28.9.12

Acqua su marte Curiosity Nasa video alieno prova

Storie e Notizie N. 664



Altre da leggere:

Monti bis PD: Bersani spiega tutto
Video campagna Infanzia fragile: i mostri sono reali
Polverini spot Ryanair Ikea Scavolini satira
Video commesso picchia ladro con birre
Velina bionda maltratta cane foto prove
Condividi questo articolo:
Condividi su FacebookCondividi su OKNotizieCondividi su TwitterCondividi su Friendfeed
 

Monti bis PD: Bersani spiega tutto

Storie e Notizie N. 663

Dopo le dichiarazioni del premier Monti su un possibile prolungamento della sua esperienza come leader del governo, che tanto stanno apprezzando i cittadini italiani, quale primo scoop di oggi, eccovi la posizione ufficiale del partito democratico per bocca del sempre chiaro e diretto segretario nazionale Pierluigi Bersani:

Monti è una risorsa del Paese. Ma se vuole continuare senza maggioranza politica gli dico che non è possibile. Questo è il punto basico, tutto il resto viene dopo. Il ritorno di Monti è possibile soltanto con un pareggio elettorale. Certo, prima dobbiamo farla questa benedetta nuova legge elettorale, ma con questi chiari di luna. Si tratti di una legge, si tratti di una procedura per fare una strada, si tratti di una qualsiasi autorizzazione, la decisione deve arrivare in tempi certi: o per il sì o per il no. La democrazia è stata inventata come meccanismo per decidere attraverso la partecipazione, e non per partecipare a prescindere dalle decisioni. Il punto basico si raggiunge solo a cottura lenta, altrimenti la frittata si brucia e va tutto in vacca. Lo dico e lo ripeto, in caso di pareggio elettorale, anche all’ultimo minuto, un Monti bis ci può stare, ma noi non si fan sconti a nessuno, sia ben chiaro. Sui temi del lavoro, della precarietà, della disoccupazione, noi non ci tiriamo indietro, siam pronti far la nostra parte, come l’abbiamo sempre fatta. E poi ci sono elementi di radicalità che devono essere presenti nel riformismo. L'ambiente, l'uguaglianza, la pace: perché un riformista deve avere sempre il fucile in mano? Perché dovremmo accettare la più grande diseguaglianza dei redditi d'Europa? Naturalmente, noi del Pd ascoltiamo quotidianamente i problemi del paese, mica stiamo a menar il can per l’aia, la politica deve tornare a vivere in mezzo alla gente. Un pareggio elettorale non sarebbe auspicabile, noi stiam facendo di tutto per far capire al paese che siam pronti a governare, sempre che non si arriva ad un pareggio elettorale. Certo, con questa legge qui, le elezioni sarebbero condizionate, ma se proprio dobbiamo farle, noi ci siamo, non facciamo mica gli indiani come quegli altri. In caso di pareggio elettorale, poi, parleremo con le parti sociali e se Monti è d’accordo ascolteremo le sue idee come abbiam sempre fatto. E’ un punto basico mica è come il punto G, che tutti lo cercano e nessuno lo trova. Per noi del Pd dipende tutto dalla maggioranza politica, che adesso è col PdL ma domani non credo. Sempre che non arrivi il pareggio elettorale, ma in quel caso non dipende da noi ma dal paese e dall’antipolitica crescente figlia del qualunquismo alimentato della deriva populista di questi ultimi anni. Mi sembra chiaro.


 

27.9.12

Video campagna Infanzia fragile: i mostri sono reali

Storie e Notizie N. 662



Altre da leggere:

Polverini spot Ryanair Ikea Scavolini satira
Video commesso picchia ladro con birre
Velina bionda maltratta cane foto prove
Sallusti carcere: Renato Farina? Ciro è il colpevole
Video scoiattolo ladro salta da finestra della cucina

Condividi questo articolo:
Condividi su FacebookCondividi su OKNotizieCondividi su TwitterCondividi su Friendfeed
 

Polverini spot Ryanair?

Storie e Notizie N. 661

Si è diffusa la notizia dello spot Ryanair ispirato dalle vicende che hanno portato alle dimissioni di Renata Polverini dalla presidenza della Regione Lazio...



Video commesso picchia ladro con birre

Storie e Notizie N. 660



Altre da leggere:

Velina bionda maltratta cane foto prove
Sallusti carcere: Renato Farina? Ciro è il colpevole
Video scoiattolo ladro salta da finestra della cucina
Operai Ilva sciopero della fame: aiuti dal Lazio
Grecia scontri polizia manifestanti video molotov
Condividi questo articolo:
Condividi su FacebookCondividi su OKNotizieCondividi su TwitterCondividi su Friendfeed
 

Velina bionda maltratta cane?

Storie e Notizie N. 659

Giulia Calcaterra...
Si sostiene che abbia maltrattato il suo cane...
E' una vergogna, Napolitano deve fare qualcosa. Non possiamo accettare che una donna con un tale passato di crudeltà alle spalle possa assurgere al nobile titolo di velina 2012!

26.9.12

Video scoiattolo ladro salta da finestra della cucina

Storie e Notizie N. 657


Altre da leggere:

Operai Ilva sciopero della fame: aiuti dal Lazio
Grecia scontri polizia manifestanti video molotov
Zidane Materazzi statua testata + pensionato maschio e regione lazio
Video scontri polizia indignados Madrid
Delfino partorisce figlio video alle Hawaii
Condividi questo articolo:
Condividi su FacebookCondividi su OKNotizieCondividi su TwitterCondividi su Friendfeed
 

Operai Ilva sciopero della fame: aiuti dal Lazio

Storie e Notizie N. 656

Mentre il Garante per le indagini preliminari ha bocciato il piano di risanamento dell'Ilva, i nove operai saliti sull'altoforno di Taranto annunciano lo sciopero della fame.
Lo saprei io dove tirare fuori i soldi che servono a questi poveri disgraziati.Siamo una nazione, giusto? Siamo tutti Italiani, non è così? Allora, il Lazio aiuta Taranto!
Questa è la formula: la combriccola festaiola della regione lazio firma qualche assegno.
Possono andare avanti per un mesetto...




Grecia scontri polizia manifestanti video molotov

Storie e Notizie N. 655


Altre da leggere:

Zidane Materazzi statua testata + pensionato maschio e regione lazio
Video scontri polizia indignados Madrid
Delfino partorisce figlio video alle Hawaii
Nuove veline 2012 raccomandate: le prove

Drone USA abbattuto: quante vite civili salvate?




Condividi questo articolo:
Condividi su FacebookCondividi su OKNotizieCondividi su TwitterCondividi su Friendfeed
 

Zidane Materazzi statua testata

Storie e Notizie N. 654

E' stata presentata a Parigi la statua della celebre testata del calciatore francesce Zidane al nostro Materazzi...



Video scontri polizia indignados Madrid

Storie e Notizie N. 653



 

Altre da leggere:

Delfino partorisce figlio video alle Hawaii
Nuove veline 2012 raccomandate: le prove
Drone USA abbattuto: quante vite civili salvate?
Poste Senato spaccio cocaina: svelato mistero assenze
Polverini dimissioni: colpa della droga


Condividi questo articolo:
Condividi su FacebookCondividi su OKNotizieCondividi su TwitterCondividi su Friendfeed
 

25.9.12

Delfino partorisce figlio video alle Hawaii

Storie e Notizie N. 652

A 12 anni, il delfino che si trovava in un resort delle Hawaii, ha dato alla luce una femmina che sembra riconoscere immediatamente la madre:


Condividi questo articolo:
Condividi su FacebookCondividi su OKNotizieCondividi su TwitterCondividi su Friendfeed
 

Nuove veline 2012 raccomandate?

Storie e Notizie N. 651

Pare che le voci su presunte raccomandazioni per le nuove veline di Striscia la notizia, Alessia Reato e Giulia Calcaterra, siano fondate...
Notizie da prima pagina, eh?




Drone USA abbattuto: quante vite civili salvate?

Storie e Notizie N. 650

Secondo un recente studio della Stanford Law School e della New York University's School of Law gli attacchi dei droni (aerei senza pilota) statunitensi in Pakistan hanno assassinato troppi civili, molti di più di quelli di cui gli Usa stessi sono consapevoli.
Credo che sia una delle peggiori responsabilità di coloro prediligono l'uso delle armi per risolvere le questioni: non sono mai sufficientemente a conoscenza di quante persone innocenti sono morte per le loro azioni.

Poste Senato spaccio: svelato mistero assenze

Storie e Notizie N. 649

Arrestato il direttore della posta del Senato, insieme ad altri nove, tra cui un autista del Cotral, ritenuto il capo del traffico.
Ecco perché ci sono tutte queste assenze al Senato. Vanno alla posta...



Polverini dimissioni

Storie e Notizie N. 648

"Renata Polverini si è dimessa per colpe non sue", Roberto Formigoni, presidente regione lombardia.

"Il Pdl non è allo sbaraglio", Silvio Berlusconi.

"Colpa della droga!" Cristina, pensionata di 96 anni.

Eh, scusate, sparano tutti cazzate, ci stava bene anche mia nonna con l'Alzheimer.  








 

24.9.12

Polverini dimissioni video

Storie e Notizie N. 647

Prime reazioni ad Haiti alla notizia delle dimissioni di Renata Polverini dalla presidenza della Regione Lazio:




Condividi questo articolo:
Condividi su FacebookCondividi su OKNotizieCondividi su TwitterCondividi su Friendfeed
 

Nicole Minetti aiuta l'economia nazionale

Storie e Notizie N. 645


Finalmente una buona notizia: Il consigliere regionale Nicole Minetti è scesa in passerella dichiarando: "Non mi dimetto e sfilo per aiutare l'economia nazionale."

 

21.9.12

Aung San Suu Kyi: Liberate Pussy Riot video

Storie e Notizie N. 643

Aung San Suu Kyi, premio Nobel per la pace nel 1991, durante un recente incontro cittadino organizzato da Amnesty International: Penso che l’unica ragione per la quale le persone non dovrebbero cantare è se ciò che cantano sia deliberatamente offensivo o se lo facciano in modo terribile. Quella sarebbe la migliore ragione per non cantare affatto. Perciò, mi auguro che tutto il gruppo venga liberato al più presto.





Condividi questo articolo:
Condividi su FacebookCondividi su OKNotizieCondividi su TwitterCondividi su Friendfeed
 

Lite Allegri Inzaghi video

Storie e Notizie N. 642

  

Condividi questo articolo:
Condividi su FacebookCondividi su OKNotizieCondividi su TwitterCondividi su Friendfeed
 

19.9.12

Vignette satiriche Maometto immagini Charlie Hebdo

Storie e Notizie N. 640

Il settimanale francese Charlie Hebdo (leggo che il sito è in questo momento down per un attacco informatico) ha pubblicato alcune vignette satiriche su Maometto, ritratto nella fattispecie privo di abiti.
In concomitanza con i recenti violenti tumulti legati al film Innocence of Muslims, il governo francese ha deciso, in via precauzionale, di chiudere le proprie ambasciate all’estero.
Nonostante abbia sottolineato l’importanza della libertà di espressione, il ministro degli esteri transalpino Laurent Fabius ha fortemente criticato la scelta del magazine, ovvero la sua tempistica, reo a suo avviso di gettare benzina nel fuoco.
L’editore della rivista si è difeso dichiarando: “Facciamo caricature di chiunque, ogni settimana, e quando riguardano il Profeta, allora è una provocazione…”
Difficile tracciare dei confini tra sacrosanta libertà di espressione e presunto diritto di offendere.
A parte il mio fervente agnosticismo, sono per la prima senza se e senza ma, tuttavia, rimango molto perplesso sull’opportunità di sostenerla proprio in questi giorni.
Inoltre, non riesco a non vedere più un cinico interesse commerciale, ovvero un ricercato ritorno di attenzioni insieme a una mera puntuale operazione di marketing, piuttosto che una affermazione di emancipazione artistica.
Nondimeno, per coerenza - prima di lasciarvi con domande che pongo anche a me stesso - pubblico la versione tradotta in Italiano di due vignette tratte da quelle originali:










Come avreste reagito se al posto di Maometto nei disegni ci fosse stato Gesù, contestualmente al dilagarsi di un film blasfemo su quest’ultimo? E se invece l’oggetto della pellicola e delle vignette fossero stati gli ebrei? Quanti paladini della fede cristiana e della guerra all’anti-semitismo si sarebbero innalzati sulla pubblica piazza?


Aggiornamento 7 gennaio 2015: Riflessioni e domande a distanza di tre anni dal precedente articolo.
E' di oggi la notizia dell'assassinio di dodici persone, dieci giornalisti e due poliziotti, nell'attentato alla redazione di Charlie Hebdo.
Come molti, presumo, provo dolore e rabbia di fronte a queste notizie. Dolore per la morte di vite nel pieno degli anni e rabbia per tutto il contorno che consegue e ne conseguirà.
Premetto con vigore: niente e nessuno può giusticare questi omicidi.
Nondimeno, rifletto e mi pongo domande. Sforzandomi di basarmi sui meri fatti.
Primo, dodici persone sono state uccise da tre individui mascherati. Dichiaratisi di Al-Qaida, esclamando Allah è grande, ma pur sempre mascherati.
Secondo, ennesima abituale coincidenza tra un attentato di presunta "matrice islamica" e significativa oscillazione a ribasso del prezzo del petrolio (-50 dollari a barile, notizia di oggi...), che esperti di politica internazionale molto più preparati del sottoscritto hanno più volte fatto notare. 
Terzo, a marzo, tra circa tre mesi, avranno luogo in Francia le elezioni regionali, vero e proprio test probante per il governo di Hollande, dopo l'affermazione dell'estrema destra di Marine Le Pen alle scorse Europee. 
Quarto, dopo che l'attentato è stato compiuto dagli assassini con una facilità estrema, nonostante il giornale avesse già subito negli anni varie aggressioni e minacce, con altrettanta semplicità a poche ore di distanza vengono identificati tutti e tre i terroristi, nomi, cognomi e volti.
Da cui, semplici domande: chi ci guadagna maggiormente da questo attentato?
L'Islam? Sempre se riteniamo ragionevole che l'azione di tre persone, mascherate per giunta, possa essere ritenuta simbolo di un miliardo e mezzo di esseri umani.
Al-Qaida o l'Isis? Siamo sicuri che, al contrario, questa tragedia non rafforzi il fronte francese e internazionale a difesa dei cosiddetti valori occidentali?
Sono così ingenui questi terroristi islamici?
Quanti civili musulmani sono morti per le pseudo guerre al terrorismo in Iraq e Afghanistan, dopo l'11 di settembre? 
E, in caso vorremmo azzardare altre vie, chi davvero otterrà benefici da queste barbare uccisioni? 
Io me lo chiedo.
Condanno con tutto me stesso questi vili e disumani omicidi.
Ma me lo chiedo.

PS: Per dirla alla Chomsky, non sono un fanatico delle teorie complottistiche, ma analizzare le cose mettendo da parte l'emotività del momento riferendosi ai soli fatti credo sia l'unico modo per capire cosa stia effettivamente accadendo.          




18.9.12

Romney: i Palestinesi non vogliono pace video

Storie e Notizie N. 639

Dopo quello riguardante la gaffe sui votanti poveri da parte di Mitt Romney, sfidante di Obama alle imminenti elezioni statunitensi, ecco un altro video segretamente ripreso e pubblicato sul sito del magazine Mother Jones. In esso, il leader repubblicano, durante un incontro per reperire fondi, si ritrova ad esprimersi sullo scottante medio oriente, tema quanto mai attuale: “Osservo nei Palestinesi nessuna volontà di arrivare alla pace in ogni modo, per scopi politici, impegnati alla distruzione e all’eliminazione di Israele, e io dico che non v’è via di uscita. Agisci facendo il meglio che puoi. Speri in qualche grado di stabilità, ma riconosci che questo rimane un problema irrisolvibile… augurando che qualcosa accadrà e si risolverà.”
Ripensando al recente discorso di Obama alla Convention Democratica di quest’anno mi rendo conto di due cose: della differenza abissale tra i due contendenti, sotto ogni punto di vista, e che alle prossime elezioni americane è in gioco la sopravvivenza di tanti, moltissimi esseri umani...





Condividi questo articolo:
Condividi su FacebookCondividi su OKNotizieCondividi su TwitterCondividi su Friendfeed