Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2020

Dovere di unire e libertà di dividere

Storie e Notizie N. 1893 C’era una volta una storia che, per comprenderla al meglio, occorre raccontarla dall’inizio. Ovvero, segnare un punto di partenza che renda l’incipit della stessa esauriente e soprattutto facilitante ogni riflessione a posteriori che sia ragionevole. C’era una volta, quindi, il primo capitolo , che ha luogo nel settembre del 2012, quando il settimanale francese Charlie Hebdo – in concomitanza con l’uscita del discusso film Innocenze of Muslims – pubblicò delle vignette in cui veniva ritratto e dileggiato il profeta Maometto con il sedere scoperto. I disegni ebbero grande diffusione, soprattutto grazie alla rete, e ovviamente proteste e minacce non si fecero attendere. Nonostante oltralpe, in tutta Europa e anche in Italia, gli alfieri della libertà di satira si levarono compatti e veementi a difesa del diritto dei vignettisti di motteggiare chicchessia, l’allora ministro degli esteri francese Laurent Fabius criticò il tempismo della rivista, accusando quest’u

Cosa lasciamo alle spalle

Storie e Notizie N. 1892 C’era una volta un’ onda anomala . Anzi, no, un treno che corre solo in avanti e, il più delle volte, non si ferma alle stazioni preposte. Poiché a questo mondo avere acquistato e vidimato il biglietto, nonché essere giunti in tempo sulla banchina all’orario preposto, non ti garantisce affatto di salire a bordo. C’era una volta la locomotiva dello stesso, che puntando alle stelle, senza tralasciar Marte e ogni pianeta raggiungibile, si dimentica l’essenziale, come il mar ghiacciato che non ghiaccia più . Perché, alla stregua di tutto il resto, ha la colpa peggiore che si possa avere ai suoi occhi: è ormai alle spalle, irrimediabilmente nel passato , il quale prima o poi verrà a bussare alla nostra porta nel futuro, reclamando giustizia. La suddetta motrice di tale abnorme processione, alla quale quasi tutti su questo pianeta ci vede accodati da più di un secolo, non ha un nome, ma di sicuro ha fior di sponsor e finanziatori. Ciò che è maggiormente fuori discuss

Suonare il clacson, trombette e fare pernacchie in curdo è proibito

Storie e Notizie N. 1891 La Turchia proibisce per propaganda terroristica l'adattamento in lingua curda di una pièce di Dario Fo   Istanbul, Turchia (2020, incredibilmente...) A tutta la cittadinanza europea e non, vicina di confine o per ragioni di alleanza, congiunta per mero interesse economico o strategico, ovverosia tollerante e silenziante per personale tornaconto. È il banditore che vi parla. Per ordine insindacabile delle Autorità vigenti, nonché per conto del Magnifico e Illustrissimo, nonché Intoccabile, Presidentissimo Recep Tayyip Erdoğan , si rende noto quanto segue:

Vittorio Feltri il razzista vs Cyrano de Bergerac

Storie e Notizie N. 1890 Da un lato Vittorio Feltri . Feltri, già. Lui, quello . Il giornalista , saggista e – udite udite – opinionista italiano. Di cui, come l’ altro , vedrete un giorno si dirà che però è stato un grande intellettuale nostrano. La statua ci starà tutta, ci scommetto. Ma proseguiamo con l’elenco dei titoli del nostro, anzi vostro , è chiaro. Del fondatore e attuale direttore editoriale di Libero , il terzo quotidiano nel nostro paese per contributi ricevuti da noi altri (dài, questa è facile, lo Stato chi è? E bla bla), ovvero 5.4 milioni di euro . Ripeto, cinque milioni di euro quasi e mezzo per scrivere titoli tipo Calano fatturato e Pil ma aumentano i gay … Ebbene, l’arcinoto, pluri-invitato e stra-interpellato maître à penser italico, si è fatto notare ieri per il seguente commento sul suo profilo twitter: Se nell’Italia non segna il negro non andiamo da nessuna parte .

Campionato mondiale dei venditori di morte: classifica aggiornata

Storie e Notizie N. 1889 Ecco, la nostra trasmissione potrebbe iniziare così: gentili telespettatrici e cari telespettatori, eccoci al consueto appuntamento con il campionato mondiale dei paesi venditori di morte . Oggi siamo qui per comunicarvi la classifica aggiornata. Be’, in fondo però non siamo in video, bensì su pagina (e forse non è un caso, vista la scomodità dell’argomento…). Indi per cui, rettifico: gentili lettrici e cari lettori, ci accingiamo a presentarvi il ranking ufficiale relativo allo scorso anno sul torneo più importante del mondo, ignorato quanto sottovaluto. Però, a essere onesti, considerando la peculiare specialità sportiva – se così vogliamo chiamarla – trattasi di questione generalmente maschile, ovvero sfrontatamente testosteronica e falsamente virile. Perciò, l’introduzione diventa: gentili quanto cari signori, benvenuti alla gara delle gare, quella che più di ogni altra decide il destino di ciascuna generazione e qualsiasi luogo sulla terra. Siamo in ond

La conta dei privilegi

Storie e Notizie N. 1888 C’era una volta la conta dei privilegi. Degli indubbi vantaggi alla nascita, ricevuti senza alcun merito di sorta, che fanno la differenza tra una sparuta, fortunata minoranza e la maggioranza dell’umanità. Dei quali, forse, sarebbe opportuno esserne consapevoli prima di aprir bocca e dar fiato a ogni istinto o emozione del momento, più che ragionato pensiero. Quali privilegi? Be’, già la domanda mi dà da riflettere, a dire il vero. A ogni buon conto – è proprio il caso di dirlo - ecco il decalogo: