Agenda

Sabato 13 Gennaio 2018, Spettacolo teatrale e musicale in occasione dell'uscita del romanzo Carla senza di Noi, Graphofeel Edizioni, Libreria Ubik – Via Adige 2, Monterotondo (RM) - Ingresso libero

Storie sullo sfruttamento minorile: I figli del fumo

Storie e Notizie N. 1356

Secondo un rapporto pubblicato da Human Rights Watch, migliaia di bambini lavorano nell'industria del tabacco in Indonesia, dove vengono sottoposti ad avvelenamento da nicotina ed esposti ai pesticidi.
L'Indonesia è il quinto più grande produttore di tabacco al mondo...


Foto dal New York Times
Siamo i figli.
I tuoi, se vuoi.
Di qualcun altro, se preferisci.
Ma troverai poche differenze, quasi nessuna, in questa nostra vita.
Siamo tutti uguali, qui per terra, addirittura alla stessa altezza dove arriveremmo se in piedi ci alzassimo.
Sì, so che è assurdo, tutto questo.
Ma questo non ci impedisce di viverlo.
Magari accadesse l’opposto, che quella fantomatica normalità di cui parlano tanto al di sopra delle nuvole perenni, ci piovesse addosso.
Andrebbe bene anche il puro caso, qui saremmo ad attenderlo, comunque.
Scorgerai poche distinzioni nel nostro fare.
Il gioco è nelle nude dita che maneggiano la morte.
E la scuola è negli occhi accesi che misurano quanto può esser lungo il crudele film.
La ricreazione è nel respiro frutto di una natura abusata.
E il lavoro è tutto, in realtà, malgrado puoi chiamarlo in mille altri modi.
Nobilita, dicono.
Sarà, ma da queste parti faremmo volentieri a meno di cotanto ereditato lignaggio.
Se solo ne avessimo consapevolezza.
Se solo gli anni e la scaltrezza, soprattutto i muscoli, fossero proporzionali alle nostre tenerezze mutilate.
Ci ergeremmo insieme e uniti in una sola voce grideremmo il nostro desiderio di presente, ancora prima che futuro.
Tuttavia, occorre tempo che non abbiamo avuto, per conoscere le alternative.
Eccola la vita che si allontana da se stessa, ovvero dalla versione peggiore in cui ti sei imbattuto.
Difficile, quasi impossibile, laddove la svolta devi disegnarla da te.
Come le celebri famiglie del narratore russo, tutti i bambini felici sono uguali, ma ogni bambino infelice viene sfruttato in modo differente.
Ma quando il modo è lo stesso, siamo tutti fratelli.
Poche difformità tra di noi, l’ho detto.
Perché siamo i figli.
Di un genitore unico.
Padre, madre.
Ragione di vita.
E del suo contrario.
Il famigerato, maledetto.
Fumo

Leggi anche il racconto della settimana: L'altro
Leggi altre storie sullo sfruttamento minorile
Ascolta la mia canzone La libertà
Compra il mio ultimo libro, La truffa dei migranti, Tempesta Editore


   

Visita le pagine dedicate ai libri:
 



Altre da leggere:

Commenti