Video decapitazione: chi c'è dietro?

Storie e Notizie N. 1138 

Qui sono tutti pazzi.
Ci credono scemi, a noi.
L’avevo già sentita, ma adesso lo sospetta addirittura il New York Times.
Che quelli siano legati alla CIA.
Cioè, che dietro questi attentati, queste decapitazioni, ci siano gli stessi americani.
E’ una follia.
E’ la solita mania complottistica dei fissati con i retro scena, le cose nascoste, i misteri.
E’ assurdo.
E’ come dire che, che so, che gli indiani erano i buoni e i cow boys erano i cattivi.
Vi rendete conto?
Una famigliola di pionieri passeggia con la sua carovana nel west e arrivano quei selvaggi urlanti, tutti dipinti, li catturano e gli fanno lo scalpo.
E i buoni sono loro?
Ma li avete visti i film o di cosa parlate?
La CIA dietro quelli…
E’ come dire, è come dire che gli americani hanno invaso l’Afghanistan per il petrolio, e non per cercare Bin Laden.
Che poi, sempre con questa storia del petrolio, trovatene un’altra di scusa.
Sì, lo so che all’epoca non c’erano prove che Bin Laden fosse in Afghanistan e che poi è uscito fuori che si nascondeva in Pakistan, ma chi vi dice che prima non stesse in Afghanistan e poi, quando sono arrivati gli americani, è andato in Pakistan.
Il petrolio…
Adesso, proprio perché la famiglia Bush aveva affari nel petrolio, questo non vuol dire per forza che avessero un secondo fine.
Sempre a pensare male, ecco, questo è il problema.
Ovvero, pensare male dove c’è il bene.
Il bene sta da una parte e tutto il male dall’altra, è così semplice, perché dovete complicare le cose?
La CIA e loro
E’ come dire che le armi di distruzione di massa non c’erano in Iraq.
Ma come si fa a pensarla soltanto una cosa del genere.
E allora? Secondo voi in tutte queste guerre del golfo sono morti milioni di civili per un imbroglio?
E per cosa?
Per il petrolio, ancora?
Ma questa è una fissazione, peggio, un’ossessione.
Le guerre si fanno perché ci sono i nemici, i terroristi.
Che decapitano le persone nei video.
Basta guardare i video.
Che cosa?
Che ci sono anche i video con i bambini morti in Palestina?
Questo è di cattivo gusto, quelli hanno i tirato i razzi.
No, non i bambini, i grandi, ma Israele ha diritto a difendersi.
Non contro i bambini, ma questo cosa c’entra?
Lo vedete che volete solo creare confusione?
Le cose sono semplici.
Il nemico è lì e noi siamo qua.
La CIA e loro sono d’accordo…
Mettiamo che sia davvero così, che avete ragione voi.
Che la religione non c’entra nulla e che gli americani stiano usando questa cosa per avere il pretesto di bombardare la Siria, come hanno già fatto in Afghanistan e in Iraq, secondo voi, è chiaro.
Allora, ci stanno prendendo in giro?
E’ tutta una messa in scena?
Milioni di morti innocenti per arricchire le aziende petrolifere?
Quindi, per loro, noi altri siamo dei deficienti da manovrare e tenere sotto controllo?

No…
Ma dai, no.
Non può essere!
Non può…

Compra il mio nuovo libro, Roba da bambini, Tempesta Editore.

Vieni ad ascoltarmi dal vivo: Roba da bambini, Sabato 11 ottobre 2014, ore 18 - Libreria Assaggi, Via degli Etruschi, 4, Roma


 


Altre da leggere:

Commenti