Family Day 2016: perché gli omosessuali non devono vincere?

Storie e Notizie N. 1313

Domani, sabato 30 gennaio, a Circo Massimo, Roma, ci sarà il Family Day.
Quando c’era lui… a quei tempi sì che ci si divertiva.
Chissà se verrà.
Vorrei dare comunque il mio contributo alla causa contro l’immondo nemico d’arcobaleno vestito…


Perché gli omosessuali non devono vincere?
(da leggere fino in fondo)

*Perché gli omosessuali hanno già la possibilità di unirsi come coppie di fatto, e sono ammissibili quali membri della maggior parte delle autorità locali. Il Parlamento, tuttavia, deve fare i conti soprattutto con l’amministrazione di una vasta nazione, della manutenzione dell'Esercito e della Marina, e con questioni di pace e di guerra, che si trovano al di fuori della sfera di influenza legittima di un omosessuale.

Perché tutti i governi si poggiano in ultima analisi sulla forza, alla quale gli omosessuali, a causa di motivi fisici, morali e sociali, non sono in grado di contribuire.

Perché non c'è dubbio che la stragrande maggioranza degli omosessuali non abbia alcun desiderio di sposarsi e adottare un figlio.

Perché l'acquisizione del diritto al matrimonio e all’adozione dovrebbe logicamente comportare l'ammissione al Parlamento stesso, e a tutti gli uffici governativi. E’ quasi impossibile immaginare un omosessuale come ministro della difesa, e tuttavia i principi degli omosessuali prevedono ciò e molte assurdità simili.

Perché il Parlamento Italiano non è uno Stato isolato, ma il centro amministrativo e di governo di un sistema di regioni e province. L'effetto di introdurre un grande elemento omosessuale nella società finirebbe indubbiamente per indebolire il centro del potere agli occhi dei milioni di abitanti.

Perché la legislazione passata in Parlamento dimostra che gli interessi degli omosessuali sono perfettamente sicuri nelle mani dei normali.

Perché i matrimoni omosessuali si basano sul concetto di uguaglianza di genere, e tendono a stabilire rapporti di concorrenza che mirano a distruggere il maschio cavaliere.

Perché gli omosessuali hanno attualmente una vasta influenza indiretta attraverso i loro compagni sulla politica di questo paese.

Perché la natura fisica degli omosessuali non permette loro una concorrenza diretta con i normali.

Perché gli omosessuali sono creature emotive e incapaci di prendere una decisione politica sana.

*(Molto poco) liberamente tratto - sostituendo il termine ‘donna’ con ‘omosessuale’ e ‘uomo’ con ‘normale’ - dal testo Argomenti contro il voto alle donne (Brani dal 1914 al 1992)

E’ solo questione di tempo, come è sempre stato, e prima o poi i nostri vinceranno eccome. Così, mi chiedo, perché non ci portiamo avanti il lavoro e la finiamo una volta per tutte di essere gli ultimi a trasformare il presente in futuro?

Leggi anche il racconto della settimana: La diversità spiegata ai bambini
Leggi altre storie sulla diversità
Compra il mio ultimo libro, La truffa dei migranti, Tempesta Editore
 

Visita le pagine dedicate ai libri:
 



Altre da leggere:

Nessun commento:

Posta un commento