Rivoltoso sconosciuto di piazza Tienanmen video: ecco chi è

Storie e Notizie N. 1116

Il carrarmato e lui.
Questa è l’immagine nella storia.
Chi era lui?
Questa è la domanda che la accompagna.

Wang Weilin, the unknown protester o rebel, il rivoltoso sconosciuto, the tank man, l’uomo carrarmato.
Il ragazzo con la camicia bianca e i pantaloni neri.
Questo è quel che si sa.

Lo studente arrestato, fucilato.
Morto in prigione.
Nascosto e magari torturato.
Fuggito, ma comunque deceduto.
Vivo, forse ancora vivo, ma al riparo dal rumore del tempo.
Leggi pure come il meritato diritto all’oblio degli scrittori di Storia.
Sì, stavolta sì, quella con la esse maiuscola.
Questo è tra quel che si racconta.

Un giovane coraggioso o solo avventato.
Un ragazzo idealista, o forse un po’ sognatore.
Un uomo già fatto, nonostante l’età, capace di mettere su un piatto della bilancia tutto anche quando sull’altro c’è nulla per la maggior parte di noi.
Materia quasi invisibile e incredibilmente leggera, è chiaro, come solo le utopie più reali sanno essere.
Questo è quel che possiamo supporre.

Di Wang Weilin, il rivoltoso sconosciuto.
The tank man.
L’uomo carrarmato.
Ovvero, il ragazzo carrarmato.
Ma chi era lui, davvero?
E soprattutto, chi è, oggi?
Questo forse lo sappiamo.

Dovremmo solo aprire di più gli occhi.
E cercare una piazza.
Non importa dove sia.
Non conta quanto grande.
Sarà sufficiente aspettare il carrarmato.
Se lo vedrete arrivare, da lontano.
Saprete chi è lui.
Se lo osserverete avanzare da vicino.
Be’, allora, coraggio.
Perché sarete lui...

 


Altre da leggere:

Commenti