Agenda

Novembre 2017, Spettacolo teatrale e musicale in occasione dell'uscita del romanzo
Carla senza di Noi, Graphofeel Edizioni

Berlusconi e Brancher storia di sesso

English

Storie e Notizie N. 212

L'Italia perde i Mondiali e se la prende con me”, si lamenta Brancher, il ministro simbolo del governo Berlusconi, la cui ragione d’esistere è ormai da quindici anni legata a vicende giudiziarie.
Come saprete, pare che il ministro impedito non potrà più legittimare il proprio impedimento e dovrà quindi presentarsi in aula il 5 luglio al processo che lo riguarda.
Tuttavia, come insinua il senatore Stefano Ceccanti, la marcia indietro del ministro Brancher non sembra dovuta a un improvviso sussulto di sensibilità istituzionale o di correttezza.
Se il giudice avesse deciso di ritenere sindacabile il legittimo impedimento”, spiega il senatore, “e se, come aveva preannunciato ieri la difesa di Brancher, la Presidenza del Consiglio avesse proposto il conflitto d'attribuzione davanti alla Corte costituzionale, quest'ultima avrebbe potuto far saltare come incostituzionale la legge già ad ottobre, lasciando per un anno, in attesa del Lodo Alfano costituzionale, il Presidente del Consiglio senza scudo.
Oh, ma possibile che qualsiasi cosa accada in questo governo, e non solo, c’entra lui?
Cosa c’è dietro?
Cosa c’è dietro lo chiedo ovviamente alla notissima sessuologa americana di origini italiane Lisa Pointgee.

La Storia:

A: Dott.ssa Pointgee, buongiorno. Prima di tutto, le offro la mia solidarietà per la recente sconfitta della nazionale statunitense con il Ghana.
L: Da che pulpito. E’ come se un clochard si offrisse di fare un prestito ad un miliardario che ha perso il portafogli…
A: Che cattiva.
L: Non sono cattiva, è che in Italia non sono rimasti fenomeni. Solo gente come Totti, Cassano e pure Miccoli, se non si fosse infortunato.
A: No… non mi dica che ha tifato Italia?
L: Le ricordo che sono americana di origini italiane, mica padane. Ma vogliamo venire alla domanda di oggi?
A: Ha sentito della vicenda Brancher, l’ultimo ministro voluto da Berlusconi?
L: Sì.
A: Cosa c’è dietro?
L: Dovrebbe intuirlo da sé, ormai. Possibile che dopo tutti questi nostri appuntamenti non ha ancora capito cosa realmente muova la politica nel suo paese?
A: Una storia di sesso?
L: Diciamo una dinamica indubbiamente di natura sessuale. E la domanda su cosa ci sia dietro è, come diciamo noi sessuologi, la classica vasellina sull’ano.
A: Se lo dice lei. Si può spiegare meglio?
L: Certo. Le dico subito che la dinamica erotica è proprio tra Brancher e Berlusconi.
A: Berlusconi… e poteva mancare?
L: Il giorno che mancherà finiranno le dinamiche sessuali e con esse la politica come la intendete voi. Oppure…
A: Oppure?
L: Oppure eleggerete un altro Berlusconi. Il che vorrà dire che ci sentiremo ancora, suppongo.
A: Mi diceva della dinamica erotica tra i due.
L: Si tratta di un caso da manuale, il cosiddetto Multae vitae anus, ovvero, l’ano dalle molte vite.
A: Sarebbe?
L: L’ano dalle molte vite, corrisponde al sedere di un individuo particolarmente resistente ad essere, come dire, profanato.
A: Vuole dire inchiappettato?
L: In parole povere, sì. Questo sedere fortemente tenace, si dice che abbia a disposizione molte vite, cioè, altri ani che al suo posto si fanno violare.
A: Intende inchiappettare?
L: In parole povere, sì.
A: Vediamo se ho capito bene. Berlusconi è l’individuo dall’ano tenace e Brancher è una della sue vite?
L: E’ evidente.
A: Chi sono gli altri ani?
L: Molti sono personaggi che il premier ha investito di potere, ma non solo. Ci sono anche quelli a cui non ha dato nulla.
A: E chi sono?
L: Tutti i suoi concittadini che l’hanno votato.

Altre teorie di Lisa Pointgee:


Storie e Notizie: storie, frutto della mia fantasia, ispiratemi da notizie dei media.



Condividi questo articolo:
Condividi su FacebookCondividi su OKNotizieCondividi su TwitterCondividi su Friendfeed

Commenti

  1. vedi il link clicca sul titolo
    http://portaledifamiglia.blogspot.com/2010/07/berlusconi-e-brancher-storia-di-sesso.html

    RispondiElimina
  2. Come ho appena commentato sul tuo post, anche qui ti chiedo di citare chiaramente e in maniera visibile la fonte, all'inizio o alla fine del pezzo, non linkando il titolo. Se mi copi un articolo, si deve capire che non è roba tua...

    RispondiElimina
  3. visto che non vuoi giustamente ho provveduto a togliere articolo dal mio blog.

    RispondiElimina

Posta un commento