Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2022

Ricordati il caldo e il fuoco il 25 settembre

Storie e Notizie N. 2053 A quanto si legge dai giornali italiani e anche sulla stampa estera , le destre si ritrovano con i pronostici a favore in vista delle prossime elezioni . Ebbene, voglio scriverne oggi, in tempi non sospetti, ovvero caldamente tali, e mai avverbio sarebbe stato più azzeccato, credo. Perché, salmodiando con indubbia monotonia, fa caldo, troppo, a queste latitudini e non, la terra brucia e muore, la siccità uccide e intere popolazioni fuggono incontro a ciò che resta d’umanità nel cuore delle genti d’oltre mare. Nondimeno, se le sopra citate previsioni saranno soddisfatte, cerchiamo insieme di capire in che mani ci stiamo mettendo. Tra le nostre destre spicca ovviamente Giorgia Meloni , la quale sostiene che l’ideologia ecologista e il fondamentalismo climatico ci porteranno a perdere migliaia di aziende e milioni di posti di lavoro in Europa ed è convinta che si voglia strumentalizzare l’ambiente per tassare gli italiani . Per Fratelli d’Italia e anche la Leg

Se Bakayoko non fosse stato un calciatore

Storie e Notizie N. 2052 Cosa sarebbe accaduto se non fossi stato un calciatore? Questo tra le altre cose è ciò che in sintesi si domanda e ci domanda Tiémoué Bakayoko , calciatore nato in Francia da genitori ivoriani. Un personaggio famoso e quindi per molti riconoscibile, ammirabile, apprezzabile e invidiabile. Il riferimento è al fermo e relativo controllo da parte delle forze dell’ordine di qualche giorno fa che ha vissuto, ovvero subito il noto giocatore, attualmente militante nella squadra del Milan in prestito dal Chelsea. Le prime notizie uscite sui giornali, con tanto di video , mettevano in risalto in particolare la reazione di stupore di uno degli agenti nello scoprire quale fosse l’identità del presunto sospetto. Sottolineo tale espressione, ovvero presunto sospetto , perché la scelta delle parole ha sempre un valore determinante nell’analizzare il racconto dei fatti. Chiunque di noi può essere sospettato di qualunque cosa. Si è innocenti sino a prova contraria, ma s

Dobbiamo parlare con gli altri

Storie e Notizie N. 2051 Il mondo è in fiamme , ha dichiarato di recente il principe Harry di fronte all’Assemblea generale dell’ONU, riferendosi non solo agli effetti del riscaldamento globale , ma anche alla guerra in Ucraina e alla pandemia. Nondimeno, tutti noi sappiamo che limitandoci ai cambiamenti climatici e alle loro disastrose conseguenze, l’allarmante espressione diviene letterale, giacché il mondo sta bruciando per davvero. Solo nel nostro paese si parla del 153% di incendi in più rispetto allo scorso anno . Per non parlare delle consequenziali ondate di calore , con temperature record ovunque dal Polo Nord al Polo Sud. Da cui la domanda delle domande , il quesito maggiormente banale e divenuto addirittura noioso per alcuni, eppure di un’urgenza a dir poco eccezionale: cosa possiamo fare noi semplici cittadini? Qual è l’impatto dell’uomo medio, limitandoci a queste nostrane latitudini? In altre parole, in che modo ogni singola famiglia è in grado se non altro di ridur

Tutti i Colpi di Stato di John Bolton in una serie tv

Storie e Notizie N. 2050 Immagina di vedere un film, okay? Anzi, no, una serie tv che ti appassioni particolarmente e delle cui puntate conservi buona memoria. Magari perché hai la saggia abitudine di rivederti nel dettaglio il riassunto degli episodi precedenti prima dell’inizio di ogni nuova stagione. Adesso mettiamo che nell’ultima puntata in onda il reporter americano Jake Tapper faccia alla presenza di John Bolton , ex Consigliere per la sicurezza nazionale di Donald Trump , tale in apparenza trascurabile osservazione , peraltro alludendo all’ex presidente USA: “Non è necessario essere brillanti per tentare un Colpo di Stato .” Figuriamoci allora che l’altro risponda così: “ Non sono d'accordo con questo, avendo aiutato a pianificare Colpi di Stato, non qui, ma sai, in altri posti. Ci vuole molto lavoro e non è quello che ha fatto [Trump] .” Ebbene, in accordo alla descrizione nell’incipit, è lapalissiano che unendo i puntini ti tornino con facilità in mente i suddetti epis

Dietro l’ombra della Cina sull’Africa

Storie e Notizie N. 2049 C’era una volta un' ombra , okay? L’ombra cinese , senza sorprese, giacché il titolo la dice tutta, o quasi . E in tal caso quest’ultimo rivela assai di più di ciò che si vede. Perché stiamo parlando dell’ombra di una nazione complessa e poco compresa, per tradizioni e politica, stili di vita e varietà di idiomi, usi e costumi, che il più delle volte vengono erroneamente tradotti in una superficiale miscela di luoghi comuni in salsa agrodolce. Ma l’ombra esiste eccome, d’accordo? Mi riferisco al continente africano, come premesso. Perché il gigante d’oriente ha ficcato entrambe le sue ingorde mani tra le ricchezze naturali di tutti tranne che dei nativi, e qualora osino accampar diritti o ragioni, ecco che diventano terroristi , separatisti , o peggio. Brutta gente, insomma, anche laddove si trovino a casa loro, figuriamoci allorché decidano di cercar fortuna altrove. Così, con il passar del tempo, cambiano gli invasori , ma tu leggi pure come lungimiranti

La guerra sullo sfondo

Storie e Notizie N. 2048 Notando come l'invasione dell'Ucraina è pian piano scomparsa dalle prime pagine delle principali testate nostrane... C’era una volta la guerra in prima pagina , signore e signori di carta e inchiostro abbigliati. La sanguinosa storia che, come altre, si guadagnò il podio nel racconto delle cose del mondo. Con accanto le vicende, i pensieri e i sogni, o incubi, di coloro che la guerra la fanno per scelta o sono solo costretti dalla geografia, più che dal sangue e il destino. Tra chi si oppone a essa con un’altra guerra, o chi è disposto a  usare ogni altro mezzo, sino a osar perfino tirare in ballo la pace. Con chi di guerra ne parla o straparla sino a strapparsi i congiuntivi. E chi ha tutte le risposte anche laddove la domanda sia fuori luogo, scorretta o addirittura non si tratti affatto di una domanda, ma soltanto un altro modo per citar se stessi. Assieme a chi tifa per l’uno o per l’altro, a dispetto di chi saggiamente si tira fuori da tale schier

Il business della ricostruzione

Storie e Notizie N. 2047 Okay, visto che si parla di guerra , nonché tutto ciò che precede e soprattutto succede a quest’ultima, e trattandosi dell’attività nella quale come specie abbiamo speso il maggior numero di energie, vite e ricchezze sin da quando siamo comparsi sulla terra, presumo sia necessario partire da relativamente lontano. Indi per cui, c’era una volta il Piano Marshall . Nondimeno, visto che da queste parti lo sforzo è sempre quello di dirla tutta sino in fondo e in modo schietto, a cominciare dalla scelta delle parole, forse sarebbe più onesto chiamarlo Piano Truman , dal nome del presidente del paese degli eroici salvatori , nonché liberatori . Piano che, come molti sanno, non fu altro che l’attuazione dell' Economic Cooperation Act del ‘48, il quale non consisteva affatto in una serie di azioni generose e disinteressate nei confronti dei paesi salvati e liberati , piuttosto in uno scacco matto al mondo in tre mosse: riorganizzazione dell’Occidente in salsa

Il mistero del salvataggio

Storie e Notizie N. 2046 C’era una volta un mistero . E quando un mistero si fa cronaca, automaticamente e inevitabilmente fa notizia , signore e signori. Guadagna titoli e suscita stupore , e di conseguenza si cercano risposte , mentre i video e le immagini diventano virali. Ma veniamo agli straordinari quanto incomprensibili fatti. Siamo in alto mare , d’accordo? In alto mare e in difficoltà , con tutto il terribile peso del prima e gli imprevedibili pericoli del dopo per chi si ritrovi tra i flutti senza amici, senza rete, senza nulla. Ora, siamo schietti, d’accordo. Al netto di falsi moralismi, cosa ci hanno insegnato le nostre moderne e civili società con alacre e incessante impegno quotidiano? Che devi pararti il culo, fratello. Che devi pensare a te, sorella. Che sono tutti bravi a parole, ma poi la vita è dura, i buonisti crepano come funghi e ne resterà uno solo. E non è Boris Johnson, perché anche lui ha finito i gettoni. Da cui il mistero di cui sopra, gente. Un enigmati

La barba lunga e l’abito del monaco

Storie e Notizie N. 2045 All’indomani dell’ennesima strage “domestica” nella terra delle armi automatiche, più che delle opportunità o della libertà, ecco un verosimile quanto farneticante dialogo tra due cittadini diversamente informati che potrebbe aver luogo quasi ovunque nel mondo . “Oh, hai saputo di quel tipo che ha fatto un attentato ieri in America?” “Già, ‘sti tizi con quelle barbe lunghe . Se fosse per me, io…” “Sì, pure io, certo, ma proprio il quattro luglio, nel giorno dell’indipendenza dagli inglesi?” “È proprio per quello che lo fanno, odiano la nostra civiltà. Gliela brucerei quella barba maledetta…” “Sì, la barba , certo. Tra l’altro si tratta di un ragazzo di soli ventidue anni, che roba.” “Un ragazzo per modo di dire, con quelle barbe va’ a capire quanti anni hanno sul serio…” “Come hai ragione. Inoltre, pare fosse pure un rapper.” “Peggio mi sento! Ma guarda che quelli là mica sono fessi. Entrano nella testa dei nostri giovani con i testi delle canzoni, è così ch

La fiaba della cittadinanza in Italia

Storie e Notizie N. 2044 Ricordare le ostilità che ha incontrato la proposta di legge sullo Ius Soli , osservare quelle che attendono lo Ius Scholae e, soprattutto, considerare quanto sia difficile ottenere la cittadinanza nel nostro paese rispetto alle altre nazioni Europee , mi ha dato l’ispirazione per la seguente storia : C’era una volta una coppia. Una coppia di persone, d’accordo? Insomma, due esseri umani come tanti, peraltro innamorati l’uno dell’altra e viceversa. Che volete farci, mi piace iniziare così le storie di fantasia, con una nota di semplice verità. I nostri erano alla disperata ricerca di un popolo , una terra e possibilmente una casa  da offrire al proprio unico figlio. La donna era oramai quasi giunta al termine della gravidanza e il marito non sapeva più che pesci pigliare. Un bel giorno sentì parlare di una magica foresta in cui regnava una maga , la quale era a guardia di misteriose porte , attraversate le quali si potevano ottenere i suddetti preziosi don