Passa ai contenuti principali

Storie di assassine mancate

Perfetto, è giunta l’ora.
Ancora un istante, poco tempo, ci vuole franchezza, adesso.
Lo ammetto, sono una mancata assassina, ma sono sfuggita alla prigione per fortuna, e magari, grazie a un brandello di tenacia propriamente femminile.
Ecco fatto, sono felice.
Ma non è sufficiente, giusto?
Devo dire tutto, ho l’obbligo di farlo, ho la necessità di rammentare e confessare tutto.
Volevo ammazzarti, è così, ho tentato in un’infinità di occasioni di farlo e sono stata a un passo dal cancellarti dalla mia esistenza…

Leggi il resto

Commenti