Passa ai contenuti principali

Black Money Matter manifesto del nuovo movimento dei Fratelli Neri d’Italia

Storie e Notizie N. 1941

Dopo la pubblicazione dell’inchiesta di Fanpage sui finanziamenti in nero alla campagna a Milano di Fratelli d’Italia mi sono preso l’impegno di scrivere...

Il manifesto del movimento Black Money Matter(s)

Fratelli (Camerati) d’Italia,

quale veemente risposta alle calunnie ai nostri danni da parte di quegli spioni di Fanpage, siamo qui a lanciare il nostro nuovo movimento Black Money Matters. Tradotto nel nostro italianissimo italiano, farlo non guasta mai, anzi, i soldi in nero contano come gli altri, cribbio. Siamo stanchi di essere discriminati in quanto Neri. Neri dentro, sia ben chiaro, mica fuori, non confondiamo. Al netto ovviamente di magliette, giubbotti e quant’altro, che potrete acquistare sullo shop online del nostro sito. Non in nero, in questo caso, perché ancora non si può su internet per ovvie ragioni. E perché non si può? Basta, è ora di finirla con questo razzismo verso chi non vuol pagare le tasse, che abbiamo nell’occasione abbreviato in tassismo. Senza alcuna allusione ai tassisti, ovvero i conducenti, non sia mai che ci mettiamo contro una categoria così numerosa, compatta e agguerrita. Dicevo, siamo stanchi di questa violenza solo nei nostri confronti da parte delle forze dell’ordine. A quelli che fatturano ogni virgola va tutto liscio e invece – quando ci beccate in video, eh? Altrimenti, col cavolo che ci fermate – a noi altri accuse, insulti e gogna mediatica, nonché epurazioni, auto sospensioni e il solito giochino di voltare le spalle agli amici quando diventano imbarazzanti.

Ebbene, dopo un secolo di ingiustizie e soprusi, vi chiediamo di scendere in piazza per il diritto dei Neri (dentro, solo dentro, non vi sbagliate) di pagare e soprattutto prendere denaro in Nero dagli amici dei Neri (sempre dentro, non dimenticate) che se anche non sono Neri so’ sempre soldi che ti entrano in tasca, cazzo.

Senza queste care mazzette I can’t breath! Io, loro, tutti quanti noi, insomma, non possiamo respirare, lo capite o no?

Respirare? Non possiamo fare nulla e ci tocca andare a lavorare per davvero, altro che parlamenti e consigli comunali. E lavorare come? In nero, è chiaro, ma sono quei lavori della minchia che fanno i Neri fuori, e non è giusto. Perché noi siamo i tuoi fratellini d’Italia e ai fratellini questo non si fa. Tra fratellini ci si vuole bene, ci si aiuta, e quando il marcio salta fuori si chiude un occhio e ci si gira dall’altra parte.

No… non nel senso di lasciarti affogare ora che sei un peso, è chiaro. Intendo di accettare che le cose vadano come sono sempre andate: io faccio, cioè io fascio, un favore a te e tu dai una busta a me, e poi ce ne andiamo tutti al mare a prendere per il culo i venditori ambulanti.

Che dite, vi unite a noi? A noi! 

Mi raccomando, fate girare l’hashtag #BlackMoneyMatter, facciamolo diventare virale ovunque. Contiamoci, siamo in tanti in questo paese a prendere soldi a buffo, mica solo i Neri dentro, a dirla tutta.

Libertà, libertà, libertà!

Vogliamo solo giustizia ed essere trattati come gli altri. I nostri soldi sono uguali a quelli loro e, soprattutto, quelli che becchiamo sono molti di più di quelli che prenderemmo altrimenti.

Perciò, se anche tu ti senti Nero dentro unisciti al Movimento e se vuoi fare una donazione non tassata ci vediamo al bar sotto casa tua, dimmi dove e quando e mi fiondo.

Viva i soldi in nero, abbasso le tasse, gli scontrini e le telecamere nascoste.

Prima gli evasori!

Movimento Black Money Matter(s)

Iscriviti per ricevere la Newsletter per Email

Il mio libro più recente: A morte i razzisti

Commenti