Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2018

Elezioni 4 Marzo chi votare: questi quelli o gli altri?

Storie e Notizie N. 1557

Domenica 4 marzo 2018 si terranno in Italia le elezioni politiche per il rinnovo dei due rami del Parlamento, Senato e Camera, oltre alle consultazioni riguardo alla presidenza delle regioni del Lazio e della Lombardia.
Se omettiamo l’elezione dell’Assemblea costituente del 1946, peraltro l’esordio al voto delle donne, le prime elezioni politiche dopo la caduta (di questi grotteschi tempi dovremmo dire presunta) del fascismo hanno avuto luogo nel 1948, ovvero precisamente 70 anni fa…

C’era una volta la democrazia.
Per molti, la democrazia è il voto.
Ovvero, il diritto a mettere una crocetta.
Sotto o sopra il nome o il simbolo, non ti sbagliare, altrimenti, niente voto.
E, per condizione necessaria è sufficiente, per tanti vuol dire niente democrazia.
O forse no.
Forse vale solo in un senso, di solito dal basso verso l’alto.
Come storia suggerisce, giammai il contrario.
Cosicché, nei paesi ove vigeva la democrazia, che per tanti è il voto, ma solo dal basso verso…

Nessuno è mai stato un colore

Storie e Notizie N. 1556

La procura di stato francese ha aperto un'inchiesta per incitamento all'odio razziale dopo che la selezione di Mathilde Edey Gamassou per interpretare Giovanna d'Arco nelle feste annuali di Orleans è stata accolta da insulti razzisti da parte degli utenti dei social media di estrema destra.
La giovane, 17 anni, il cui padre è del Benin e la madre è polacca, è stata scelta tra 250 ragazze.
"Giovanna D’Arco era bianca", recita uno dei post più condivisi, "siamo bianchi e orgogliosi di essere bianchi, non cambiate la nostra storia".
Già, non cambiamo la nostra storia…


Il primo uomo sulla terra non era un colore.
Era il primo, pur non sapendolo, pur non capendolo, ma era già tanto, fin troppo, quel che avrebbe comportato.
Essere umano.
La prima donna che ha messo piede su questo pianeta non era altresì un colore.
Era la prima, seppur ignorandolo, seppur scoprendone ogni giorno il peso e la responsabilità di esser donna, tra presunti…

Storia di fantascienza: il passeggero

Ecco, io ho un problema con il sistema.

Nome?

E’ una cosa assurda, guardi, mi sembra di stare impazzendo…

Intanto, se vuole darmi il suo nome…

Che poi, sono stato uno dei primi ad aderire alla connessione totale. Mi è parsa subito una roba geniale. Connettere tra di loro tutte le macchine da noi utilizzate, dal cellulare, ovviamente, al forno a microonde, passando per il rasoio elettrico e il condizionatore.

Signore, sono lieto della sua approvazione, ma avrei bisogno del suo nominativo…

Leggi il resto

Quando si parla di te

Storie e Notizie N. 1555

Quasi 200 civili, tra cui donne e bambini, sono stati uccisi in Siria in dozzine di attacchi aerei e bombardamenti da parte delle forze fedeli ad Assad, precisamente nel Ghouta orientale, alla periferia di Damasco, durante due giorni di un’aggressione definita da Amnesty International un fragrante crimine di guerra compiuto su scala epica.
Ciò malgrado, tale ennesimo capitolo di un massacro chiamato guerra, sembra non interessare i leader e molti dei principali organi di stampa delle nazioni più influenti e responsabili al mondo…


Quando si parla di te.
Quando si parla di te, lassù, ai vertiginosi piani nobili, perfino al livello subito sopra il tuo, aspetta.
Aspetta a esultare.
Rimani al sicuro.
Al riparo del saggio disincanto.
A riprova di ciò, la seguente ballata di diversificati esempi, ovvero, consigli.
Giustappunto, laddove si parli di te, mentre in quel di Siria difendi pelle e cuore, armato di null’altro che cuore e pelle, a occupar le prime pagine son l…

Cosa sono i virus 2018 video spiegazione con sottotitoli in Inglese

Cosa sono i virus?
I virus sono i social network, nessuno si senta escluso, ovvero bannato, che ci avvelenano di mediocrità costringendoci letteralmente a far copie di noi stessi, tutte uguali, tutte diversamente idiote, per non farci scoprire noi altri, a scapito dell’utente che ha niente, utilizzato da tutti fuorché l’ormai ex proprietario della sua identità. I social sono gli hacker della nostra stessa vita, che con le nostre caricature caricate sulle spalle serviamo il grande amico di nessuno, offrendo in dono un colossale mi piace al mondo virtuale che diventa sempre più grande, e sempre più piccolo...

Sparatoria in Florida: cosa abbiamo imparato

Storie e Notizie N. 1554

Cosa sappiamo finora dell'attentato in Florida: diciassette persone – tra bambini e adulti - sono state uccise da un giovane entrato in un liceo mercoledì pomeriggio. Sette rimangono in condizioni critiche e cinque sono state rilasciate ieri.
Il sospetto assassino è il diciannovenne Nikolas Cruz ed era armato con un fucile comprato“legalmente”.
Per la cronaca, le sparatorie di massa negli Stati Uniti sono state 1.624 negli ultimi 1.870 giorni, con 1875 morti e 6848 feriti. Nessun altro paese al mondo, tra le nazioni più sviluppate, ha un tasso di violenza approssimabile a quello degli USA. Si calcola che i cittadini statunitensi possiedano circa 265 milioni di armi da fuoco.
Questo è ciò che sappiamo e in parte sapevamo.
Ma noi spettatori più o meno vicini, più o meno interessati, cosa abbiamo imparato da ciò?


Cosa abbiamo imparato.
Cosa abbiamo imparato da due guerre mondiali e centinaia di altrettanti conflitti, taciuti o strumentalizzati, programmati e p…

Storia per riflettere: non in vendita

Allora, ha detto il pieno, giusto?
Esatto.
E vuole andare lontano, vero?
Proprio così… anche questo è tipico?
Molto tipico.
E così stanno le cose.
Bravo, vedo che è sveglio.
Quindi, questo pieno?
Eccomi: vado?
Proceda pure.
Allora, il mondo occidentale è abitato da persone oneste e civili...

Leggi il resto

Mia madre

Storie e Notizie N. 1553

Otto anni fa il figlio di Phyllis Omido è deceduto a causa di avvelenamento da piombo tramite allattamento materno. Da allora la donna è diventata la principale attivista anti-inquinamento del Kenya ed è stata minacciata, perfino arrestata e obbligata a nascondersi per la sua incolumità.
Dopo aver fatto chiudere la fabbrica responsabile con la sua Ong, Centro per la Giustizia, la Governance e l'Azione Ambientale, proprio in questi giorni porterà la sua battaglia ancora una volta in tribunale con lo scopo di ottenere il giusto risarcimento per i familiari delle vittime.
Vittime, già, un mondo di vittime…


Grazie, madre.
Grazie per quello che hai fatto.
Grazie di cuore, davvero, per ciò che farai.
Ma, soprattutto, grazie per quello che avresti voluto fare e te l’hanno impedito.
Perché io è lì, che vivo.
E’ in ciò che manca che mi hanno esiliato.
E in quel che è ancora possibile, avrò la mia rivincita.
Ascoltami, ora.
Ascolta la voce che sa meglio di ogni altra.

Fascisti e Antifascisti: non credeteci

Storie e Notizie N. 1552

Non credeteci.
Non credeteci in quel giorno del futuro, sempre troppo lontano, che verrà, oh, se verrà.
Il fatidico istante in cui, stupiti innanzi ai fatti di ieri, e soprattutto il giorno seguente, ci chiederete: ma tu, eri fascista?
Sì, qualcuno di noi risponderà.
Costui vi dirà che era fascista perché amava il suo paese, la sua patria, che non sono la stessa cosa.
Perché la patria è un’idea, vi spiegherà, un sogno di una nazione prode e orgogliosa, che ama i suoi figli e mette il loro destino e la loro sicurezza davanti a ogni cosa.
Il nostro aggiungerà che era fascista e ne era fiero, senza paura di affermarlo a viso aperto di fronte all'invasore.
Vi giurerà di aver mostrato sempre rispetto per le istituzioni e solidarietà verso la pubblica forza impegnata a difesa della cosa di tutti.
Prezioso contenitore dove proteggere e servire la cultura e le tradizioni le cui radici affondino direttamente nell’italico suolo.
Voi mostrerete comprensibile perplessi…

Storia di fantascienza sulla solitudine: soli

Mi spieghi bene cosa è successo, Dario.
Semplice, dottore, come lei ben sa, sono almeno dieci anni che l’ultimo essere umano connesso con il prossimo è stato isolato. Da quel momento, ciascuno di noi vive nella propria testa, letteralmente, al riparo di essa, aggiungerei. La pace assoluta regna sulla terra, perché siamo tutti immersi in un mondo dove siamo quel che vogliamo e tutte le persone con cui condividiamo il tempo non sono altro che versioni digitalizzate di coloro che vorremmo al nostro fianco, da noi stessi ritenute capaci di renderci felici.
Esatto, Dario, difatti anche il sottoscritto…
La prego, non lo dica, so bene che anche lei sia un ologramma, ma in questo momento ho bisogno di credere il contrario…

Leggi il resto

Elezioni 2018 in Italia viste da fuori

Storie e Notizie N. 1551

Secondo la stampa estera, osservando le priorità della discussione politica nostrana, nello stivale d’Europa ci sono seri problemi da risolvere.
Impossibili da ignorare.
Improcrastinabili, a meno di non volerli veder crescere ulteriormente.
Sino a divenire irrisolvibili.
Del resto, vale per ogni paese del mondo.
Voi sapete di cosa parlo, vero?
Parto dal primo, ma tanto è scontato, basta leggere i titoli dei giornali ed è sufficiente ascoltare gli argomenti preferiti dai principali candidati a guidare la nazione dal prossimo marzo.
Mi riferisco ovviamente a quel fetido tumore,
nella forma di un organo ormai accettato e assimilato a tutti gli effetti, che fattura ogni anno 150 miliardi di euro, ovvero più del doppio di un colosso come Enel, quasi il triplo dell’Eni, otto volte Telecom, 16 volte Luxottica, 15 volte Ferrero e 41 volte Mediaset.
Prendete un cosiddetto leader a caso tra i papabili premier, visitate la sua paginetta social, il suo cinguettante profilo…

Storie sulla diversità: solo tra i simili

Storie e Notizie N. 1550

Nel 2013 un esemplare di Morus, uccello marino , si è stabilito sull'isola disabitata di Mana, a nord della Nuova Zelanda, probabilmente attratto dalle repliche immobili, una sorta di statue, che erano state lì poste dagli ufficiali impegnati nella conservazione della specie (il video). Costoro utilizzavano il suono del verso degli uccelli tramite altoparlanti a energia
solare nel tentativo di formare una colonia nella riserva scientifica resa immune da organismi nocivi.
Solo poche settimane fa, l’animale, ribattezzato Nigel, era stato raggiunto da tre membri della sua specie. Tuttavia, non è riuscito a fare amicizia con loro, ed è morto oggi.


Solo tra i diversi.
Potresti nascer così e, malgrado la sentenza di partenza, sfrenare allo stremo cuore e intelletto per cambiar sceneggiatura e soprattutto finale al personale racconto.
Potresti vincere.
Potresti altresì disgraziatamente perdere.
Ottenendo di diventare al massimo solo uguale a qualcun altro.
Dei dive…

Storie sulla vita: S P A M

Non ne posso più, Stefania.
Di cosa, Carlo?
Di questo maledetto spam, ogni mattina mi ritrovo la posta strapiena di roba assurda, tra rimedi su come migliorare le mie prestazioni a letto alla solita eredità milionaria dall’altra parte del mondo.
E sono problemi? Non sai quale tragedia sta vivendo in casa uno dei miei studenti. Eppure è sempre con il sorriso…
Che cazzo si ride? E’ scemo?
No, ha un dono.
E quale sarebbe?
La capacità di sdrammatizzare anche nelle peggiori situazioni...

Leggi il resto