Passa ai contenuti principali

Post

La più semplice delle fiabe

Storie e Notizie N. 2027 Vorrei credervi. Oh, se lo vorrei come un tempo. Credo che tale ingenuo quanto infantile desiderio sia paradossalmente ancora in me, per quanto di voce flebile e oramai del tutto priva di nerbo. Penso di non essere l’unico, ma da bambino tutto sembrava più facile a riguardo: i buoni da una parte e i cattivi dall’altra . E per coloro che appartengono alla mia generazione non era arduo scegliere da che parte stare. Perché i coraggiosi e pacifici cowboys volevano solo far pascolare il bestiame e allevare bambini, mentre i perfidi indiani scotennavano teste e rapivano giovani donne; perché i soldati americani e inglesi , alla stregua dei futuri supereroi, affrontavano il male, nel secolo scorso personificato dai biechi nazisti e salvavano l’Europa; perché James Bond lottava al servizio di Sua Maestà, ma anche della pace nel mondo, mentre le spie russe venivano letteralmente allevate per distruggere tutto ciò che non fosse comunista. Il comunismo , già. Di quelli d
Post recenti

NATO per difenderti

Storie e Notizie N. 2026 Guardami per ciò che sono, ovvero per come mi hanno abbigliato o, meglio, camuffato. Sono un soldato e perdonami il puerile gioco di parole di cui abuserò spesso da qui in avanti, ma io sono NATO per difenderti . Credo, mi pare. Così c’è scritto e così dicono, laggiù a nord o lassù, che mi sembra ormai l’identica cosa. Perché comincio a essere stanco e confuso, e sono io oggi a chiederti aiuto, consiglio, anche solo una risposta. Per la cronaca, gli amanti della precisione o i fissati con i dettagli, sono NATO il 4 aprile del 1949 . Se fossi un essere umano sino in fondo, con tutti i criteri apprezzabili o almeno tollerabili di tale aggettivo, mi si potrebbe definire una persona anziana, ecco. E malgrado alcuni sostengano che i settanta sono i nuovi sessanta, avrei i miei bravi acciacchi e mostrerei nel fisico come nello spirito tutti i gravosi segni dell’età. Invece sono sempre lo stesso e il tempo non ha scalfito la mia vigorosa fibra. Anzi, con il passar d

Licenziamoci tutti

Storie e Notizie N. 2025 Signore e signori, codesta mia pubblica – nelle immodeste aspirazioni – esortazione a tirarsi fuori dalla folle mischia potrebbe iniziare con una singola, poderosa esclamazione: licenziamoci! Ovvero, secondo una delle più abusate, recenti espressioni: nessuno tocchi Dimitri . E stavolta non si tratta di una di quelle campagne social a difesa del personaggio di turno vittima di mediatico linciaggio, che talvolta diviene più una ragione di vanto che reale sofferenza. Stiamo parlando di un vero soldato e per giunta russo . Stiamo altresì parlando di uno dei molti giovani che stanno avendo il coraggio di dire di no ai propri superiori, leggi pure come gli ufficiali, o anche i caporali del grande Totò. Chiaro il concetto? Il coraggio , ripeto, di togliersi la divisa invece di indossarla in fretta e furia, magari perché costretti, andando in contro a tutto quello che ne consegue. Quando ad aprile gli hanno presentato l’eventualità di doversi preparare per un sec

Il Paradiso degli invisibili

Storie e Notizie N. 2024 Una piccola storiella sull’ennesima morte di una giornalista , scomparsa - ovvero cancellata e altrettanto ignorata - mentre cercava di raccontar vite e conflitti scomodi quanto ritenuti minori . La donna è appena deceduta e si trova nell’anticamera in attesa di incontrare il Creatore, grande Regista, sommo Sceneggiatore o illustre Produttore dello spettacolo degli umani , a seconda della personale visione dell’aldilà della protagonista. “Il prossimo”, annuncia l’usciere. L’interessata si alza dalla sedia e fa il suo ingresso in un ampio salone. Appena oltrepassata la soglia nota subito in fondo un bambino che avrà al massimo sette, otto anni, seduto su una enorme poltrona di quelle dirigenziali dinanzi a una non meno imponente scrivania ricoperta da scartoffie di ogni tipo. “Prego, vieni pure”, la invita ad avvicinarsi con voce amichevole. “Sì… eccomi”, fa lei perplessa quanto sorpresa. Una volta giunta ai piedi della cattedra il bimbo si alza in piedi sulla p

Lettera alla rassicurante portaerei

Storie e Notizie N. 2023 Caro Contrammiraglio Curt Renshaw , questa missiva è per lei, voi, non so bene come ci si rivolga a individui ammantati da cotanto grado o relativa divisa. In alternativa, si potrebbe recapitare il messaggio alla direzione dell’ Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere . Magari potranno dirci come hanno fatto a ottenere il servizio, ecco. Quali numeri si tocca chiamare o quale modulo occorra compilare, il solito, insomma. No, perché il cielo o chi per lui sa meglio di tutti di quanto noi altri ne abbiamo bisogno, sa? A ogni buon conto, facciamo con il tu , d’accordo? Poi magari s’aggiusta prima di mettere la lettera nella bottiglia e sperare nel favore del vento e del mare, gli unici di cui possiamo fidarci oggigiorno. Ah, ma non l’ho specificato: qui Africa . E non serve dire altro, eh? Come ti giri, lavoro da fare a riguardo ne trovi assai. Anzi, ne provochi ecco… e poi te ne vai . Ma non sono qui per fare polemica, sia ben chiaro. Noi altri mica possia

Sgombero dell’ex Penicillina con interferenza

Storie e Notizie N. 2022 È l’alba, signore e signori, e tra poco tutto sarà compiuto. Siamo a Roma, la capitale d’Italia, la capitale dei suoi cittadini e soprattutto dei romani, la capitale di tutti e per tutti tranne loro: gli occupanti abusivi . Indi per cui, è inevitabile attendersi il fermo intervento della solerte forza pubblica qualora la decenza e l’ordine, per non citar la legalità, lo esigano. Per tali ovvie ragioni, i prodi guardiani del decoro alle prime ore di oggi , il sei di maggio del duemila e ventidue, sono fieramente schierati prima del necessario assalto di fronte al civico 1040 della via Tiburtina; con sguardo distaccato e mente sgombera da vane distrazioni stanno per compiere il loro dovere facendo il loro imponente ingresso nella palazzina abbandonata che sovrasta e divide i quartieri Tor Cervara e San Basilio. L’oggetto del contendere, se così possiamo chiamarlo – anche se la contesa prevederebbe un confronto tra pari – è la palazzina sede a metà del secolo scor

Faccio a pezzi tutto

Storie e Notizie N. 2021 Strano giorno, oggi, uno di quelli che difficilmente dimenticherò, ne sono certa, sicuro che sì. Ma cominciamo dall’inizio, di norma ancora il modo migliore per spiegarsi meglio. Mi sveglio all’improvviso per il rumore. È un frastuono terrificante, causato da qualcosa che colpisce qualcos’altro con immane violenza. Mi stropiccio gli occhi per capire se sto ancora sognando, ma non è così, è tutto vero e il suddetto baccano è più vicino di ciò che penso. Così salto giù dal letto ed esco dalla camera agitata senza curarmi di infilare le pantofole. Entro in cucina e trovo mamma appoggiata al lavello con sguardo perso nel vuoto, nonostante il fracasso si faccia ulteriormente alto. «Mamma… cosa succede?» «Oh, Sara… buongiorno, ti ha svegliato?» «Chi?» «Papà.» «Cos’è questo casino?» «È tuo padre, amore, credo sia impazzito…» «Papà? Ma che dici, se è la persona più calma del mondo.» «Non stavolta, non oggi. Vuoi fare colazione intanto? Non devi far tardi a scuola, ti h