Agenda

Sabato 13 Gennaio 2018, Spettacolo teatrale e musicale in occasione dell'uscita del romanzo Carla senza di Noi, Graphofeel Edizioni, Libreria Ubik – Via Adige 2, Monterotondo (RM) - Ingresso libero

Bambino vestito da femmina al ritorno a scuola

Storie e Notizie N. 421

La Storia:

Premetto che sono perfettamente consapevole che questo sarà un racconto… come dire, controverso.
So dove mi trovo.
Per questo vi chiedo di chiudere gli occhi.
Così, per non farvi distrarre dal mondo che ci circonda.
Il nostro mondo.
Ora immaginate.
Immaginate di essere una madre.
Immaginate di essere una madre con un figlio di dieci.
Continuate ad immaginare che quest’ultimo, sin dall’età di due anni e mezzo, vi abbia confidato il desiderio di essere una femmina.
Di preferire una Barbie al muscoloso Action Man.
Di aver mentito, quando a natale aveva chiesto quest’ultimo.
Di voler giocare con le bambole, piuttosto che con le automobili.
Di indossare gli abitini più alla moda.
Immaginate che fin da quell’età lo aveste visto vestirsi e in generale agire come una femmina in casa, per poi vivere da maschio all’esterno.
In cortile, al campetto, a scuola, ovunque.
Adesso immaginate che a più di sette anni da quella difficile confessione, voi prendiate una decisione altrettanto ardua.
Ovvero quella di esaudire il sogno di vostro figlio.
E così, passata una meditabonda estate, immaginate di permettergli di vestirsi nel modo che più lo faccia sentire se stesso.
In altre parole, se stessa.
Figuratevi poi che, nonostante alcuni coetanei facciano qualche battuta, la maggior parte di loro non sia affatto disturbata dalla novità.
Novità che per il diretto interessato non lo è affatto.
Immaginate che siano soprattutto gli adulti ad essere in difficoltà, ma che questo non vi distolga assolutamente dal sorriso felice sul volto di vostra figlia come non era mai accaduto prima in occasione del ritorno a scuola dopo le vacanze.
Quindi immaginate che la preside approvi la vostra scelta e che convochi un’assemblea per comunicare a colleghi e genitori che gli studenti troveranno in quel banco una signorina al posto del compagno che conoscevano.
Così, come se fosse la cosa più normale del mondo, come la chiusura temporanea dell’ultimo piano dell’edificio o un ammodernamento della palestra.
Ecco, ora aprite gli occhi e immaginate se invece che in Inghilterra ciò fosse accaduto qui da noi…

La Notizia (Daily Mail): Bambino di dieci anni torna a scuola dopo le vacanze estive come una ragazza: “Si crede di essere intrappolato in un corpo sbagliato”.

Leggi altre storie sulla diversità

Visita le pagine dedicate ai libri: 
(Libri sulla diversità, libri sul razzismo, libri sulla diversità per ragazzi e bambini, libri sul razzismo per ragazzi e bambini)



Commenti