Agenda

Sabato 11 Novembre 2017 ore 19, Spettacolo teatrale e musicale in occasione dell'uscita del romanzo Carla senza di Noi, Graphofeel Edizioni, Libreria Teatro Tlon – Via F. Nansen 14, Roma - Ingresso libero. Per info e prenotazioni: libreriateatro@tlon.it - 06 45653446

Riscaldamento globale riassunto: erano così

Storie e Notizie N. 1248

E’ che siamo noi che siamo così.
Siamo quelli degli effetti, mai delle cause.
Siamo sul pezzo, senza mai chiederci non dico chi l’abbia scritto, ma almeno perché.
Fa caldo e diamo la colpa al caldo, per iniziare.
Così, per scaldarci, se mi lasciate passare il triviale gioco di parole.
Ma poi ci si guarda in giro e il primo capro espiatorio a portata di invettiva diviene il solo e unico responsabile.
Fa freddo e l’illusione di aver terminato il compito è servita a tavola allo stesso modo, seppur capovolta.
Siamo così, ammettiamolo.
Siamo quelli che si affannano a salire il prima possibile sul carro dell’urlatore.
Perché una volta era il vincitore, ora la vittoria è tutta nell’abbaglio di chi alzi di più la voce.
Allora c’è lo straniero, come fai a non vederlo?
No, mica accanto a te, quel che osservi ad occhio nudo è passato di moda.
Un tempo era vero ciò che veniva detto alla tv, preferibilmente dai mezzi busti nobili e dai salotti altrettanto eleganti delle reti nazionali.
Ora la patente di realtà la diamo ad una manciata di “mi piace” comprati nel web e altrettante visite fasulle.
E via a condividere la verità, finché non venga smentita.
Possibilmente da voce corroborata da non meno like e iscritti.
Ma perché ci sia lo straniero, non sia mai che attraversi la scrivania dell’ormai abbandonato ufficio della nostra indaffarata cervice.
Quello dove ci si dovrebbe fare delle domande.
E’ che siamo così, inutile negarlo.
Siamo quelli che non hanno tempo di approfondire alcunché.
Ma ne parliamo, sai?
Di frasi ad effetto e immagini ironiche ne scambiamo a iosa.
E se in tanti lo fanno, come possiamo rimanere fuori dalla festa?
Come quella dei profili arcobaleno.
Non sia mai che qualcuno pensi che noi si pensi.
Magari rischiando di chiederci cosa ci sia dietro cotanta diffusione di omogeneità.
Spinti da stantii motti del secolo che fu.
Come quello che sostiene che se tenti di cambiare il mondo il mondo si opporrà a te.
E nel caso non si stia opponendo affatto, tutt’altro, cos’è che davvero stai facendo per il mondo?
Noi siamo così, dai.
Siamo quelli che parlano di tutto.
Tutto quello che ci vomitano addosso quelli lassù.
Che mai parleranno di noi.
Ma non è un problema.
Perché ci va bene così.
Ci è andata bene finora.
E così andrà.
Finche qualcuno dirà.
Non siamo.
Erano così...

Leggi altre storie sull'ambiente.
Guarda video sull'ambiente.
 

Visita le pagine dedicate ai libri:
 


 
Altre da leggere:

Commenti