Diventa umano

Storie e Notizie N. 1516

Diventa protagonista, è il titolo del libro.
Diventa razzista, il sottotitolo della storia, nonché, la più o meno inconsapevole esortazione celata nel testo.

“E’ aumentata la presenza di stranieri, provenienti

soprattutto dai paesi asiatici e del Nord Africa. Molti vengono accolti in centri di accoglienza per profughi e sono clandestini, cioè la loro permanenza in Italia non è autorizzata dalla legge. Nelle nostre città gli immigrati vivono spesso in condizioni precarie, non trovano un lavoro, seppure umile e pesante, né case dignitose. Perciò la loro integrazione è difficile; per motivi economici e sociali, i residenti talvolta li considerano una minaccia per il proprio benessere e manifestano intolleranza nei loro confronti.”

E’ troppo tardi, è vero.
Le parole hanno già seminato.
E il velenoso raccolto è già stato venduto.
Il frutto marcito ha ferito quello accanto, e così via.
Fino a non comprender più l’ispirazione del racconto sbagliato.
Tuttavia, c’è ancora tempo per ricominciare.
Per disimparare la cattiva lezione.
Scrivendo, insieme, il nuovo mondo.
Che ormai da tempo aspetta di esser visto e celebrato, narrato e ascoltato.

Diventa umano, il nome del novello brano.
Diventa te, la sintesi perfetta, traducendo le parole inutili che feriscono e stoltamente dividono.

“E’ aumentata la presenza di esseri umani, provenienti soprattutto dai paesi asiatici e del Nord Africa. Molti vengono accolti in centri di accoglienza per esseri umani e lo sono davvero, umani, malgrado la loro permanenza in Italia non sia autorizzata dalla legge. Nelle nostre città gli esseri umani vivono spesso in condizioni precarie, non trovano un lavoro, seppure umile e pesante, né case dignitose. Perciò la nostra integrazione è difficile; per motivi economici e sociali, gli esseri umani talvolta li considerano una minaccia per il proprio benessere e manifestano intolleranza nei confronti di altri esseri umani.”

E’ così che cominci a comprendere l’assurdità del vivere moderno.
Ed è proprio così che inizi a diventare colei, o colui, che domani avrà il senno e il coraggio.
Di renderlo finalmente.
Solo umano.


Sullo stesso argomento:

Vieni ad ascoltarmi dal vivo Carla senza di Noi, Sabato 11 novembre 2017, Libreria Teatro Tlon, Roma
Compra il mio ultimo libro, Tramonto, la favola del figlio di Buio e Luce
Leggi anche il racconto della settimana: Le finestre di Mattia
Leggi altre storie sui diritti umani
Ascolta la mia canzone La libertà
Guarda un estratto del mio spettacolo E' incredibile quello che una piccola luce può fare
  

Visita le pagine dedicate ai libri:
 

Commenti