Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2020

Quando il nemico è reale

Storie e Notizie N. 1687 Quando il nemico è reale. Quando il nemico è reale ed è un avversario equo, che aggredisce tutto e tutti, senza fare alcuna distinzione tra ricco e povero, colto o incolto, di qualsivoglia origine e tonalità di carnagione, gusto sessuale, orientamento politico e quant’altro noi umani utilizziamo per distinguerci, ecco che li vedi più chiaramente per ciò che sono. Perché quando il nemico è reale, coloro che hanno costruito tutto il loro potere e il loro nome, il proprio lauto stipendio e il proprio benessere, profittando invece di un nemico completamente fabbricato a tavolino - malgrado le tragiche conseguenze di tale inganno lo paghino persone in carne e ossa - si ritrovano persi e in totale confusione. Si agitano, si fanno nervosi e particolarmente aggressivi. Perché la Storia ha già dimostrato in passato che creare bugie e diffonderle ai più funziona solo se l’assunto di partenza è esso stesso una colossale menzogna, come quella della presunta invasi

Storie da casa contro il Coronavirus dai Narratori per la Pace

Ecco il nostro nuovo video: " Stories at home vs Coronavirus " ( Storie da casa contro il Coronavirus ) In questi tempi, come sempre, pensiamo che raccontare e ascoltare storie possa aiutarci un po' ad affrontare le difficoltà. Abbiate cura di voi, restate al sicuro! Storytellers for Peace In ordine di apparizione: Barry Stewart Mann (Narratore professionista, educatore, attore e autore dagli Stati Uniti) Cecilia Moreschi (Drammaturga, attrice e regista dall'Italia) Hamid Barole Abdu (Narratore e poeta dall'Eritrea) Erasmo Nuccitelli (Impiegato e comico italiano) Sandra Burmeister G. (Autrice, attrice, narratrice e pedagogista teatrale dal Cile) Vincenzo Coratella (Educatore e percussionista dall'Italia) Luca Salvio (Educatore dall'Italia) Ilaria Colonna (Educatrice dall'Italia) Alessandro Ghebreigziabiher (Autore, drammaturgo, narratore, attore e regista dall'Italia) Storytellers for Peace è una rete nata a giugno del

Lezioni dalle pandemie del passato

Storie e Notizie N. 1686 Ciò che ha fatto sì che il mondo, con tutte le sue creature viventi, si ritrovi compatto in un unico essere animato, in particolare si rivela nella desolazione di grandi pestilenze. Le forze creatrici della terra entrano in collisione violenta; percepiamo l’afosa aridità dell'atmosfera; udiamo tuoni sotterranei; osserviamo il vapore di acque straripanti, forieri della rovina. Come se la natura non fosse soddisfatta delle normali alternanze di vita e morte, e l'angelo distruttore e la bestia con la sua spada fiammeggiante infierissero sull’umanità. Tali rivoluzioni sono compiute in ampi cicli, che lo spirito dell'uomo, per così dire, limitato a uno spettro ristretto di percezione, non è in grado di esplorare. Tuttavia, questi eventi terrestri avvengono con maggior frequenza di quelli che provengono dalla discordia, dall'angoscia o dalle passioni delle nazioni. Con l’annientamento risvegliano nuova vita; e quando il tumulto sopra e sotto

Cappuccetto rosso e il Coronavirus

Storie e Notizie N. 1685 La Storia insegna. Le storie altrettanto. Ma mai quanto le fiabe e le favole. Immaginiamo, allora. Immaginiamo insieme che il Coronavirus abbia l’ardire di infettare anche il seppur vasto regno della fantasia, dimostrandosi altrettanto equo come nel mondo reale, non facendo distinzione tra storia e storia, personaggi positivi e negativi, indubbi protagonisti e comprimari, più o meno decisivi. Di conseguenza, mettiamo che il famigerato Covid 19 si diffonda anche nel bosco di Cappuccetto rosso . Ebbene, sono certo che la mamma ci penserebbe due volte a mandare la piccolina a portar dolci e medicine alla nonna. Anche se non si è di certo preoccupata in passato, vista la presenza di un lupo feroce e affamato nascosto nella macchia. Ma voglio pensar positivo. Mi sforzo sempre di farlo, e allora vedo finalmente entrare in scena ‘sto cavolo di papà. Giacché perfino nelle fiabe ci voleva l’ordinanza del re per obbligarlo a restare a casa, il nostro. A ogni modo

100 effetti positivi di stare in casa per il Coronavirus

Storie e Notizie N. 1684 Di fronte ai momenti più difficili i fatti della vita, la mia, ma anche e soprattutto quella del prossimo, mi hanno spesso consigliato, fortemente esortato, talvolta costretto, a concentrarmi sulla metà piena del bicchiere. Sovente funziona, perlomeno nello scovare quel minimo di energia per non lasciarsi abbattere più del dovuto. In alcuni casi, più che individuare e apprezzare il famoso lato positivo delle cose, ci aiuta a prestare attenzione al bicchiere stesso. Pieno o vuoto che sia. Già, un oggetto comune e di norma sottovalutato, il bicchiere, come la maggior parte degli utensili di cui approfittiamo al riparo della consuetudine, tra una pandemia e l’altra. Come la casa, dove in questo particolare frangente ci troviamo in molti obbligati a restare. Ebbene, coerentemente con quanto detto, lo faccio per me e per chi legge. Voglio sforzarmi di elencare il maggior numero di aspetti favorevoli in questa straordinaria quanto necessaria cattività in

Un bambino è morto

Storie e Notizie N. 1683 Sottotitolo: l'essenziale tra caos e frastuono Un bambino è morto. Lo scorso lunedì un barcone con a bordo circa 48 esseri umani, di norma definiti migranti , si è capovolto mentre cercava di raggiungere l’isola greca di Lesbo e il piccolino è annegato . La Grecia accusa la Turchia e la Turchia accusa la Grecia. Un bambino è morto… I vertici dell’Unione hanno incontrato il premier greco Mitsotakis alla frontiera con la Turchia. Tra le misure previste da Bruxelles anche il rafforzamento del dispositivo Frontex. Ma un bambino è morto... Chi cerca di mettere alla prova l’unità dell’Europa resterà deluso. Manterremo la linea e la nostra unità prevarrà. Nel frattempo, un bambino è morto… Siamo qui in circostanze straordinarie, per ringraziare e dare un messaggio di solidarietà e supporto alla Grecia. Ehi, un bambino è morto… Esprimiamo anche compassione per i migranti che sono stati attratti con false speranze in questa situazione. Sì, difa