Agenda

Sabato 13 Gennaio 2018, Spettacolo teatrale e musicale in occasione dell'uscita del romanzo Carla senza di Noi, Graphofeel Edizioni, Libreria Ubik – Via Adige 2, Monterotondo (RM) - Ingresso libero

Papa Francesco e la risposta del coniglio

Storie e Notizie N. 1180 

Sì, ho letto la notizia su di noi.
D’accordo, non so leggere, visto che io sono un coniglio.
Je suis conij, o come si dica in francese.
L’ho saputo, me l’hanno detto, ecco.
E’ stato il mandrillo.
Sempre lì con la testa, quello…
Lui, eh?
Ad ogni modo, non voglio assolutamente mancare di rispetto a nessuno.
Tuttavia, da quando è uscita fuori questa cosa di non fare figli come noi ci stanno tutti con gli occhi addosso.
Mica solo voi, sapete?
L’altra notte, con mia moglie, abbiamo beccato fuori della tana una talpa cieca che vendeva copie pirata di un nostro amplesso.
No, dico, pirata?
Perché, c’è pure l’originale?!
Che poi, tu talpa, gli ho detto, sei pure cieca, neanche lo vedi il filmino!
Certo che sono cieca, mi ha risposto, perché a forza di vederlo e di toccarmi…
Ma che dici? Sei nata così!
Parole al vento ed è questo il problema.
Parole che porta il vento e si diffondono ovunque, ti entrano dentro, ti invadono e alla fine ci vanno di mezzo anche quelli che neanche sapevano che si stesse parlando di loro.
Come noi.
I conigli.
E allora, sapete che c’è?
Per mettere fine a questa ossessione ormai dilagante su come facciamo i figli noi altri, ve lo diciamo noi stessi.
Ebbene sì.
Anche noi si fa all’amore.
In questo, non siamo diversi da voi.
Ovvero, come lo faccio io e, soprattutto, come lo fa la mia coniglietta è roba unica.
Ma sono sicuro che questo lo pensino in tanti.
Perfino la talpa cieca.
Certo, non posso entrare nei dettagli, capirete.
Ma quando la luce se ne va e nella nostra tana inizia a far caldo, il cuore comincia a correre e la fantasia galoppa, oh, fuochi d’artificio in casa, senza scherzi.
Poi, voi saprete come, voi siete quelli che studiano le cose mentre noi ci limitiamo a viverle, talvolta la natura ci da un premio.
Un figlio.
Una figlia.
O più.
Bello, eh?
Ecco perché, quando ho saputo della cosa di cui sopra, mi sono venuti due dubbi.
Primo, perché qualunque creatura della terra, in qualsiasi ora del giorno e della notte, non vorrebbe fare figli come noi?
E, secondo, se l’avete provato almeno una volta nella vita, che vi importa come lo facciamo noi?
Altrimenti, capisco.
Capisco l’insaziabile curiosità...

Vieni ad ascoltarmi dal vivo allo spettacolo che accompagna il mio ultimo libro, Roba da bambini, Tempesta Editore: Sabato 24 gennaio ore 17, Libreria Koob, Roma.
 


Altre da leggere:

Commenti