Passa ai contenuti principali

Legge contro omofobia Canzone Rap sul Ddl Zan


Immagina di abitare in una nazione normale dove le persone possano vivere liberamente la propria sessualità, decidendo in assoluta autonomia chi amare e come amare, scegliendo senza alcuna limitazione chi essere e come esserlo, rispettando il prossimo e vedendo rispettato tale diritto.

Non ci sarebbe bisogno di una legge…

Ma invece c’è un paese che si chiama Italia dove si vuol proteggere il diritto all’infamia

E l’unico rimedio che spaventa queste persone è una parola sola e si chiama prigione

Si cerca di scambiare la libertà di espressione con la difesa dell’offesa e la discriminazione

La libertà di parola non c’entra niente con l’istigazione alla violenza verso la gente

E quando questa gente è quella più indifesa è l’ora di alzare la voce con la mano bella tesa

Ma con le dita strette in un pugno coraggioso perché ciò che stanno subendo è solo vergognoso

Fate attenzione perché il momento è cruciale è in gioco il destino di un paese normale

Che vive al riparo di un sogno speciale che ha a che fare con l’amore e con chi lucra sul male

Guardatelo bene in faccia colui che si oppone e che ovviamente teme la giusta punizione

Perché viene da lontano questa situazione in cui chi odia fa di tutto per dividere le persone

Tra chi subisce violenze e una continua aggressione e chi ha il dovere di schierarsi e prendere posizione

Perché il silenzio è d’oro ma un grido vale di più quando protegge i più deboli e chi non ne può più

Immagina di abitare in una nazione normale dove le persone possano vivere liberamente la propria sessualità, decidendo in assoluta autonomia chi amare e come amare, scegliendo senza alcuna limitazione chi essere e come esserlo, rispettando il prossimo e vedendo rispettato tale diritto

E se occorrerà una legge per ottenerlo, che la legge sia

Iscriviti per ricevere la Newsletter per Email

Il mio ultimo libro: A morte i razzisti

Commenti