Storie sulla fame nel mondo: i bambini più piccoli

Storie e Notizie N. 405

La Storia:

C’era una volta il paese dei record.
Si chiama Africa.
No, perché l’Africa è il paese dei record, mica l’America.
Quelli sono i film in 3D o peggio quella marea di insulsi serial su detective che sminuzzano cadaveri e scannerizzano impronte.
Prendete Dadaab.
Conoscete Dadaab?
Lì c’è il campo profughi più grande del mondo.
Sì, lo so che la definizione più giusta sarebbe campo per rifugiati, ma se dico profughi qui in Italia si capisce meglio.
Che volete farci, nel mio paese c’è una grande confusione sulle parole e soprattutto il loro significato.
Nel campo di Dadaab ci sono almeno 370.000 rifugiati.
Che poi vuol dire persone, ovvero esseri umani.
Uomini e donne.
E bambini.
Pensate che secondo Save the Children, in tutto il Corno d’Africa 4 milioni e mezzo di questi ultimi non hanno abbastanza da mangiare e da bere.
Ma i record non finiscono qui.
Jane Cocking, direttore dell’organizzazione umanitaria Oxfam, afferma che anche per colpa della siccità siamo di fronte alla più grande crisi per mancanza di cibo del 21esimo secolo e che molte vite andranno perse.
Tra loro ci sono quelle dei bambini più piccoli del mondo, come lui…


Il suo più grande desiderio è smettere di essere un record.
A meno che non sia come quelli dell'America.
Allora sì che è bello sapere che la tua foto fa il giro del mondo, che so, perché sei una rockstar o un divo del cinema.
E se il bambino più piccolo non lo salva l’uomo più ricco, be’… allora è proprio vero che la vita è ingiusta.

Come aiutare: Save the Children Oxfam

La Notizia: Dal Washington Post, le Nazioni Unite avvertono che molti bambini somali stanno morendo di fame e stanchezza.




Commenti