Kathryn Bolkovac e le colpe dell’Onu in Bosnia

La stampa italiana e molta di quella internazionale l’ha totalmente (consapevolmente?) ignorata.
I vergognosi fatti che emergono dalla sua denuncia sono stati sistematicamente censurati dalla maggior parte dei media.
The Whistleblower, il film tratto dalla sua vicenda, non è mai arrivato nelle nostre sale, nonostante sia interpretato da ben due premi oscar, Rachel Weisz e Vanessa Redgrave.
E malgrado nell’ottobre del 2011 il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon abbia richiesto una visione pubblica della pellicola e una discussione sullo scottante argomento, la sconvolgente realtà in Bosnia che Kathryn Bolkovac ha portato alla luce è ancora quasi sconosciuta nel nostro paese.
Forse perché vi sono anche nostre responsabilità?
Per tutto questo e mille altri motivi, stasera racconteremo la sua storia:

Per amore della giustizia

Ispirato alla vicenda di Kathryn Bolkovac e alla sua denuncia
dello sfruttamento e delle violenze su giovane ragazze in Bosnia
da parte di funzionari delle Nazioni Unite

Con
Cecilia Moreschi e Oriana Fiumicino

Scritto e diretto da
Alessandro Ghebreigziabiher
 
Sabato 19 maggio 2012 ore 18
Piccolo teatro dell'assurdo
Via di Porta Labicana, 27 - Roma




Nessun commento:

Posta un commento