Storie di donne uccise: perché siete soli

Storie e Notizie N. 1317

Un’altra giornalista scomoda è stata assassinata in Messico. Dal 2000 i reporter ammazzati a Veracruz sono sedici, dieci dei quali negli ultimi cinque anni.
Anabel Flores Salazar, del quotidiano El Sol de Orizaba, lascia due figli, uno di quattro anni e l’altro di pochi mesi.
A loro questa mia…

Siete soli.

Siete soli, ora, perché vostra madre è stata lasciata sola.

Siete soli perché vostra madre lottava.
Per far sentir meno sola.
La giustizia.

Siete soli perché c’è un vuoto da riempire.
E ora ne fate parte.

Siete soli perché una sola donna è sufficiente.
Per lottare.

Siete soli perché una sola donna, o uomo, di rado è sufficiente.
Per vincere.

Siete soli perché il vile, facci caso.
Non è mai solo.

Siete soli perché il coraggioso, ricordate, non dovrebbe mai.
Essere lasciato solo.

Siete soli perché la verità lo è.
Sono le menzogne a essere sempre di più.

Siete soli perché mamma credeva nella forza delle parole.
E malgrado quello che raccontano.
Fate come lei.

Siete soli perché qualcuno si sentiva maledettamente solo.
Per merito suo.

Siete soli perché qualcuno si sentiva maledettamente piccolo.
Grazie a lei.

Siete soli, adesso.

Siete soli, bambini, perché vostra madre è stata lasciata sola.

Siete soli perché vostra madre ha dato la vita.
Per far sentire meno soli.
Tutti gli altri.

Leggi anche il racconto della settimana: Le casette per tutto l'amore che c'è
Leggi altre storie di donne
Compra il mio ultimo libro, La truffa dei migranti, Tempesta Editore
    

Visita le pagine dedicate ai libri:
 



Altre da leggere:

Nessun commento:

Posta un commento