimo la cassaforte più impenetrabile del mondo è proprio lì che la chiuderemmo senza indugio.
Dimenticando la combinazione.

A morte.
A morte il cane di Teresa.
A morte il virus e la sua più orribile tra le figlie.
L’idea del virus.
Noi dobbiamo vivere.
Per proteggere il tesoro che protegge noi.
La paura.
Perché noi siamo la paura.

Compra il mio nuovo libro, Roba da bambini, Tempesta Editore.

Vieni ad ascoltarmi dal vivo: Roba da bambini, Sabato 11 ottobre 2014, ore 18 - Libreria Assaggi, Via degli Etruschi, 4, Roma
 


Altre da leggere:

Commenti