Passa ai contenuti principali

Inquino pago inquino pago inquino pago e continua...

Storie e Notizie N. 2034

Il gigante del fast fashion Shein ha promesso 15 milioni di dollari ai lavoratori dei rifiuti tessili in Ghana, spesso donne e bambini, che per guadagnare un dollaro trasportano più di 50 chili di abiti di seconda mano a viaggio, per poi tornarsene a riposare su pavimenti di cemento. Mentre il 40% degli indumenti usati che arriva dai paesi ricchi finisce nell’ambiente e spesso in fondo al mare.

C’era una volta una casa, okay?
Un casa con due soli piani, sopra e sotto. Per non dire Nord e Sud, che poi è troppo telefonata, dài.
Sopra c’era l’attico, va bene? E sotto… va be’, uno direbbe l’appartamento al piano terra, certo.
Magari, dico io.
A essere onesti immaginiamoci poco più che uno scantinato, privo di mobilio e lordo, umido e malsano.
D’altra parte, si sente dire spesso che non esiste più la classe media, no? Ebbene, così restiamo sul pezzo.
Ora, la famiglia nell’attico viveva la sua vita, chiaro? Una vita con alti e bassi, racconterebbero i nostri. Tuttavia, parlando di misure tutto è relativo, come dimostra il successo di un nanerottolo come Frodo nella famigerata battaglia intorno all’anello del potere.
Ecco perché laddove i tuoi bassi non sono neppure alti per il resto del mondo, ma solo delle vette immaginarie, al massimo da sfiorare in una di quelle notti dal sogno facile, be’, vuol dire che le Moire o Parche andrebbero licenziate in tronco. O si sono intascate qualche tangente dai piani alti, oppure hanno inteso il destino come uno strumento con il quale accanirsi in eterno sulla gente di sotto, delle due l’una.
A proposito di quest’ultima, la famiglia dello scantinato viveva letteralmente degli scarti di quella di sopra, con tutte le sgradevoli conseguenze del caso. E allorché quel che chiami rifiuto diviene il primo piatto, il secondo e il contorno, ovvero l’intero pasto per ciò che rimane degli abitanti della terra, be’, vuol dire che il cuoco va cacciato a pedate sul didietro. O gli hai promesso una doppia mancia e chissà cos’altro, oppure non sa dosare le porzioni e questo è grave. E in futuro lo sarà sempre di più ogni giorno che passa.
Nondimeno, dicevo, la famiglia nell’attico aveva una vita, sai? Un nome da difendere, anzi, da abbellire, oltre alla vita stessa, ecco, nel senso di tutti i vantaggi e i privilegi acquisiti.
Mica si poteva lasciare attecchire quelle narrazioni lì, no? Dài, quelle che accusano la gente di sopra di essersi arricchiti alle spalle di quella di sotto, per poi seppellire i vicini raggirati con le controindicazioni del proprio lusso, invece di pagarne le conseguenze in prima persona, come sarebbe d’obbligo.
Come fare?
Che domande. La soluzione è sempre uguale sin da quando esiste il mondo, il sopra e pure il sotto. È la stessa con cui corrompere il fato, i cuochi e ogni altro arbitro delle umane sorti: si apre il borsello e si cacciano i soldi.
Tanto, come la Storia dall’iniziale amara insegna, i guadagni passati e soprattutto futuri saranno sempre più grandi di qualche spicciolo con cui nascondere fetida polvere e infami crimini sotto il tappeto.
E vai con la danza, inquino e pago, inquino ancora e poi pago, inquino di nuovo e pago, pago, pago… e inquino, inquino, inquino...
Finché il letame non avrà sommerso tutti e spazzato via ogni cosa.
Sopra e sotto.

Iscriviti per ricevere la Newsletter per Email