Elettori PdL, Formigoni e Polverini vi hanno chiesto scusa?

English

Storie e Notizie N. 131

La Storia:

Se io fossi un elettore del PdL…

Se io fossi un elettore del PdL sarei irritato per quel che è accaduto.
Se io fossi un cittadino che ha deciso di dare il proprio appoggio a Renata Polverini, vorrei capire bene cosa è successo.
Se io fossi qualcuno che lo ha già votato in passato o che intende per la prima volta scegliere Roberto Formigoni come presidente della regione, vorrei vederci chiaro.
Se vivessi nel Lazio, appresa la vicenda del panino, mi sarei vergognato di avere certi personaggi nel mio partito.
Se abitassi in Lombardia, la cosiddetta terra del lavoro e della puntualità, comincerei a dubitare della serietà dei miei governanti.
Se avessi l’intenzione di votare la Polverini, sarei andato sul suo sito per conoscere il suo punto di vista.
Avrei letto la sua pronta reazione al grido di Non cancelleranno la democrazia, la sua versione dei fatti, la sua esigenza di chiarezza e magari sarei pure sceso in piazza sotto la pioggia per sostenerla.
Se avessi deciso di votare Formigoni, avrei visitato anche il suo, di sito.
Avrei voluto conoscere le sue ragioni, avrei letto anche del suo allarme a difesa della democrazia, e probabilmente sarei sceso in piazza pure per lui.
Avrei seguito attentamente come si sarebbero mossi i vertici del partito per affrontare la cosa, fino allo strumento del decreto legge, poi respinto da Napolitano.
Se io fossi un elettore del Popolo della Libertà…
Se io fossi un elettore del Popolo della Libertà sarei molto irritato per quel che è accaduto.
Se io fossi un cittadino che ha deciso di dare il proprio voto a Renata Polverini o Roberto Formigoni, avrei gradito sentire dalla loro voce una parola.
Scusateci…



Storie e Notizie: storie, frutto della mia fantasia, ispiratemi da notizie dei media.

Il popolo e la tragica storia d'Italia, Sabato 20 marzo 2010 a Roma.

Condividi questo articolo:
Condividi su FacebookCondividi su OKNotizieCondividi su TwitterCondividi su Friendfeed

6 commenti:

  1. non sò se questo governo stà facendo bene o male o cosa avrebbe fatto l'opposizione in queste condizioni.
    Quello che non riesco ad accettare è l'arroganza che trasuda da tutta l'attuale maggioranza, centrale e regionale.
    Lo si nota dalle parole, dai dibattiti, dalle interviste, dalle trasmissioni TV.
    Mai una autocritica, mai un dubbio, mai un minimo riconoscimento agli altri, solo elogi sperticati per sè stessi ed una aggressione sistematica agli altri quando cercano di esprimere un punto di vista diverso dal loro.
    Tutti vogliono assomigliare al capo.
    Ossequienti verso di lui e arroganti con tutti gli altri (anche tra di loro, vedi liste regionali).

    RispondiElimina
  2. I nostri post direi che si integrano molto bene. Ti leggo spesso su blognews.

    RispondiElimina
  3. Hai ragione, Gap. Anzi, credo che il tuo spieghi anche meglio il concetto.
    Concordo con il tuo ragionamento, 'anonimo', tranne per una cosa: e firma, no? ;)

    RispondiElimina
  4. Cosa dovrei firmare? SONO COMUNISTA, più che tentare di scrivere come se fossi un destrorso onesto non posso fare!!

    RispondiElimina
  5. Ma no, Gap, mi riferivo all'altro commento, quello anonimo, non il tuo...

    RispondiElimina
  6. Oddio, mi sfuggiva il senso della frase se rivolte a me, ho pensato che qualche parola ti fosse rimasta nella tastiera. Anche un equivoco può far sorridere. Ciao

    RispondiElimina