Storie di donne: grattacielo più alto d'America e Duma ride

Storie e Notizie N. 1011

Qual è il palazzo più alto d'America? Il One World Trade Center, ovvero la Freedom Tower, diviene ufficialmente il grattacielo più alto degli USA.
A decretarlo è il Council of Tall Buildings and Urban Habitat, un’organizzazione no-profit internazionale che si occupa proprio di queste classifiche.
541 metri compresa l'antenna, questo sarà il nuovo record americano.
Dico sarà, perché l’enorme palazzo non è stato ancora inaugurato.
Il record è comunque suo.
E Duma ride.
Sì, ride.
Duma ha 79 anni e vive nel villaggio di Thame, in Nepal.
La vecchina non ha una laurea.
E neppure un lavoro.
Nel senso di uscire da casa tutti i giorni inseguendo auto che sfrecciano di indifferenza, sadici treni che scappano e folle di pendolari professionisti della calca.
Con in palio la floridezza di un’indispensabile busta.
Per uno scatto in avanti nelle gerarchie.
E un’ulteriore abbocco nella busta di cui sopra.

Ma Duma ride.
Già, è proprio questo quel che fa.
E la sua non è la solita storia da esotica saggia orientale che ci guarda da lassù.
Qualcosa di vero c’è, in quest’ultima affermazione, ma non è affatto la prima parte.
D’altra parte non arrivi a 79 anni con ancora la forza di sorridere senza aver visto il peggio che la vita possa offrire.
Quella luce negli occhi costa, costa assai.
Ecco perché ride.

Nondimeno, Duma non ha la tv al plasma.
Neanche quella via cavo.
Non ha proprio cavi, ecco.
Non ha uno smartphone.
Di smart ha il suo cervello e le basta e avanza.
Questo non vuol dire che sia un genio.
Non le serve neppure questo.
Perché non ci vuole un genio per arrivare lassù.
A 79 anni, intendo.
Devi volerlo, davvero.
Poche chiacchiere e occhi sulla cima.

Duma sente la radio.
Questo sì.
E quel giorno la voce che balla nella scatola racconta di un primato.
La Torre della libertà è la più alta d’America.
Cinquecento e quarantuno metri, osanna la voce.
Duma prima sorride.
Ci pensa su.
E ride.
Perché, anche se sa che la radio non ne parlerà, Duma è una vita che cammina, dorme e sogna dalla casa più in alto del villaggio di Thame, sui monti dell’Himalaya.
A 3800 metri.

Questa è la mia torre, pensa.
La torre della felicità…

Il video:






Altre da leggere:

Nessun commento:

Posta un commento