Passa ai contenuti principali

Dossier Marcegaglia e Il Giornale: ecco cosa contiene di scottante

English

Storie e Notizie N. 252

Leggo or ora che il direttore de Il Giornale, Alessandro Sallusti, e il suo vice Nicola Porro sono sottoposti ad indagine dalla procura di Napoli riguardo presunte minacce alla presidente di Confindustria Emma Marcegaglia. A quanto pare, quest’ultima si sarebbe meritata tale trattamento a causa di alcune sue recenti critiche al governo presieduto da Silvio Berlusconi, la cui famiglia – non dimentichiamolo – possiede il quotidiano.
Ovviamente, tutto sta a cosa si intende per famiglia.
In generale, quando ti permetti di criticare la famiglia, quest’ultima prende provvedimenti.
E che ti aspetti? Baci e abbracci?
Ma questo è un altro discorso, torniamo al tema del post.
Apprendo anche che l’inchiesta, condotta dai pm Vincenzo Piscitelli e Henry John Woodcock, ha portato questi ultimi ad ordinare una perquisizione nella sede del giornale, in particolare alla ricerca di prove della presunta preparazione da parte di Sallusti e Porro di un dossier – ovviamente compromettente – sulla Marcegaglia.
Non ci posso credere.
Ma dai…
Dopo Boffo e Fini, vuoi che questi si mettono a spulciare pure nella vita più o meno privata della presidente di Confindustria?
Il problema è che il sottoscritto se li immagina pure, perché immaginare è in un certo senso il mio mestiere, ma la scena che mi viene in mente è troppo assurda, per non dire altro.
Stiamo parlando di giornalisti, in fondo, di reporter che dirigono uno dei più letti quotidiani nostrani.
No, perché se fosse vero, potrebbe essere accaduto qualcosa del genere…

La Storia:

Una mattina come tante. Siamo nella stanza di un ufficio. C’è una scrivania ricoperta di quotidiani, incartamenti e fascicoli vari, oltre al monitor di un pc acceso. Essa divide due uomini, che stanno per condividere alcune importanti informazioni:

Direttore: Allora, hai trovato qualcosa sulla signora?
Vice: Insomma.
Direttore: Che vuol dire insomma?
Vice: Be’, come al solito. Non è che c’è molto. Dobbiamo lavorarci un po’…
Direttore: Certo che dobbiamo lavorarci un po’! E allora il padrone che ci paga a fare?
Vice: Lo so, lo so. Che me lo dici a me?
Direttore: Okay. Dimmi che hai trovato.
Vice: Parto dall’inizio. Come sai, la nostra amica nasce bene. L’azienda del papà lavora nell’acciaio, oltre che nel turistico e nell’immobiliare. Hanno avuto problemi giudiziari nel 2008 per una storia di tangenti e tutt’ora hanno gli svizzeri sul collo…
Direttore: Vabbe’, questo è il padre. Veniamo a lei.
Vice: Eh, lei si è laureata in Economia Aziendale alla Bocconi nell’89, ottenendo tra l’altro la lode.
Direttore: Una secchia.
Vice: Già. Ha anche frequentato un Master in Business Administration negli Stati Uniti, dove ha vissuto per otto mesi.
Direttore: Oh, interessante. Hai trovato qualcosa su quel periodo? Le solite cose… sesso, droghe, case a Montecarlo…
Vice: Eh, la fai facile tu… mica ci dice sempre bene. Comunque non ho trovato nulla sui mesi in America.
Direttore: Peccato, andiamo avanti.
Vice: Non c’è molto altro, te l'ho detto. Negli anni successivi la signora si è divisa tra l’azienda di famiglia e Confindustria, dove prima di diventare presidente ha ricoperto varie cariche. Nel 2001 si è sposata e successivamente ha avuto una figlia…
Direttore: Oh, ecco. Cosa abbiamo qui?
Vice: Niente.
Direttore: Niente niente?
Vice: Come si dice, zero carbonella.
Direttore: Capisco. Allora, come si diceva poco fa, dobbiamo lavorarci un po’.
Vice: Andiamo sul classico?
Direttore: No… l’omosessualità ce la siamo già giocata e ci si è ritorta contro.
Vice: Ma quello però l’abbiamo cacciato…
Direttore: Sì, però non credo che funzioni con le donne.
Vice: Puntiamo sulle sostanze?
Direttore: No… non credo funzionerebbe. Nessuno ci crederebbe, non è nel personaggio.
Vice: Questa è veramente tosta, non sei d’accordo? Ci giochiamo il bluff?
Direttore: Lo sai come la penso: il bluff, se lo usi bene, da sempre ottimi risultati, ma di qualcosa per iniziare abbiamo comunque bisogno.
Vice: Aspetta un minuto… mi è appena arrivato un sms dal mio informatore.
Dopo una decina di secondi:
Direttore: Che dice?
Vice: Abbiamo qualcosa per iniziare!
Direttore: Di che si tratta?
Vice: Ti sembrerà incredibile ma la signora è allergica ai gatti!
Direttore: Oh, perfetto. Adesso possiamo iniziare a fare il nostro lavoro…



Storie e Notizie: storie, frutto della mia fantasia, ispiratemi da notizie dei media.