Passa ai contenuti principali

Tre... ops due soldati prigionieri

Storie e Notizie N. 2035

Tratto da un superficiale dialogo tra distratti patrioti, nonché strenui difensori dei confini dell’Europa pacifista con riserva e guerrafondaia a rigorosa distanza di sicurezza:

“Oh, hai letto dei due soldati imprigionati dai russi? Vogliono impiccarli o fucilarli, che vergogna.”
“In realtà qui c’è scritto che sono in tre…”
“In tre dici? Non mi risulta…”
“Ma sì, credo proprio che ci sia anche un terzo soldato prigioniero.”
“Sarà, ma a ogni modo chiamare i due, ripeto, i due soldati dei mercenari è uno scandalo. Sono degli eroi, invece.”
“Inoltre la condanna dei tre è pure una clamorosa violazione del diritto internazionale.”
“Che poi i due volontari inglesi hanno chiesto di essere processati come prigionieri di guerra, e come tali dovrebbero essere trattati, cribbio.”
“See… i tre, ripeto ancora, li hanno processati a porte chiuse, come in una dittatura, mica sono scemi.”
“Ma perché insisti a dire tre? Mica li fanno a caso i titoli, no?”
“Non credo affatto che li facciano a caso, tutt’altro. Ma io continuo a leggere che sono in tre. Non saranno quei cookie di Google che mi restituiscono solo i risultati che mi aspetto?”
“Quindi, secondo il tuo ragionamento, io trovo solo articoli che titolano due con lo scopo di convincermi di ciò che già penso o desidero pensare?”
“Non ho idea se c’entri cosa pensiamo o meno, non è che io abbia chissà quali necessità che siano in tre invece di due, ma il titolo di questi tempi è importante, lo sai anche tu.”
“Ho capito, ma scusa, cosa cambia se sono tre invece di due? Sono sempre tre cittadini inglesi, perbacco.”
“Guarda che il terzo non è inglese, bensì marocchino.”
Marocchino hai detto? Marocchino del Marocco, nel senso di africano?”
“Sì, marocchino del Marocco.”
“Non uno di quei naturalizzati che giocano in nazionale, giusto?”
“Non credo.”
Pausa risolutiva di ogni ragionevole quanto delirante dubbio e riprende dall’inizio:
“Oh, hai letto dei due soldati inglesi catturati dai russi? Vogliono ucciderli, quegli infami.”
“Ben detto, è una vergogna! Quei tre… ops due giovani sono dei prigionieri di guerra, eroi scesi in campo per difendere l’Europa.”
In coro: viva l’Ucraina, viva la pace, e viva noi

Iscriviti per ricevere la Newsletter per Email